scritto da Simone Lanciotti in Tecnica il 15 Apr 2014

SEA OTTER – Borealis Echo, due curve e te ne innamori

SEA OTTER – Borealis Echo, due curve e te ne innamori
        
Stampa Pagina

MONTEREY – «La vuoi provare? Aspetta che metto su i pedali…». Adam Miller di Borealis mi ha garantito che gliel’avrei riportata con il sorriso sulle labbra.
«Succede a tutti quelli che provano una fatbike…» aggiunge.
Non credo che si tratti di una “frase di marketing”, ma di qualcosa di vero e che sta succedendo a livello mondiale.
Le fatbike coinvolgono sempre più persone e l’Italia è un Paese nel quale questa Mtb sta esplodendo in maniera molto forte.
La nuova Echo è una fatbike molto particolare nel senso che… è una Mtb a tutti gli effetti, almeno in termini di guida. Pesa intorno ai 12 Kg, ma se mi metto a guardare con attenzione noto tanti dettagli succulenti.
Salgo a bordo, due pedalate e sento che la bici parte a razzo. Una curva, poi un’altra e… è proprio una Mtb.
La ruota gigante davanti (l’unica che riesco a vedere stando in sella) è impressionante e la sensazione che dà è quella di poter passare sopra a tutto.
E’ in questo istante che inizio a sognare di essere a Moab, come in questo video:

Ma la Sea Otter Classic mi riporta con i piedi per terra, anzi, con le mani aggrappate al manubrio di questa Echo.
E’ bastato un piccolo giro per capirne le potenzialità.
La forcella Rock Shox Bluto è davvero intrigante e Borealis ha contribuito a svilupparla dato che la sede di Rock Shox è distante poche miglia.
Entrambe sono a Colorado Springs ed entrambe conoscono bene il seguito che le fatbike stanno avendo nel mondo.
Torno da Adam.
Mi guarda.
Sorrido.
«Te l’avevo detto…».

I numeri della Borealis Echo
Mettiamo da parte le emozioni e passiamo ai numeri, quelli che rendono a tutti gli effetti la Echo una fatbike innovativa, ossia più vicina, per stile, a una trailbike.
Il telaio è in fibra di carbonio e pesa 1370 gr. E’ proposto in 4 taglie (dalla S alla XL) e prevede un angolo di sterzo di 67 gradi e un carro di 46 cm.

_DSC6990

Ha il passaggio interno per i cavi (compreso quello per il reggisella telescopico), scatola movimento centrale Bsa da 100 mm di larghezza, asse passante posteriore da 197×12 con quick release Rock Shox Maxle (una novità della Sea Otter Classic), compatibile con gomme fino a 4,8” di larghezza e tre attacchi per portaborraccia.

Il cerchio Borealis Carbondale ha una larghezza interna di 85 mm ed ha 32 fori.

Il cerchio Borealis Carbondale ha una larghezza interna di 85 mm ed ha 32 fori.

La versione nelle foto è montata come una dreambike, con tanto di Sram XX1, guarnitura Race Face Next Sl, cerchi in carbonio Borealis Carbondale con canale da 85 mm (con un peso di 615 gr per cerchio), reggisella Rock Shox Reverb Stealth, gomme Surly Lou 26×4,8” e manubrio Race Face Next 35.

Il movimento centrale e una parte del tubo obliquo prevedono un rivestimento protettivo.

Il movimento centrale e una parte del tubo obliquo prevedono un rivestimento protettivo.

E la forcella, ovviamente, è la Rock Shox Bluto.
Il prezzo? 5999$, ma per il prezzo in euro occorre chiedere a Dsb.

Per informazioni Borealisbike.com

        
Torna in alto