• 127
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

ALBSTADT – Domani si svolgerà la seconda prova di Coppa del mondo Xc ed eccoci qui a mostrarvi delle curiosità tecniche da Albstadt.

Iniziamo proprio da lui: Nino Schurter!
Cosa sarà successo al campione del mondo ieri nello short track?
Per chi non lo sapesse, Nino ha avuto un guasto meccanico che non gli ha permesso di terminare la gara, valida come qualificazione per l’Xc di domenica.
C’è chi parla di problema al cambio elettronico (in stato prototipale), c’è chi invece ha tirato fuori altre ipotesi. Proviamo a scoprire l’arcano…
Yanick, il meccanico dello svizzero, proprio ieri sul suo profilo Instagram ha fatto una storia nella quale mostrava la corona anteriore di Nino per lo short track, lasciando intuire che quella corona potesse essere da 39 o da 41 denti.

curiosità tecniche da Albstadt
Lo screenshot della storia di Yanick, meccanico di Schurter. Sarà stato uno scherzo?

In realtà, la corona Sram Eagle è X-Sync, quindi studiata per essere utilizzata con dentature pari, oppure con un guidacatena molto solido (altrimenti non rimane bene in sede).
Ci sembrava assurdo, quindi, che il meccanico del campione del mondo facesse un errore così grossolano, quindi siamo andati a chiedere spiegazioni proprio a Thomas Frischknecht, il team manager di Schurter.

Thomas Frischknecht, curiosità tecniche da Albstadt
Questa mattina la domanda più frequente per Thomas Frischknecht è stata: cosa è successo a Nino ieri?

«Nino ha usato un 40 – spiega l’elvetico – ieri abbiamo avuto un problema al cambio elettronico wi-fi che stiamo utilizzando da 5 mesi e fino ad ora non ci aveva mai dato problemi. E’ da escludere una questione di batteria, perché le abbiamo sostituite e controllate spesso, ad ora nemmeno i tecnici Sram sanno spiegarsi il motivo del guasto, ma stiamo indagando».

curiosità tecniche da Albstadt
Corona da 38 denti e cambio elettronico wi-fi: sarà questa la configurazione da gara di Schurter? O per andare sul sicuro rimonterà quello a cavo?

In effetti, dopo pochi minuti abbiamo visto proprio Yanick sotto al gazebo Sram: chissà di cosa stava discutendo con i tecnici del brand statunitense…

curiosità tecniche da Albstadt
Yanick (a sinistra) parla con i tecnici Sram

Ah, per la cronaca, Nino domani partirà al 17° posto (3ª fila) e correrà con la hardtail Scott Scale, la stessa usata nello short track (da regolamento c’è la punzonatura), con corona da 38 denti e reggisella telescopico con un collarino che limita l’escursione.

curiosità tecniche da Albstadt
La Scott Scale di Nino
curiosità tecniche da Albstadt
Reggisella telescopico RockShox Reverb con collarino per limitare la corsa

Per quanto riguarda le gomme, deciderà in base alle condizioni meteo, che a quanto pare non saranno delle migliori. Il Team Sram-Scott, comunque, sta utilizzando dallo scorso anno un prototipo Maxxis da asciutto che a primo impatto sembra molto interessante…

curiosità tecniche da Albstadt
Maxxis prototipo da asciutto
curiosità tecniche da Albstadt
Non si parla di tecnica, ma è comunque una curiosità… Questo piccolo fan di Schurter ha appena ricevuto una catena usata dal campione del mondo: era incontenibile!

Bene, ora arriviamo agli altri top rider per svelarvi altre curiosità tecniche da Albstadt.
In casa Specialized le scelte sono contrastanti, a quanto pare, sia Jaroslav Kulhavy che Annika Langavad hanno scelto di usare la full Specialized Epic S-Works, su un percorso “old style” che in realtà sembra fatto apposta per la front.

curiosità tecniche da Albstadt
Annika Langvad sceglie di fare i rulli sulla sua bici da gara, la Specialized Epic full suspension
curiosità tecniche da Albstadt
Stessa scelta di bici per Jaro, che però prima è uscito su strada, poi ha fatto qualche giro sul percorso per testare il terreno. Okay, la posizione in sella è molto discutibile…

Sam Gaze, Simon Andreassen e Kate Courtney hanno scelto invece la Epic Ht.

curiosità tecniche da Albstadt
La hardtail di Sam Gaze ricorda un po’ il “celeste” made in Italy…

Gli atleti Specialized, in questa occasione utilizzeranno anche i nuovi copertoni Specialized S-Works, presentati proprio oggi.

curiosità tecniche da Albstadt
Kulhavy ha usato le nuove gomme Specialized Renegade S-Works sia davanti che dietro. Staremo a vedere se pioverà quale sarà la sua scelta…

Curiosità tecniche anche in casa Cannondale, infatti Manuel Fumic, Enrique Avancini e Maxime Marotte utilizzeranno ovviamente la nuova Cannondale F-Si con forcella Lefty Ocho.

curiosità tecniche da Albstadt
La Cannondale F-Si di Manuel Fumic con grafica dedicata
curiosità tecniche da Albstadt
Maxime Marotte edition…
curiosità tecniche da Albstadt
E infine quella del brasiliano Enrique Avancini

Uno dei temi “caldi” di questo week-end riguarda senz’altro le gomme, infatti il fango di Albstadt è allucinante, appiccicoso e difficile da lavare, soprattutto dalle coperture.

curiosità tecniche da Albstadt
La Trek di Evie Richards sotto le mani del meccanico
curiosità tecniche da Albstadt
La pulizia delle gomme richiede molto tempo
curiosità tecniche da Albstadt
Fango o colla?

I meccanici si danno da fare e gli atleti provano diversi setup sulle gomme.
Gunn Rita Dahle, così come Nino Schurter è una tra le poche a poter utilizzare delle gomme Maxxis con carcassa One70, ossia con 170 Tpi, una versione che Maxxis produce solo per alcuni atleti.

curiosità tecniche da Albstadt
Le Maxxis Aspen One70 da 2,25″ di Gunn Rita Dahle

Se sarà asciutto, probabilmente utilizzerà le Aspen con questa struttura particolare, altrimenti andrà su una gomma più scolpita.

curiosità tecniche da Albstadt
La norvegese utilizzerà la hardtail Merida Big Nine con il reggisella telescopico

Cambio gomme anche per i nostri, Luca Braidot ha scelto le Vittoria Barzo su entrambe le ruote.

curiosità tecniche da Albstadt
Luca Braidot controlla con le proprie mani la pressione delle gomme

Il lettone della Cst American Eagle, Martins Blums, ha voluto provare come si comportavano le Maxxis Aspen: mentre tutti aggiungono tasselli, lui li toglie!

curiosità tecniche da Albstadt
Scelta audace per Martins Blums…

Altre curiosità tecniche da Albstadt riguardano anche i reggisella: il tracciato non è tra i più tecnici del circus iridato, ma alcune discese sono veramente ripide e col fango la situazione potrebbe peggiorare.
Ecco perché, in molti utilizzeranno il reggisella telescopico…

curiosità tecniche da Albstadt
Sergio Mantecon del Team Trek Factory Racing monta un reggisella telescopico RockShox Reverb

Karl Markt utilizzerà invece il reggisella normale, ma guardate come è montato…

curiosità tecniche da Albstadt
Arretramento “da cronoman” per Karl Markt

Anche Jolanda Neff utilizzerà la hardtail, ma sotto al gazebo Kross è spuntato lo stesso un prototipo full suspension che probabilmente l’iridata sfrutterà la prossima settimana a Nove Mesto.

curiosità tecniche da Albstadt

Il Team Kross, ma anche il Team Cst American Eagle utilizzano delle forcelle Dt Swiss con battuta da 100 mm.
Voci di corridoio, però, dicono che presto arriverà un nuovo modello Boost…

curiosità tecniche da Albstadt
La American Eagle utilizzata da Yana Belomoina e da tutto il suo team

Il campione europeo Florian Vogel ha scelto dei freni leggerissimi made in Germany…

curiosità tecniche da Albstadt
I freni Trickstuff Piccola pesano solo 158 grammi a impanto (senza disco)

…e il misuratore di potenza è il nuovo Fsa Powerbox abbinato a una pedivella in fibra di carbonio! Lo stiamo per testare, stay tuned…

curiosità tecniche da Albstadt
Guarnitura con misuratore di potenza Fsa Powerbox per Florian Vogel

Tocco tricolore sulle manopole della Orbea Oiz di Eva Lechner.

curiosità tecniche da Albstadt

E un po’ di Italia si vede anche sotto lo stand del team spagnolo Brujula Bike Racing Team 2018, che utilizza delle bici Protek.

curiosità tecniche da Albstadt
La Protek 29FSTeam del team Brujula Bike Racing

Le gomme, invece, sono spagnole e nuovissime: il marchio è Msc, il modello si chiama Tractor.

curiosità tecniche da Albstadt
Le gomme Msc Tractor sono in commercio da poche settimane ed hanno un fianco skinwall

Restando in tema gomme, sotto al gazebo del Team Kmc-Ekoi-Suntour erano esposte le nuove Michelin “proto” in colorazione verde in pieno stile fine anni ’90: gli amanti del vintage potrebbero impazzire!

curiosità tecniche da Albstadt
Le Michelin verdi ricordano la World Cup di fine anni ’90 e inizio 2000. D’altronde il vintage va di moda…

Queste gomme le sta provando anche Julien Absalon che, nonostante abbia dato l’addio al mondo delle corse, è comunque ad Albstadt in veste di team manager della sua squadra e della sua compagna, Pauline Ferrand Prevot…

curiosità tecniche da Albstadt
Julien Absalon e Pauline Ferrand Prevot

Per ora dai paddock della Coppa del mondo è tutto, ma se scopriremo altre curiosità tecniche da Albstadt vi aggiorneremo.

Domani fuoco alle polveri: per seguire le gare degli elite collegatevi su Red Bull Tv.
Le dirette inizieranno alle ore 11 con la gara delle donne, a seguire quella degli uomini (diretta delle 14,15 ma la partenza sarà alle 14,35).



Daniele Concordia

Ciao, mi chiamo Daniele Concordia e sono nato nel fuoristrada! La Mtb e il motocross sono le mie passioni più grandi, amo l'adrenalina, la fatica e le sensazioni che regala lo sterrato in tutte le sue forme. Ho corso tanti anni in mountain bike, tra Xc e Granfondo nelle categorie agonistiche, ma prima di tutto sono un amante del mezzo e della tecnica in generale. Dal 2012, dopo aver ottenuto la Laurea in Scienze Motorie allo IUSM di Roma, ho avuto la fortuna di fare della mia passione il mio lavoro, non solo come biker, ma anche come intermediario tra aziende, atleti e lettori. Seguitemi su Mtb Cult, qui sotto potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Daniele Concordia