scritto da Simone Lanciotti in Componenti,Test il 27 Nov 2014

TEST – Thomson Elite Dropper: come va dopo un anno?

TEST – Thomson Elite Dropper: come va dopo un anno?
        
Stampa Pagina

Circa un anno fa abbiamo pubblicato il test del reggisella Thomson Elite Dropper al quale abbiamo dato il voto più alto fra i reggisella telescopici provati anche se aveva il cavo di comando con attacco in alto.
Non sono mancate le obiezioni e le critiche alla nostra valutazione perché secondo alcuni lettori il test non era stato condotto su un arco di tempo sufficientemente lungo (e paragonabile a quello degli altri reggisella da noi testati) per mettere in evidenza eventuali problematiche.
Però, tanto eravamo certi della nostra valutazione che chiedemmo all’importatore Dsb di lasciarcelo usare per un anno intero e valutare il suo comportamento per un arco di tempo più lungo.
Ed è quello che abbiamo fatto.

_DSC1281

Durante questa stagione, il reggisella Thomson Elite Dropper non ha mai smesso di funzionare in modo fluido e silenzioso e le uniche attenzioni che ha richiesto hanno riguardato la sua pulizia e la lubrificazione della boccola superiore.
Parliamo, però, di un intervento che interessa tutti i reggisella telescopici, ovvero normale manutenzione.
Per come è costruito, questo reggisella non richiede, anzi, non permette interventi di riparazione essendo costituito da una cartuccia sigillata che ne assicura la costanza di prestazioni nel tempo.
Il risultato, a nostro avviso, è davvero notevole e dopo averlo smontato e ispezionato (fin dove era possibile farlo) ci ha dato l’ulteriore conferma che la votazione datagli lo scorso anno può essere solo che confermata.
Le immagini che vedete di seguito si riferiscono all’intervento di smontaggio, pulizia e lubrificazione e possono essere di interesse generale per la manutenzione della gran parte dei reggisella telescopici.

La piastrina superiore presenta segni di scolorimento tipici dello sfregamento del calzoncini durante la pedalata.

La piastrina superiore presenta segni di scolorimento tipici dello sfregamento del calzoncini durante la pedalata.

Il morsetto del reggisella durante il nostro test non si è mai allentato e ha permesso di regolare la sella in maniera millimetrica.

Il morsetto del reggisella durante il nostro test non si è mai allentato e ha permesso di regolare la sella in maniera millimetrica.

La guaina utilizzata non è quella di serie e solo durante questo intervento abbiamo deciso di sostituirla, insieme al cavo meccanico.

La guaina utilizzata non è quella di serie e solo durante questo intervento abbiamo deciso di sostituirla, insieme al cavo meccanico.

L'O-ring in foto presenta segni di screpolatura e usura. E' esposta a detriti, sole e ai numerosi lavaggi. Deve essere sostituita.

L’O-ring in foto presenta segni di screpolatura e usura. E’ esposta a detriti, sole e ai numerosi lavaggi. Deve essere sostituita.

Il parapolvere non presenta segni di slabbramento ed è stato accuratamente pulito per le foto. Può continuare a fare il suo lavoro.

Il parapolvere non presenta segni di slabbramento ed è stato accuratamente pulito per le foto. Può continuare a fare il suo lavoro.

Il clamp del reggisella completamento smontato. Con l'occasione si può fare una bella pulizia e una lubrificazione delle parti a contatto.

Il clamp del reggisella completamento smontato. Con l’occasione si può fare una bella pulizia e una lubrificazione delle parti a contatto.

Tolto il clamp, sulla testa del reggisella compare il tappo in gomma che nasconde la camma di azionamento del sistema di abbassamento.

Tolto il clamp, sulla testa del reggisella compare il tappo in gomma che nasconde la camma di azionamento del sistema di abbassamento.

Ecco la camma, ancora con il grasso originale e perfettamente pulita.

Ecco la camma, ancora con il grasso originale e perfettamente pulita.

Svitiamo la boccola superiore e si accede all'O-ring mostrato prima. Lo scorrimento della boccola è ancora buono, ma occorre lubrificare. Thomson suggerisce un olio spray siliconico, tipo il Pedro's Bike Lust.

Svitiamo la boccola superiore e si accede all’O-ring mostrato prima. Lo scorrimento della boccola è ancora buono, ma occorre lubrificare. Thomson suggerisce un olio spray siliconico, tipo il Pedro’s Bike Lust.

manutenzione riparazione reggisella telescopico Thomson Elite Dropper

_DSC1297

Ne usiamo un altro di olio, non spray.

Ne usiamo un altro di olio siliconino, non spray.

Prima di richiudere lubrifichiamo la filettatura e  l'O-ring.

Prima di richiudere lubrifichiamo la filettatura e l’O-ring.

A questo punto è pronto per essere istallato di nuovo sulla bici.

A questo punto è pronto per essere istallato di nuovo sulla bici.

Le operazioni di manutenzione che abbiamo mostrato in questo articolo possono essere applicate a molti altri reggisella telescopici in commercio e permettono di allungare la vita di questo prezioso componente.
Nel caso dell’Elite Dropper occorre dire che la soluzione pensata da Thomson (cioè cartuccia sigillata e componenti interni di alta qualità), pur alzando il prezzo finale del prodotto (449€), assicura una costanza di prestazioni davvero esemplare.

_DSC1296

Nel video seguente uno dei tecnici di Thomson spiega proprio l’attenzione riposta nei dettagli e spiega perché ha fatto ricorso alla Norglide per molti particolari interni dell’Elite Dropper.

Va segnalato che all’inizio di quest’anno Thomson ha introdotto anche la versione con il passaggio interno del cavo (foto in basso), chiamata Elite Dropper Covert e venduta al prezzo di 469€.

Dropper-4

Per informazioni Dsb-bonandrini.com

        
Torna in alto