• 265
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Zeb con steli da 38 mm: ecco la proposta di RockShox per rispondere alle esigenze di un Enduro dai tracciati sempre più veloci e tecnici.
Dopo esser stata la regina per anni tra le monopiastra con la vecchia Totem, RockShox torna a proporre una forcella “maggiorata”.
Abbiamo avuto la fortuna di averla in anteprima, ora siamo pronti a dirvi come si comporta.
Prima di iniziare con i dettagli tecnici date uno sguardo al video, a dopo!

Già a colpo d’occhio di intuisce che questa forcella non presenta solo degli steli dalle dimensioni generose, ma è stata irrobustita anche nella sua struttura generale.
Partiremo proprio dall’esterno, con un analisi profonda per svelarvene le caratteristiche.

CARATTERISTICHE TECNICHE
– Struttura
Partiamo dalla testa della forcella, realizzata in alluminio con lavorazione a macchina per eliminarne qualsiasi imperfezione e quindi ridurre peso.
Gli steli, che visivamente sono il particolare più “impressionante”, possiamo dirvi che hanno un diametro di 38 mm.
Esternamente, come RockShox ci aveva già abituato, è presente una scala graduata per misurare il Sag iniziale, dettaglio davvero molto intelligente.

Passiamo ai foderi: anche qui è stato eseguito un lavoro di irrigidimento della struttura davvero notevole. Infatti, grazie a questa struttura cosi massiccia è stato possibile avere dei miglioramenti sulla rigidità davvero importanti.
Piuttosto che renderla rigida solo agli impatti frontali, la nuova Rock Shox Zeb è molto più rigida anche lateralmente e torsionalmente.

RockShox Zeb

Di seguito qualche dettaglio numerico in più:

Rigidità torsionale: + 21,5%
Rigidità laterale: + 7%
Rigidità fronte / retro: + 2%
* Dati di laboratorio sul confronto Lyrik/Zeb, con forcelle 29” e corsa di 180 mm

Altro dettaglio degno di nota è l’attacco della pinza del freno, perché ora si possono montare dischi da 200 mm senza bisogno di adattatori.
Continuiamo dicendo che dietro all’archetto sono presenti tre “forellini” filettati per l’istallazione di un parafango, fornito da RockShox al prezzo di 23,00€

– Idraulica
Nella RockShox ZEB troviamo una cartuccia Charger 2.1 RC2, ovvero la stessa montata sull’ultima Lyrik.
Il vero punto di forza è la semplicità di regolazione che quest’idraulica offre. Infatti troviamo alte e basse velocità di compressione, nello specifico 5 posizioni per le alte e 19 posizioni per le basse velocità.
Per quanto riguarda il rebound, invece, abbiamo un solo registro con 20 posizioni.

RockShox Zeb

Ogni singolo “click” a disposizione è davvero ben avvertibile.
Chiudiamo con la parte idraulica specificando che l’olio presente all’interno della cartuccia è denominato Maxima Plush e punta alla massima efficenza per quanto riguarda scorrevolezza e silenziosità d’utilizzo.

– Pneumatica
Passiamo al lato sinistro della RockShox ZEB.
Qui troviamo una camera pneumatica riprogettata, ora è possibile utilizzare delle pressioni inferiori, a tutto vantaggio della sensibilità della forcella stessa.
Sensibilità aumentata anche grazie alla creazione di una camera negativa dalle dimensioni maggiori, dando una sensazione di guida davvero “Plush”.
Disponibili come sempre i token per variare la progressività nell’affondamento della forcella, identici per forma e misura a quelli della Lyrik.

– Ulteriori dettagli
Internamente ai foderi troviamo ora delle boccole di scorrimento più alte rispetto a quelle della Lyrik, questo serve sempre ad aumentare la rigidità della forcella.
Inoltre, l’olio di lubrificazione presente nei foderi è aumentato di quantità arrivando a 20 ml per lato.
Per concludere, segnaliamo la presenza di parapolvere SKF, studiati per ridurre l’attrito con gli steli.

RockShox Zeb

VERSIONI DISPONIBILI E DETTAGLI
In test abbiamo ricevuto la RockShox ZEB Ultimate, ovvero la versione più pregiata.
Disponibile per formati ruota 27,5” e 29”.
Escursioni che vanno dai 160 mm ai 190 mm, con una versione dual position che parte da 150 mm ma solo con specifiche per e-Mtb.
Rake da 38 mm e 44 mm per il formato 27,5” e solo da 44 mm per ruote 29”.
Il peso rilevato per la versione Ultimate in test è di 2,280 kg con cannotto tagliato a 18 cm e perno ruota compreso.
Prezzo di 1089,00€, non male considerando quello della concorrenza di pari livello…
Oltre alla versione Ultimate ricevuta in test, la ZEB si presenta in altre varianti, di seguito trovate modelli e caratteristiche.

– ZEB SELECT+ ( non disponibile in aftermarket )
La ZEB Select+ presenta una struttura completamente nuova, progettata con l’idraulica Charger 2.1 RC, con tecnologia DebonAir, tenute SKF e il fluido Maxima Plush.

Specifiche
DIAMETRO RUOTA: 27.5″, 29″
CORSA: 160 mm, 170 mm, 180 mm, 190 mm
IDRAULICA: Charger 2.1 RC
OFFSET (RAKE): 38 mm (27.5″), 44 mm (27.5″, 29″)
STELI: 38 mm, alluminio
PESO: 2281 g (29” / 170 mm / Maxle Stealth / Uncut Steerer)

– ZEB SELECT
La ZEB Select+ presenta un’idraulica Charger RC, con tecnologia DebonAir, tenute SKF e il fluido Maxima Plush.

Specifiche
DIAMETRO RUOTA: 27.5″, 29””
CORSA: 160 mm, 170 mm, 180 mm, 190 mm
IDRAULICA: Charger RC
OFFSET (RAKE): 38 mm (27.5″), 44 mm (27.5″, 29″)
STELI: 38 mm, alluminio
PESO: 2270 g (29” / 170 mm / Maxle Stealth / Uncut Steerer)
PREZZO SUGGERITO: €869 Iva inclusa,
DISPONIBILITÀ: luglio 2020

RockShox Zeb

– ZEB
DEBONAIR AIR SPRING
La ZEB presenta un’idraulica Charger R, con tecnologia DebonAir, tenute SKF e il fluido Maxima Plush. Una generazione del tutto nuova di forcelle, progettata per sfidare i vostri limiti.

Specifiche
DIAMETRO RUOTA: 27.5″, 29″
CORSA: 15 0mm, 160 mm, 170 mm, 180 mm
IDRAULICA: Charger R
OFFSET (RAKE): 44 mm (27.5″, 29″)
STELI: 38 mm, alluminio
PESO: 2279 g (29” / 170 mm / Maxle Ultimate / Uncut Steerer)
PREZZO SUGGERITO: €759 Iva inclusa
DISPONIBILITÀ: luglio 2020

– ZEB DUAL POSITION AIR
La ZEB presenta un’idraulica Charger R, con tecnologia DebonAir, tenute SKF e il fluido Maxima Plush.

Specifiche
DIAMETRO RUOTA: 27.5″, 29″
CORSA: 150 mm / 180 mm: 30 mm Travel Adjustment
IDRAULICA: Charger R
OFFSET (RAKE): 44 mm (27.5″, 29″)
STELI: 38 mm, alluminio
PREZZO SUGGERITO:  €869 Iva inclusa
DISPONIBILITÀ: luglio 2020

RockShox Zeb

SENSAZIONI DI GUIDA
Siamo arrivati alla parte più interessante, o meglio quella che più determina il giudizio finale di una forcella.
Partiamo dalla salita, anche se non è il suo campo preferito di utilizzo.
Il peso in più rispetto ad una Lyrik sinceramente non si avverte molto in questo frangente.
Piuttosto, ho sentito la forcella più lenta e faticosa da manovrare nei tratti più tortuosi in salita, sensazione legata, secondo me, alla maggiore rigidità laterale.
Se avete voglia e bisogno di rilanciare sui pedali, sappiate che la RockShox ZEB non dispone del lockout.
Ma, se siete interessati a questa forcella apprezzerete molto di più sapere come va in discesa, quindi iniziamo!
L’idea iniziale che mi ero fatto si rivela subito esatta: questa forcella ha davvero pochi limiti!

Robusta, rigida e precisa, passare sopra ogni ostacolo diventa davvero facile.
La prima cosa che mi ha incuriosito è stato capire quanto questa forcella fosse davvero più rigida.
Anche se frontalmente i tecnici RockShox non hanno voluto irrigidirla troppo, comunque si avverte una “sostanza” differente da quella della Lyrik.
Infatti, nei tratti veloci e dritti la ZEB trasmette quella sicurezza necessaria che invoglia ad aumentare la velocità.

RockShox Zeb

Ma dove ho davvero avvertito tanta differenza è stato in curva, dove sembra di essere su dei binari.
Anche con un terreno secco come quello tipicamente estivo, non ho mai avvertito sostanziali perdite di aderenza dell’anteriore.
Questa precisione è anche merito di una scorrevolezza migliorata rispetto al passato.
Ora, infatti, si ha la sensazione di avere una forcella abbastanza sensibile e capace di filtrare ogni piccola asperità.
Sensibile, appunto, nella parte iniziale dell’affondamento, forse un pò troppo lineare nel fine corsa. Sulle discese ripide ho avvertito infatti qualche eccessivo affondamento…
Comunque, se avessi avuto un pò di tempo in più sarei sicuramente arrivato ad una taratura migliore agendo su compressione e pressione della camera pneumatica.

RockShox Zeb

CONCLUSIONI
La RockShox ZEB è una forcella perfetta per le esigenze dell’enduro moderno, dove tracciati e livello tecnico richiedono dei mezzi sempre più all’altezza.
Perfetta anche in campo e-Mtb, dove bici generalmente più pesanti possono ora beneficiare di una forcella più robusta senza ricorrere necessariamente ad una doppia piastra.
Inoltre ci tengo a dire che, contrariamente a quanto si può immaginare, questa RockShox ZEB è sfruttabile da tutti, perché infonde sicurezza sia al rider esperto che all’utente medio.

QUI tutti gli articoli sulle forcelle.

Per scoprire le altre novità Rock Shox 2021 cliccate qui.

Per altre informazioni Sram.com

Simone Lucchini

Pedalo in bici da quando ero giovanissimo. Bici da strada, Mtb, gravel e ora anche le e-Mtb. Per me le due ruote a pedali non hanno confini e mi esalta impegnarmi nella guida piuttosto che nella ricerca delle prestazioni atletiche. Per me la bici è una passione che è diventata da subito un lavoro, in officina e sulle pagine di MtbCult.it