• 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Un anno fa Oisin O’Callaghan aspettava con il fiato sospeso per sapere se sarebbe stato uno dei due fortunati ad essere scelto come rider ufficiale dell’YT MOB 2020.
Alla fine, la fortuna ha avuto poco a che fare con il fatto che il proprietario della squadra, Martin Whiteley, scelse Oisin come parte dell’equipaggio: il pilota junior aveva convinto la MOB e le YT Industries con il suo impegno, passione e perseveranza.

Oisin O'Callaghan



Quest’anno avrebbe dovuto essere la sua prima stagione di Coppa del Mondo Junior con lo sguardo verso un futuro luminoso nelle gare di Dh.
Non sapevamo che il ragazzo irlandese di 17 anni avrebbe vissuto un vero giro sulle montagne russe prima di concludere la sua prima gara UCI indossando la maglia arcobaleno.

Con il video “One Dream” facciamo un passo indietro e conosciamo un po’ meglio Oisin (pronunciato Ush-een).
Premete play, poi leggete l’intervista sotto:

– Oisin, prima di tutto, le congratulazioni sono d’obbligo! Come sono state le ultime settimane per te?
– Sono state il periodo più “pazzo” della mia vita. Sono andato alla mia prima gara di livello mondiale solo per capire dove sarei potuto arrivare, ma ho finoto per vincerla e diventare Campione del Mondo Junior. Dopodiché sono andato in Slovenia per i round 1 e 2 della Coppa del Mondo ed ho vinto entrambi i round! È stato pazzesco, ma in senso positivo. È quello che sogno sin da quando ero ragazzino e aver fatto quello che ho sognato per anni è indescrivibile.

Oisin O'Callaghan

– In “One Dream” dici che uno dei tuoi sogni da bambino era diventare campione del mondo. Hai raggiunto questo obiettivo nella tua primissima gara UCI della stagione. Quali erano i tuoi pensieri mentre scendevi in pista?
– Nella mia testa, mi sarebbe piaciuta una top 5. Sarebbe stato bello. Sarei stato molto contento, essendo alla mia prima gara di livello mondiale. Volevo capire dove sarei arrivato con gli junior di secondo anno, in modo da poter lavorare per le gare successive.

Oisin O'Callaghan

– Sapevi all’epoca di essere il primo ciclista irlandese di mountain bike ad indossare la maglia arcobaleno? Come è stata la reazione a casa tua, in Irlanda?
– Non potevo credere di aver fatto quello che avevo fatto. Quindi, in quel momento non ne avevo idea, ma dopo mi è stato detto che avevo fatto la storia. Le persone a casa sono impazzite e ho ricevuto così tanti messaggi che il mio telefono si spegneva e si bloccava. Sono entusiasta di tornare a casa per vedere tutti.

Oisin O'Callaghan

– L’anno scorso hai preso parte all’YT MOB World Tour. Guardando indietro a dove eri allora e dove sei ora, dove pensi di essere migliorato di più, in quali aspetti sei cresciuto da quando sei entrato a far parte del MOB?
– Da quando sono entrato a far parte di YT MOB ho lavorato molto sulla posizione del mio corpo per poter attaccare di più. Questo è qualcosa che ho praticato molto durante l’inverno, migliorando di settimana in settimana. Penso di andare molto meglio ora, ma si può migliorare ancora.

– Quest’anno è stato un vero giro sulle montagne russe con gare cancellate e il tuo primo anno di gare di Coppa del Mondo Junior è stato costantemente rinviato. Come ti sei preparato? E cosa ti ha aiutato a concentrarti?
– Mi ero preparato mentalmente per la sospensione delle gare a causa di COVID, quindi non è stato un grande shock per me. Quest’estate ho passato tutto il mio tempo in Europa, principalmente a Morzine come ogni estate, per mettermi al passo. Non ho mai perso la concentrazione.

Oisin O'Callaghan

– In “One Dream” vediamo te e i tuoi amici su un sentiero costruito durante il Lockdown. Qual è il ruolo che gioca il trail building nella tua vita e nella tua casa in Irlanda?
– Non mi occupo molto di trail building da solo, ma mi piace dare una mano quando gli altri stanno costruendo. Durante il primo blocco è stata la prima volta che sono uscito per costruire una pista su cui allenarmi, perché prima non avevo nessun posto dove guidare. Sicuramente farò un po’ di più durante questo inverno, perché penso che sia super divertente e rilassante cercare di creare un sentiero che scorra davvero bene. La soddisfazione che ottieni quando guidi qualcosa che hai costruito da solo è fantastica.

– Sei molto coinvolto in un centro di trail locale. Puoi dirci di più sullo sviluppo e quale ruolo ha avuto il trail center nella tua crescita come ciclista?
– Fin da quando ero super giovane vado lassù con i miei amici e mi diverto a percorrere i sentieri. Nel mio trail center locale è dove probabilmente ho imparato quasi tutte le abilità che ho.

Oisin O'Callaghan

– Qual è il tuo posto preferito per pedalare altrove nel mondo? Quale traccia è stata/è la preferita finora?
– Il mio posto preferito per pedalare nel mondo dovrebbe essere Morzine, a causa della varietà di sentieri. La mia pista preferita è quella di Lousã, ma mi piace molto anche la sezione inferiore e fresca di Leogang.

– Quali sono i tuoi obiettivi ora che indossi la maglia iridata? Cosa motiverà il campione del mondo in carica?
– Voglio vincere la generale di Coppa del Mondo. Ovviamente ho perso un’opportunità a Lousã, quindi l’anno prossimo correrò per il titolo. Ma anche difendere il titolo di Campione del Mondo Junior sarebbe bello.

Oisin O'Callaghan

Per seguire da vicino Oisin O’Callaghan visitate il suo profilo Instagram o la sua pagina Facebook.

Per altre informazioni Yt-Industries.com

Per saperne di più sulla bici da YT Tues usata dal Team YT MOB cliccate qui:

Nuova YT Tues 29: velocità, controllo e un Dna racing

 

Redazione MtbCult

Ecco tutti gli articoli realizzati dallo staff di MtbCult. Resoconti, video, comunicati ufficiali e tutto ciò che può attirare la vostra attenzione. La redazione di MtbCult.it