scritto da Daniele Foresi in Componenti,Test il 08 Nov 2013

TEST – Specialized Butcher 26″: la downhill è vicina…

TEST – Specialized Butcher 26″: la downhill è vicina…
        
Stampa Pagina

Oltre alla gamma di biciclette la casa dalla “S” è famosa anche per i suoi componenti ed accessori, tra questi spiccano gli pneumatici.
Abbiamo effettuato un test di lunga durata sulle Specialized Butcher Control, le abbiamo messe sotto stress sia in uscite enduro che nei bike-park per oltre 4 mesi e ne siamo rimasti colpiti.
Le Butcher Control sono la versione all-mountain delle Butcher Dh e puntano a essere un compromesso tra robustezza e massimo grip, ideale per quei rider che hanno uno stile aggressivo in sella e sanno spingersi al limite in discesa.

Le Butcher Control sono le gomme da all-mountain più aggressive di casa Specialized

Le Butcher Control sono le gomme da all-mountain più aggressive di casa Specialized

Come è fatta?
Cominciamo dai dettagli tecnici: carcassa 60 tpi, robusta e resistente, cerchietto piegevole e 2Bliss ready (pronte per essere utilizzate su cerchi tubeless). La mescola da 50a di morbidezza offre un ottimo compromesso tra grip e durata della gomma, in alcune situazioni ci sarebbe piaciuta una morbidezza maggiore, ma dopo 4 mesi di utilizzo questi pneumatici sono ancora in ottimo stato. La misura è 26×2,3″, ideale per un utilizzo enduro/all-mountain, e il peso invece è di 730 gr, non male.

Nonostante un uso intenso per più di 4 mesi le gomme non si sono rovinate troppo

Nonostante un uso intenso per più di 4 mesi le gomme non si sono usurate eccessivamente.

Come vanno le Butcher?
La gomma presenta una scolpitura regolare, con i tasselli centrali che offrono scorrevolezza e quelli laterali più alti che garantiscono grip in curva. La spalla pur non essendo rigidissima è molto resistente e in curva riesce a sostenere la gomma abbastanza bene senza deformarsi troppo, qualche limite si sente solo nei tratti molto rocciosi e veloci ma in oltre 4 mesi non abbiamo mai forato, sintomo che questa gomma è molto ben costruita.
Abbiamo montato la Butcher sia all’anteriore che al posteriore e non ne siamo rimasti del tutto soddisfatti per un uso enduro.
All’anteriore la Butcher Control risulta essere una delle migliori gomme in commercio se abbiamo una guida aggressiva e prediligiamo la performance in discesa rispetto a quella in salita. La Butcher Control, dopotutto, deriva dal modello da Dh e si sente. Il grip che regala e la precisione che mantiene durante la guida ricordano molto la sorella più estrema. Sul pedalato, invece, si paga un po’ la dimensione dei tasselli, la gomma è abbastanza scorrevole ma sulle lunghe distanze abbiamo rimpianto gomme più “tranquille”.
Al posteriore, invece, non è una scelta troppo felice: la tassellatura risulta essere troppo aggressiva e una gomma come la Purgatory, per rimanere nel catalogo Specialized, è sicuramente una scelta migliore per pedalare. Il discorso cambia se le usiamo solo in discesa, in questo caso si sfruttano le caratteristiche di questa gomma al 100%, ma per un uso solamente gravity a quel punto è meglio optare per la versione Dh.

Quando montata sulla ruota anteriore
Voto sul pedalato: 8/10
Voto in discesa: 9/10

Quando montata sulla ruota posteriore
Voto sul pedalato: 6/10
Voto in discesa: 9/10

Le gomme si comportano bene su quasi tutti i tipi di terreno, anche umidi o poco fangosi. Queste gomme esaltano una guida aggressiva e si trovano nel loro habitat naturale su terreni compatti. Radici e rocce mettono in difficoltà questo pneumatico, una spalla rinforzata farebbe la differenza, ma non possiamo pretendere tutto da un modello comunque dedicato all’all-mountain.

La tassellatura aggressiva rende la Butcher Control un'ottima gomma per l'anteriore.

La tassellatura aggressiva rende la Butcher Control un’ottima gomma per l’anteriore.

In conclusione
Se siete alla ricerca di un copertone aggressivo da utilizzare sull’anteriore della vostra bici da all-mountain-enduro, le Butcher Control sono un’ottima scelta. La tassellatura ben studiata dona precisione di guida e grip in discesa pagando un po’ nella salita. Per un utilizzo all-mountain, a nostro avviso, questo pneumatico è un po’ eccessivo, i vantaggi in discesa diventano meno evidenti, le lunghe salite potrebbero mettere alla prova la vostra preparazione atletica.

Per informazioni www.specialized.com

Ps: la vocazione endureggiante di queste gomme è piuttosto evidente: sono montate di serie anche sulla gamma Specialized Enduro 29. Ecco qui il test della bici.

Sulla Specialized S-Works Enduro 29 le Butcher sono montate di serie. E al posteriore c'è la Purgatory, sempre da 2,3"

Sulla Specialized S-Works Enduro 29 le Butcher sono montate di serie. E al posteriore c’è la Purgatory, sempre da 2,3″

voto:  8 / 10

PRO:

Disegno molto aggressivo del battistrada, ideale per una guida discesistica, buona resistenza a forature e pizzicature, valido grip in curva (specialmente su terreni battuti), discreta leggerezza, molto valida come gomma anteriore.

CONTRO:

Scorrevolezza ridotta per via del disegno del battistrada e della mescola morbida, sconsigliata come gomma posteriore.

Scheda Tecnica

  • Misura:
    26x2,3"
  • Struttura:
    carcassa da 60 Tpi 2Bliss Ready, mescola da 50a
  • Pressione:
    35-65 Psi
  • Peso:
    730 gr
  • Prezzo:
    50€
        
Torna in alto