scritto da Redazione MtbCult in Tecnica il 30 Giu 2017

VIDEO – Bmc Speedfox: integrazione “furba” con il Trailsync

VIDEO – Bmc Speedfox: integrazione “furba” con il Trailsync
        
Stampa Pagina

Bmc Speedfox, ossia la nuova definizione di trail bike secondo la casa svizzera.
Le novità sono tante e a cambiare non è solo la geometria, ma anche il modo in cui Bmc intende questa categoria di bici.
Cominciamo da un dettaglio cruciale: il diametro delle ruote varia a seconda della taglia.
E lo stesso vale per il travel della sospensione posteriore.
Quindi, per la Bmc Speedfox abbiamo 4 taglie disponibili che prevedono ruote da 29” e 120 mm di escursione per le taglie M, L e XL e ruote da 27,5” e 130 mm di escursione per le taglie S e M.

Bmc Speedfox

La più grande novità, però, è il sistema Trailsync che connette il reggisella telescopico all’idraulica della sospensione posteriore in modo che tutte le regolazioni necessarie avvengano con un solo movimento, cioè tramite una singola leva sul manubrio.

bmc speedfox

bmc speedfox

La sospensione della Bmc Speedfox è frenata in compressione quando il reggisella è in posizione estesa, migliorando l’efficenza in pedalata.
Insieme a Stefano Gennaioli di Bmc vi spieghiamo il funzionamento in questo video:

Quindi, quando siamo in cima ad una salita e/o ci troviamo di fronte a un tratto in discesa basta azionare la leva e contemporaneamente si abbassa la sella e l’idraulica dell’ammortizzatore si apre, per il massimo della confidenza in discesa.

Bmc Speedfox

Bmc Speedfox

Il reggisella è inserito nel telaio il cui tubo piantone è dotato di boccole e guide specifiche per il reggisella. Il meccanismo è facile da manutenere grazie alle aperture di dimensioni adeguate e ben posizionate sul telaio.

Bmc Speedfox

Il reggisella viene inserito nel telaio e fissato attraverso delle viti.

Bmc Speedfox

Il meccanismo che seleziona le 3 posizioni possibili del reggisella viene fissato dentro al telaio. Si tratta di un particolare in ottone ricavato dal pieno.

Bmc Speedfox

Ecco come si innesta il perno in acciaio sulla guida del tubo reggisella per regolare l’estensione del reggisella stesso.

La corsa del reggisella telescopico varia a seconda della taglia della bici: per la S con ruota da 27,5” siamo a 80 mm; per la M con ruote da 27,5” o da 29” siamo a 100 mm; e infine per le L ed XL con ruota da 29” a 120 mm.

 

Per regolare in modo ottimale l’altezza della sella Bmc propone un manuale che spiega come tagliare il tubo sella. Sul reggisella c’è una scala graduata che offre tutte le indicazioni necessarie per effettuare al meglio il taglio.

Bmc Speedfox

Per tagliare il tubo bisogna allentare l’expander che sostiene la valvola, spingere più in fondo la valvola, tagliare il tubo e riposizionare la valvola.

Ad ogni modo si ha la possibilità di variare l’altezza di circa 3 cm attraverso la testa del reggisella di cui è dotato il telescopico della Bmc Speedfox (foto in basso).

Bmc Speedfox

La testa del reggisella permette di variare di 3 cm l’altezza. C’è anche l’opzione più lunga, 6 cm (a sinistra), che offre più margine di regolazione.

I componenti del Trailsync funzionano tramite un cavo meccanico con passaggio interno, proprio come avviene per il passaggio dei cavi del freno e del cambio, rendendo l’estetica della Bmc Speedfox molto pulita.

Bmc Speedfox

Bmc Speedfox

Gli unici cavi che escono fuori dal telaio sono nella zona sterzo e all’uscita vicino la pinza del freno e del deragliatore posteriore.

Bmc Speedfox

Sulla parte laterale del tubo piantone si nota la cover di colore nero che permette di istallare e fare la manutenzione necessaria al sistema TrailSync.

L’integrazione è il secondo punto forte di questa trailbike.
Tutto è stato pensato per rendere la linea più pulita possibile senza rinunciare a niente, anzi, possiamo vedere nella foto sotto come le protezioni siano ben integrate e il link inferiore della sospensione Aps sia dotato anche di un piccolo ma efficace parafango.

Bmc Speedfox

La linea è molto pulita, i cavi del freno e cambio passano all’interno del link inferiore della sospensione. Da notare anche la piccola protezione contro il fango sul leveraggio inferiore (foto in basso).

bmc speedfox

Bmc Speedfox

Protezioni integrate per il tubo obliquo e sul batticatena.

Il sistema di sospensione Aps e la geometria (più in basso lo schema) sono state affinate per migliorare l’efficienza della pedalata e il comfort, con una specifica taratura della sospensione per ogni modello della gamma Speedfox.

Bmc Speedfox

La sospensione Aps della Bmc Speedfox ha un leveraggio inferiore più compatto e meglio celato alla vista, in modo da migliorare l’impatto estetico complessivo della bici.

Bmc Speedfox

Le geometrie della Bmc Speedfox di nuova generazione

La gamma Bmc SpeedFox offre diverse versioni, ma quelle dotate del sistema Trailsync sono la Bmc Speedfox 01 con telaio realizzato interamente in fibra di carbonio Premium al costo di 6999€ e la Bmc Speedfox 02 con il triangolo anteriore in carbonio e carro in alluminio Al-13 al prezzo di 5999€:

Bmc Speedfox

Bmc Speedfox 01: 6999€

Bmc Speedfox

Bmc Speedfox 02: 5999€

Bmc Speedfox

Bmc Speedfox 02: 5999€

Bmc Speedfox

Bmc Speedfox 02: 5999€

Bmc Speedfox

Il Bmc Speedfox Frame Kit viene fornito di reggisella Trailsync incluso a 3999€

Vi invitiamo a leggere lo Short Test per capire meglio come si comportano sui sentieri la Bmc Speedfox e il sistema Trailsync.

Per informazioni bmc-switzerland.com

        
Torna in alto