•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Non basta ordinare le bici e metterle in negozio per poter dire di essere dei rivenditori di un certo marchio.
Dato che la concorrenza invisibile di internet diventa sempre più forte, i negozianti hanno nel servizio di assistenza un’arma difficilmente battibile.
Occorre essere preparati e possibilmente capaci di dare supporto ai propri clienti e per fare ciò alcuni marchi di riferimento organizzano dei corsi di aggiornamento dedicati proprio ai negozianti.
Ad esempio, di recente Scott ne ha allestiti 2, uno in sede ad Albino, Bg (al quale hanno partecipato 120 persone) e uno a Tivoli, Rm, per tutti i negozianti del Centro-Sud.

Il tema della gestione delle garanzie è uno di punti cruciali di discussione.
Il tema della gestione delle garanzie è uno di punti cruciali di discussione.

La partecipazione, mai come quest’anno, è stata numerosa e soprattutto molto attenta.
Da un lato, come detto, occorre essere sempre più preparati di fronte a una clientela aggiornata e (spesso) competente, e dall’altro è sempre importante per il dealer mantenere il ruolo di consulente nell’acquisto e nel post-vendita.
A Scott, come a pochi altri marchi del settore, preme che i propri rivenditori conoscano bene i loro prodotti e soprattutto conoscano le procedure di intervento per la richiesta di pezzi di ricambio, di assistenza in garanzia, di registrazione-segnalazione di bici rubate (Scott ha creato un’area dedicata nel sito dedicato ai dealer) e di altri aspetti importanti per l’attività in negozio.
A Tivoli, quindi, non ha parlato solo il personale Scott, ma anche quello di partner tecnici come Sram, Fox e Dt Swiss. E ci sarebbe stato anche Shimano che purtroppo all’ultimo momento ha dovuto dare forfait.

Stefano Faustini di Amg era il tecnico Sram.
Stefano Faustini di Amg era il tecnico Sram.
Paolo Accusato di Vittoria era il tecnico le sospensioni Fox.
Paolo Accusato di Vittoria era il tecnico delle sospensioni Fox.
Lorenzo Oldrati era il tecnico di Dt Swiss.
Lorenzo Oldrati era il tecnico di Dt Swiss.

L’obiettivo è, prima di tutto, dare un volto al personale tecnico che spesso si contatta solo telefonicamente e poi dare modo ai negozianti di porre delle domande, senza peli sulla lingua, su certi prodotti o su certi problemi riscontrati.
Il corso è durato una giornata e, rispetto al passato, la partecipazione è stata costante e attenta per tutta la durata del workshop.

L'interesse per gli argomenti trattati da parte dei dealer è stato più alto del previsto. Buon segno.
L’interesse per gli argomenti trattati da parte dei dealer è stato più alto del previsto. Buon segno.

La necessità dei dealer di essere sempre più competenti e preparati è un fatto reale e che dà forza al loro lavoro, cruciale, nel settore della Mtb.
Quando entrate in negozio, quindi, sappiate che gli attestati di partecipazione ai corsi di formazione-aggiornamento Scott che vedete esposti non sono regalati e significano che quel dealer si sta impegnando a crescere a livello di competenza e preparazione tecnica.

L'operazione di smontaggio di un ammortizzatore Fox ha suscitato il maggiore interesse. Sopra tutti i componenti interni che riguardano l'idraulica.
L’operazione di smontaggio di un ammortizzatore Fox ha suscitato il maggiore interesse. Sopra tutti i componenti interni che riguardano l’idraulica.

Guido Camozzi di Scott Italia ha dichiarato che la durata del corso (circa 8 ore) si è rivelata quasi troppo breve perché, finalmente, a parlare non sono solo i tecnici dei vari marchi, ma anche i partecipanti.
E lo scambio di informazioni e domande è utile ad ambo le parti.

Guido Camozzi, a sinistra, lavora per Scott Italia e il suo impegno per aggiornare i dealer lo porta spesso a viaggiare in tutta Italia. E' un lavoro, però, che sta dando ottimi frutti.
Guido Camozzi, a sinistra, lavora per Scott Italia e il suo impegno per aggiornare i dealer lo porta spesso a viaggiare in tutta Italia. E’ un lavoro, però, che sta dando ottimi frutti.

Alla fine di quelle 8 ore si torna a casa con un Cd contenente un catalogo digitale in italiano e un attestato di partecipazione.
Da non sottovalutare.

Ed ecco l'attestato che si riceve alla fine del corso .
Ed ecco l’attestato che si riceve alla fine del corso .

Simone Lanciotti

Salve, mi chiamo Simone Lanciotti... e sono un appassionato di mountain bike come voi. Mi piace talmente tanto raccontare la mia passione per la Mtb che circa 20 anni fa ne ho fatto una professione. MtbCult.it è la stata la prima rivista che ho creato; poi eBikeCult.it e infine BiciDaStrada.it. La bicicletta in generale è stata ed è ancora per me una scuola di vita. Quindi, il viaggio continua e grazie per il contributo che date al nostro lavoro. Di seguito potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Simone Lanciotti