•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COMUNICATO STAMPA

La quinta e ultima tappa della seconda edizione della Perskindol Swiss Epic è terminata sabato a Zermatt, illuminata da un bel sole, dopo oltre 400 chilometri.
Come lo scorso anno, c’è stato un eccitante testa a testa tra i due top team – Bixs Stöckli e Centurion Vaude – che si sono dati battaglia per la vittoria finale.
I campioni in carica, Lukas Buchli e Mathias Flückiger, Team Bixs Stöckli, hanno preso infine il sopravvento e hanno conquistato il primo posto nella categoria Uomini per il secondo anno di fila.

Foto: Michael Suter lightmoment.ch

Nella categoria Donne, non c’è stata storia e Adelheid Morath e Sally Bigham del Topeak Ergon Racing Team hanno meritatamente mantenuto il vantaggio e vinto la gara.

La tappa finale da Grächen a Zermatt non è stata comunque una passeggiata: 60 km, 2.400 metri di dislivello, single trail immersi nel paesaggio alpino, circondati da imponenti montagne di 4.000 metri e ghiacciai, come si può capire dalle immagini del video:

Il Team Bixs Stöckli, dopo la tappa di venerdì, era solo 34 secondi dietro la squadra Centurion Vaude. Sabato, con 3h 09min, hanno concluso la giornata con quasi 3 minuti di vantaggio su Jochen Kass e Daniel Geismayr del Team Centurion Vaude, che è arrivato secondo, e ha preso 2 minuti di ritardo in classifica generale.
Il terzo posto assoluto è andato al Team Topeak Ergon Racing di Alban Lakata e Kristian Hynek.

Foto: Michael Suter lightmoment.ch

«Sono troppo felice – ha detto il vincitore Lukas Buchli, che si ritirerà alla fine della stagione – Oggi abbiamo attaccato sulla prima salita e guadagnato abbastanza bene il controllo della gara da allora. L’anno scorso sapevamo di essere la squadra più forte della categoria. Quest’anno non è stato così: non abbiamo mai avuto il comando della classifica generale per tutta la settimana – ma forse avevamo la più grande voglia di vincere. Essere in grado di chiudere la mia carriera da professionista in questo modo è la cosa migliore che potessi desiderare!»

11, Flückiger, Mathias, Stoeckli Pro, , SUI 21, Käß, Jochen, Centurion Vaude, , GER

Il compagno di squadra Mathias Flückiger ha commentato: «Come biker di cross country non sono abituato a queste tappe lunghe, per cui questa gara è stata molto difficile per me. Sono contento che abbiamo potuto terminarla oggi!»

Nella categoria femminile la leadership ha iniziato ad essere evidente dopo la seconda tappa. Adelheid Morath e Sally Bigham dal Topeak Ergon Racing Team, vincendo giorno dopo giorno, hanno costruito un solido vantaggio sulle favorite Annika Langvad e Ariane Kleinhans del Team Specialized RECM, arrivate seconde con 50 minuti di distacco. Al terzo posto si sono piazzate Hielke Elferink e Anne Terpstra, del Team Rent a Plant – Habitat.

Foto: Michael Suter lightmoment.ch

Nella categoria Mista, Anita Bucher e Hans Flück, Giant Team Obwalden, hanno conquistato l’oro.
Nella categoria Master la vittoria assoluta è stata scolpita nella pietra fin dall’inizio dal Team Dani Schnider Radsport di Dani Schnider e Oliver Imfeld.

PERSKINDOL_SWISS_EPIC_stage5_BMC-TopeakErgonRacingTeam_Matterhorn_credit_APiX

Passando alla Swiss Epic Flow, il titolo della categoria maschile è andato al Team World of Mtb di Sönke Wegner e Daniel Eiermann.
Nella categoria Mista, i vincitori sono stati Anita Gehrig e Balz Weber del Team Ride Flow Trail mentre nella categoria femminile il primo posto è andato al Team Scott’s Chicken Club di Sarah Merminod e Daniela Michel.

Tutti i risultati parziali e le classifiche finali possono essere consultati qui.

PERSKINDOL_SWISS_EPIC_stage5_Swingbridge_credit_APiX

Si chiude così la seconda edizione di questa speciale avventura in mountain bike. Si tratta della gara a tappe più importante in Europa e forse una delle più belle del mondo.
Con un totale di 15.000 metri di dislivello, è chiaro che una gran parte della corsa si decide nelle salite. I rider erano in cambio ricompensati quotidianamente con altrettanto numerose discese e dallo scenario incomparabile delle Alpi svizzere. Ogni tappa offre diverse viste panoramiche mozzafiato che sono una vera festa per gli occhi.

PERSKINDOL_SWISS_EPIC_stage5_CenturionVaude_Matterhorn_credit_Dobslaff-EGOPromotion

Ma la cosa davvero speciale è lo stato d’animo tra gli atleti. La comunità internazionale di mountain biker, composta da 26 paesi e cinque continenti, ha formato un gruppo affiatato, in cui l’onestà, la cooperazione e l’amicizia hanno la massima priorità.
In breve: nella Swiss Epic non è solo vincere che conta, ma soprattutto la grande esperienza che si riesce a fare.

PERSKINDOL_SWISS_EPIC_stage5_Flowtrails_credit_APiX

Chi vuole partecipare a questa bellissima esperienza, può quindi pensare già all’edizione 2016: a partire da oggi, lunedì 21 settembre, chiunque voglia prendere parte a questa avventura in mountain bike potrà registrarsi online sul sito www.swissepic.com.
I primi riceveranno uno sconto generoso, quindi vale la pena di iscriversi al più presto possibile.

PERSKINDOL_SWISS_EPIC_stage5_FlowWinnerMixed_Matterhorn_credit_APiX

L’edizione 2016 della Swiss Epic si svolgerà dal 12 al 17 settembre 2016, coprirà una distanza di circa 360 km e un dislivello di 12.500 metri, mentre il formato Flow coprirà una distanza di 280 km e un dislivello di 8.000 m.
I rider partiranno da Zermatt, poi faranno tappa a Grächen e Leukerbad per arrivare a Verbier, quindi il percorso sarà rinnovato.
Ci saranno anche altre novità nell’edizione 2016 della Swiss Epic…Continuate a seguire gli aggiornamenti su Swissepic.com, dove trovate anche le foto della gara appena finita.

Redazione MtbCult

Ecco tutti gli articoli realizzati dallo staff di MtbCult. Resoconti, video, comunicati ufficiali e tutto ciò che può attirare la vostra attenzione. La redazione di MtbCult.it