•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La Ibis Mojo Hd3 sarà una delle primissime bici da all mountain-enduro (con 150 mm di escursione al posteriore) ad adottare lo standard di ruota 650b Plus.
La notizia è molto interessante perché questa novità riguarda anche gli attuali possessori di Ibis Mojo Hd3 che potranno montare ruote 650b Plus (con gomme fino a 2,8” di sezione) sostituendo soltanto il carro, mentre il resto del telaio (ammortizzatore compreso) non cambia.

ibis mojo hd3 boost
Il carro ha una larghezza maggiore per ospitare battistrada fino a 2,8″ di sezione.

Il kit di conversione è composto dallo swing arm (cioè il carro) che avrà una battuta di 148×12 mm, un asse passante specifico, leveraggio inferiore e viteria specifica e un attacco deragliatore specifico.

ibis mojo hd3 boost

Il kit sarà disponibile negli Stati Uniti a partire dal mese di aprile.
Ibis fa anche sapere che sarà possibile modificare la battuta dei mozzi delle loro ruote 741 tramite un adattatore (chiamato Linderette’s adapter).
Il team ufficiale Ibis, infine, affronterà tutte le tappe dell’Enduro World Series con ruote 650b Plus.
E’ possibile ordinare il kit swingarm direttamente sul sito Ibis Cycles.

ibis mojo hd3 boost

Questo apre uno scenario davvero interessante per gli utenti enduro: le ruote 650b Plus sono destinate a diventare un nuovo standard anche per questa disciplina.
Cautamente, per ora, possiamo dire che solo in alcune gare potranno dare dei benefici, ma non è escluso che questa condizione evolva in un breve futuro.
Di sicuro la potenzialità del 650b Plus va oltre l’ambito escursionistico, soprattutto dal momento in cui Maxxis e Schwalbe hanno iniziato a spingere sulla sezione da 2,8” (anziché 3,0”) per avere un equilibrio migliore fra grip e scorrevolezza.
E speriamo anche resistenza alle forature.

ibis mojo hd3 boost

Non è escluso che compaiano anche gomme da 2,7”, ma di sicuro in California molti stanno pensando a questa opzione.
La similitudine di diametro fra ruote 29” e ruote 27,5” Plus è un argomento tecnico che potrebbe caratterizzare moltissime delle future Mtb, dalle trail bike a salire.
Fino all’enduro, come ha dimostrato per ora Ibis.

Per informazioni IbisCycles.com

Simone Lanciotti

Salve, mi chiamo Simone Lanciotti... e sono un appassionato di mountain bike come voi. Mi piace talmente tanto raccontare la mia passione per la Mtb che circa 20 anni fa ne ho fatto una professione. MtbCult.it è la stata la prima rivista che ho creato; poi eBikeCult.it e infine BiciDaStrada.it. La bicicletta in generale è stata ed è ancora per me una scuola di vita. Quindi, il viaggio continua e grazie per il contributo che date al nostro lavoro. Di seguito potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Simone Lanciotti