scritto da Simone Lanciotti in Storie il 12 Gen 2014

Ohlins sta entrando nella Mtb. Grazie a un italiano…

Ohlins sta entrando nella Mtb. Grazie a un italiano…
        
Stampa Pagina

Quello che succederà da qui a qualche mese potrebbe cambiare in maniera significativa il piacere di guidare una Mtb.
Il titolo parla chiaro: Ohlins, il marchio svedese di sospensioni per auto e moto da corsa, ha annunciato qualche mese fa una collaborazione con Specialized.
Ma c’è di più.
Agli svedesi la Mtb piace più di quanto si creda.


Ammortizzatori Ohlins come questi siamo abituati a vederli su auto come Ferrari, Maserati, Lamborghini, Pagani e via dicendo, ma presto saranno disponibili anche per la Mtb. E i prezzi non saranno stellari come si può immaginare.

Ammortizzatori Ohlins come questi siamo abituati a vederli su auto come Ferrari, Maserati, Lamborghini, Pagani e via dicendo, ma presto saranno disponibili anche per la Mtb. E i prezzi non saranno stellari come si può immaginare.

PESARO – Il marchio Ohlins ha 38 anni di esperienza nel settore delle sospensioni e, oggi, ogni moto e auto da corsa che si rispetti, monta le forcelle e gli ammortizzatori svedesi.
Tanto per dare un’idea dell’eccellenza raggiunta da questi componenti, Ohlins non sponsorizza nessun pilota, ma collabora con molti team ufficiali come Yamaha o Honda Hrc.
Il suo giro d’affari annuale è spaventoso: 70 milioni di euro dei quali circa il 16% viene investito annualmente in ricerca perché a Stoccolma (dove si trova il quartier generale di Ohlins) puntano a restare leader nel campo delle sospensioni.
Hanno introdotto loro le sospensioni da moto a gestione elettronica (avete presente le Ducati di ultima generazione?) e sono sempre loro che, secondo alcune indiscrezioni lette sul web, fra qualche mese lanceranno una forcella per Mtb da Dh a steli rovesciati decisamente innovativa.

Specialized è stato il primo costruttore a montare un ammortizzatore Ohlins. Quest'anno lo useranno due rider ufficiali Specialized e un team svedese di Dh.

Specialized è stato il primo costruttore a montare un ammortizzatore Ohlins. Quest’anno lo useranno due rider ufficiali Specialized e un team svedese di Dh.

Più avanti vi sveleremo altri dettagli, ma la storia adesso prende una piega molto italiana, perché il secondo importatore mondiale di prodotti Ohlins è una ditta italiana, la Andreani Group International di Pesaro, che lavora nel campo delle sospensioni da oltre 25 anni.
Definire Andreani, però, un semplice importatore, come presto vedrete, è a dir poco riduttivo, ma di sicuro il suo ruolo nell’ingresso di Ohlins nella Mtb è cruciale.

Ecco una parte dello staff che sta guidando l'Andreani Group International nel mondo della Mtb: da sinistra Eros Taboni (responsabile area Mtb), Giuseppe Andreani (fondatore e titolare della ditta), Marco D'Angelo e Loic Herbert.

Ecco una parte dello staff che sta guidando l’Andreani Group International nel mondo della Mtb: da sinistra Eros Taboni (responsabile area Mtb), Giuseppe Andreani (fondatore e titolare della ditta), Marco D’Angelo e Loic Herbert. Foto Massimo Zanzani.

Una macchina speciale costruita per molti produttori di forcelle
A dire il vero Giuseppe Andreani, il titolare dell’azienda pesarese, non è proprio un novellino nell’ambito delle ruote grasse perché già da qualche stagione produce una macchina che serve a creare il vuoto nell’ammortizzatore, a togliere la più piccola particella d’aria nell’olio stesso e infine a caricarlo nell’ammortizzatore alla giusta pressione. Questo strumento è venduto a molti centri di assistenza di marchi molto noti nel campo delle sospensioni da Mtb.

Ecco un tecnico all'opera con la macchina che consente di caricare l'olio negli ammortizzatori alla corretta pressione. E' in dotazione a tutti i centri assistenza Fox europei.

Ecco un tecnico all’opera con la macchina che consente di caricare l’olio negli ammortizzatori alla corretta pressione.

La scorsa estate, quando Specialized ha annunciato una partnership con Ohlins per la fornitura di ammortizzatori, la Andreani è stata definitivamente chiamata in causa.
A quel punto gli si sono spalancate le porte per entrare nel mondo della Mtb.

Già al lavoro sulle forcelle da Mtb. Sono già arrivate delle idee e delle soluzioni da applicare alle sospensioni da Mtb.

Già al lavoro sulle forcelle da Mtb. Sono già arrivate delle idee e delle soluzioni da applicare alle sospensioni da Mtb.

La rivoluzione di Andreani nella Mtb
Alla ditta pesarese, però, di fare delle semplici operazioni di import non è mai piaciuto e allora perché non fare con le Mtb ciò che da anni si fa con le moto?
«Nel mondo delle moto abbiamo creato tanti centri specializzati per il tuning delle sospensioni – spiega il titolare – Oggi per qualunque officina iniziare da zero a fare delle tarature personalizzate per ammortizzatori e forcelle su qualunque modello di moto (e parlo anche di moto di oltre 20 anni fa) è molto difficile, perché questo presuppone un numero di conoscenze non indifferente. Dal tipo di olio, al volume di olio, dal numero al tipo di lamelle, passando per i paraolii e infine indovinando la soluzione migliore in base alle necessità, alle richieste e alla tipologia di moto del cliente. In Italia abbiamo creato tanti centri specializzati capaci di intervenire sulle sospensioni grazie al nostro supporto.

Nella sede di Andreani si tengono i corsi per aggiornare i tecnici del settore. Pensate che la Ducati ha portato tutti i responsabili tecnici delle varie filiali nel mondo proprio in questa sala affinché il personale Andreani desse loro le informazioni necessarie per le sospensioni delle loro moto.

Nella sede di Andreani si tengono i corsi per aggiornare i tecnici del settore. Pensate che la Ducati ha portato tutti i responsabili tecnici delle varie filiali nel mondo proprio in questa sala affinché il personale Andreani desse loro le informazioni necessarie per le sospensioni delle loro moto. Foto Massimo Zanzani.

I centri non devono perdere tempo a studiare la situazione e a capire come intervenire, ma chiedono a noi che abbiamo molta più esperienza di loro e conosciamo una casistica infinitamente più ampia. I nostri tecnici forniscono al centro una scheda con tutte le operazioni da fare, le tipologie di olio, lo spessore e il numero delle lamelle per dare al cliente ciò che gli serve. In tempi rapidi».

Eros Taboni mostra con la telemetria montata sulla moto le variazioni del comportamento delle sospensioni in tempo reale. Questo strumento didattico permette di capire il funzionamento dinamico delle sospensioni ed è stato ideato e costruito sulle specifiche di Giuseppe Andreani.

Eros Taboni mostra con la telemetria montata sulla moto le variazioni del comportamento delle sospensioni in tempo reale. Questo strumento didattico permette di capire il funzionamento dinamico delle sospensioni ed è stato ideato e costruito sulle specifiche di Giuseppe Andreani. Le ruote della moto, oltre a girare grazie a potenti motori elettromagnetici, ricevono sollecitazioni la cui intensità è gestita da un computer. Foto di Massimo Zanzani.

Anche grazie al servizio di Andreani, il settore moto (racing e non racing) in Italia vanta un’attenzione e una cultura delle sospensioni che non trova riscontri in altri Paesi europei.
E nella Mtb vorrebbe fare altrettanto, partendo dalla consapevolezza che in materia, oggi, c’è ancora poca attenzione e che quindi ci sono delle potenzialità notevoli.
Il tuning delle sospensioni di una Mtb oggi non ha un grande seguito ed è visto come un tabù dai principali marchi produttori.
Le ragioni sono molteplici, ma alla base c’è uno scetticismo nei confronti delle reali capacità di chi va ad “aprire” una forcella per modificarla.
Quanto durerà ancora questo scetticismo con l’arrivo di Andreani?
«Il primo passo – spiega il titolare – sarà quello di formare dei tecnici. Ossia dei meccanici capaci e interessati ad apprendere un modello di lavoro che permetterà loro di intervenire su qualunque tipo di forcella e ammortizzatore. Dovrà dotarsi di una serie di strumenti e attrezzature che realizzeremo noi e dovrà seguire i nostri corsi qui in sede, ma a quel punto sarà in grado di applicare le specifiche delle schede che gli forniremo di volta in volta e sbrigare (bene) il lavoro in poco tempo».
Ma quale tipo di interventi verranno effettuati sulle sospensioni di una Mtb?

Ciò che Andreani venderà ai propri centri specializzati sarà un piccolo banco attrezzato di tutto punto per poter lavorare con comodità su forcelle e ammortizzatori da Mtb.

Ciò che Andreani venderà ai propri centri specializzati sarà un piccolo banco attrezzato di tutto punto per poter lavorare con comodità su forcelle e ammortizzatori da Mtb.

Una Fox ancora migliore? Si può fare…
Quando Eros Taboni, ossia il tecnico che si occupa della parte Mtb in Andreani, ha “aperto” le forcelle da Mtb è rimasto stupito della loro semplicità e di quanto bene funzionassero pur non essendo evolute come quelle di una moto.
Ma la cosa che più di tutte lo ha lasciato basito è stato il numero esiguo di lamelle presenti e la dimensione ristretta dei fori presenti sul pompante. Ovvero, per capirsi, di quanto poco fossero personalizzabili le tarature con delle scelte tecniche come queste.
L’esperienza delle moto gli ha subito suggerito di aumentare le dimensioni dei fori di passaggio dell’olio (ossia aumentare il flusso e quindi la velocità di passaggio dell’olio) creando un pompante (come quello che vedete nella foto in basso) ad hoc.

L'esperienza di Eros Taboni è stata maturata al seguito delle gare di Motocross e Superbike in giro per il mondo. Oggi gli basta un'occhiata a un pezzo per capire subito come e dove intervenire.

L’esperienza di Eros Taboni è stata maturata al seguito delle gare di Motocross e Superbike in giro per il mondo. Oggi gli basta un’occhiata a un pezzo per capire subito come e dove intervenire.

Ecco uno dei primi risultati ottenuti: un pompante per una forcella Fox che consente di migliorare la risposta della forcella agli impatti violenti. Sulla sinistra quello originale: si vedono le dimensioni maggiori dei fori per il passaggio dell'olio.

Ecco uno dei primi risultati ottenuti: un pompante per una forcella Fox che consente di migliorare la risposta della forcella agli impatti violenti. Sulla sinistra quello originale: si vedono le dimensioni maggiori dei fori per il passaggio dell’olio.

Ecco i pompanti di una sospensione per moto. Le dimensioni sono almeno 3 volte superiori rispetto a quelli utilizzati sulle Mtb.

Ecco i pompanti di una sospensione per moto. Le dimensioni sono almeno 3 volte superiori rispetto a quelli utilizzati sulle Mtb.

Agendo poi sul numero e sulla dimensione delle lamelle è possibile personalizzare la taratura e lasciare all’utente un range di regolazioni possibili tramite i registri esterni.
Per semplificare le cose Andreani è al lavoro per la realizzazione di una cartuccia specifica per ogni forcella.
Il loro obiettivo è rendere l’upgrade facile e alla portata di tutti con costi ancora da ufficializzare, ma che dovrebbero aggirarsi sui 200€.
Fino ad ora abbiamo parlato di forcelle, ma gli interventi saranno possibili anche sugli ammortizzatori.

Lamelle, ovvero quel componente dell'idraulica di una sospensione la cui flessione influisce sulla velocità di affondamento ed estensione.

Lamelle, ovvero quel componente dell’idraulica di una sospensione la cui flessione influenza la velocità di affondamento ed estensione. Spessore, materiale e diametri variano in base alla caratteristiche del biker, della tipologia di bici e dell’uso che se ne deve fare.

Assistenza alla portata di tutti
Ohlins, come detto, non sponsorizza nessuno e, tramite Andreani, ha intenzione di rivolgersi a una platea molto ampia. Nei piani della ditta pesarese c’è la preseza alle prove dei circuiti Superenduro e Gravitalia proprio per far toccare con mano ciò di cui sono capaci.
L’officina mobile di Andreani è qualcosa che non passerà inosservata e si candida a diventare un riferimento per gli appassionati in tema di sospensioni.

Siamo dentro all'officina mobile che Andreani utilizzerà per seguire le gare dei circuiti Superenduro, Gravitalia e, molto probabilmente, delle tappe europee della Coppa del mondo. Qui dentro ci sono gli stessi strumenti che si trovano nella sede di Pesaro.

Siamo dentro all’officina mobile che Andreani utilizzerà per seguire le gare dei circuiti Superenduro e Gravitalia e contiene tutti gli strumenti disponibili nella sede di Pesaro.

Compreso un tornio...

Compreso un tornio…

I prossimi passi di Ohlins nella Mtb
Quell’ammortizzatore Ttx montato sulla S-Works Demo 8 ha destato non poco interesse.
Ricordate cosa disse Brandon Sloan di Specialized riguardo i successivi step di Ohlins?
Ebbene a fine febbraio, stando a quanto circola sul web, dovrebbe essere presentata la prima forcella da Dh (che sarà disponibile in 10 esemplari) con steli rovesciati, un mozzo dedicato con asse passante da 25 mm e tante soluzioni innovative.
E fin qui abbiamo parlato di sospensioni a molla, ma secondo alcune indiscrezioni non mancheranno proposte ad aria per un settore di grande popolarità come l’enduro.

Se si sommano i 38 anni di esperienza di Ohlins ai 25 di Andreani in campo sospensioni, quello che sta per accadere nel mondo della Mtb potrebbe diventare una piccola rivoluzione italo-svedese e, finalmente, alla portata di platee molto ampie.

        
Torna in alto