• 97
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Le ruote Miche K1 sono il modello top di gamma per il settore Xc e Marathon.
Questo wheelset è stato studiato dall’azienda veneta e testato sui campi gara di tutto il mondo (anche alla Cape Epic) dai team sponsorizzati, con l’obiettivo di offrire ai bikers il giusto compromesso tra prestazioni, peso, affidabilità e comfort.

Miche K1

Di questo (e di tanto altro) ce ne ha parlato in diretta anche Massimo Debertolis, manager ed atleta del Team Wilier Force 7C, una delle formazioni che ha contribuito di più allo sviluppo delle ruote Miche K1.
Se vi siete persi il video in questione, cliccate qui:

1 – DETTAGLI TECNICI
– Caratteristiche dei cerchi (e diametri disponibili): 10
I cerchi delle ruote Miche K1 sono made in Italy, in carbonio UD, con canale interno hookless di 27 mm. Sono disponibili solo con diametro di 29”.
Il design del cerchio è asimmetrico, mentre il profilo è di 26 mm.
Gli standard e tecnologie, quindi, sono tra i più richiesti nel mondo Xc e Marathon.

Miche K1

– Caratteristiche dei raggi: 8
I raggi sono 24 su entrambe le ruote, in alluminio a doppio spessore e con profilo tondo.
Le nipples sono in alluminio 7075-T6 mentre il tiraggio è di tipo Straight Pull (dritto).
Questo numero così ridotto dei raggi è pensato per due motivi: contenere il peso ed offrire una ruota rigida ma non troppo granitica, adatta anche alle lunghe distanze.
Questo, però, potrebbe far pensare a dei limiti nel caso dei riders più pesanti o per chi ha uno stile di guida molto aggressivo.

Miche K1

– Caratteristiche dei mozzi (e compatibilità varie): 8,5
I mozzi delle Miche K1 sono soltanto Boost (15×110 mm anteriore e 12×148 mm posteriore).
Le dimensioni sono molto generose, il corpo è in carbonio 3K e le flange sono in alluminio.
Come detto in precedenza, l’innesto dei raggi è di tipo Straight Pull, questo presuppone un tiraggio più elevato in fase di assemblaggio.

Miche K1

I cuscinetti sono SKF sigillati e ad alta scorrevolezza, mentre la ruota libera è in alluminio e titanio.
A proposito di corpetto, questo è disponibile per tutti gli standard in commercio: Sram XD, Shimano Microspline (12v), Shimano 10-11v e Sram 10v.
L’operazione di sostituzione è molto semplice e si può eseguire anche a casa senza l’utilizzo di attrezzi particolari (basta una chiave inglese ed una brugola).

Miche K1
Il corpetto Microspline sostitutivo

Il fissaggio dei dischi è solo di tipo Center Lock, questo obbliga all’utilizzo di dischi specifici oppure degli adattatori per dischi a 6 fori forniti insieme alle ruote.

Miche K1
Avendo a disposizione solo dei dischi Formula a 6 fori, abbiamo utilizzato gli adattatori Center Lock forniti da Miche

– Peso: 9,5
Il peso dichiarato delle ruote Miche K1 è di 1330 grammi, senza nastro e senza valvole.
Il peso reale con nastro e valvole è di 1400 grammi precisi.
Parliamo di valori molto interessanti, trattandosi di ruote di serie, con cerchi da 27 mm e mozzo pensato per la massima affidabilità.
C’è da dire, però, che chi utilizza dei dischi a 6 fori dovrà aggiungere al peso delle ruote quello degli adattatori Center Lock, che non sono proprio leggerissimi…
Per non aumentare troppo il peso, ma anche per avere un sistema più semplice ed affidabile, vi consigliamo di usare dei dischi Center Lock specifici.

Il peso delle ruote con nastro tubeless e valvole

– Prezzo: 8
Le ruote Miche K1 costano di listino 1631€ Iva esclusa, aggiungendo l’Iva del 22% si arriva a 1989€.
Nel kit sono inclusi gli adattatori per i dischi e le sacche porta ruote.
E’ possibile acquistare anche le singole ruote ai prezzi di 711€ (anteriore) e 920€ (posteriore) Iva esclusa.
Il prezzo non è dei più economici, se paragonato a quello di alcuni prodotti concorrenti.
C’è da dire, però, che il mix di affidabilità e prestazioni di un wheelset come questo, testato nelle gare più impegnative al mondo, potrebbe giustificare tale cifra.
Inoltre, girando sul web si trovano anche a prezzi leggermente più bassi…

Miche K1

– Garanzia: 6
Innanzitutto vi diciamo che le ruote Miche K1 sono garantite per rider con pesi fino a 97 chili. Pertanto, se pesate di più evitate di utilizzarle e cambiate modello.
In generale, la garanzia Miche è di 2 anni dalla data di acquisto e prevede la sostituzione o la riparazione in caso di difetti o anomalie.

Voto finale (da 1 a 10): 8,3

2 – PRESTAZIONI
– Rigidità torsionale: 9
Le ruote Miche sono rigide, ma non rigidissime.
Il numero ridotto di raggi con incrocio in seconda non sono pensati per offrire la massima rigidità a tutti i costi, ma un compromesso tra reattività e comfort. Questo si avverte sin dalle prime pedalate.
Tuttavia, nei rilanci e in salita non ho mai avvertito la necessità di una ruota più rigida.

Miche K1

– Cambiamenti di traiettoria: 8,5
Il cerchio con canale largo, ma non troppo abbondante, permette alla gomma da 2.2”-2.25” (la più usata in ambico Xc/Marathon) di assumere la forma giusta, mantenendo un po’ di angolo vivo che aiuta ad avere grip nei cambi di direzione.
Rispetto a ruote con 28-32 raggi, però, queste Miche K1 soffrono di più i cambi di direzione improvvisi e in qualche caso hanno dimostrato un po’ di incertezza.
C’è da dire, però, che per avvertire queste sensazioni bisogna portarle al limite, cosa non troppo facile…

Miche K1
La seconda fase di test è stata svolta con una Trek Supercaliber (full), a stessa utilizzata anche per il test della forcella RockShox SID 2021. Le prime uscite, invece, le abbiamo svolte con la RDR Deus 2.0 (front).

– Precisione di guida: 8
Sempre per i motivi appena menzionati, le ruote Miche K1 in alcuni tratti (specie in quelli parecchio scassati e/o veloci) potrebbero perdere un po’ di precisione, ma per contro perdonano un po’ di più gli errori, rispetto ad alcune ruote più rigide.
Questo è un dettaglio importante per limitare i danni accidentali e le cadute.

– Efficienza della centratura: 10
Non ho avuto modo di usarle tantissimo (a causa del Coronavirus) ma il test è stato intenso e su tracciati per niente banali, anche da enduro.
Nonostante ciò, non ho mai avuto problemi di centratura o altri inconvenienti di sorta sulla tensione dei raggi.

– Comfort: 10
Se c’è un dettaglio che si avverte sin dalle prime discese, quello è il comfort che offrono le ruote Miche K1: posso dirlo con certezza dopo averle usate sia sulla hardtail, sia sulla full suspension.
Prima di montarle,non avrei mai creduto che un wheelset da gara in carbonio potesse filtrare così bene le vibrazioni ed allo stesso tempo resistere agli impatti senza scomporsi troppo, invece è proprio così.
In ottica Marathon, questo è sicuramente un punto a favore molto…

– Resistenza del cerchio agli impatti: 10
Come detto poco fa, ho utilizzato le ruote in questione anche su tracciati di enduro come quelli dell’Argentario, ad esempio e non si sono scomposte più di troppo.
Qualche atterraggio “molesto” c’è stato, ma cerchi e mozzi non hanno mostrato segni di cedimento o problemi strutturali.
Le mie sensazioni sotto questo punto di vista, quindi, sono più che positive.

Miche K1

– Facilità di montaggio tubeless: 7
Il montaggio dei copertoni tubeless sui cerchi Miche K1 non è proprio semplicissimo…
Il disegno del cerchio triangolare con superficie ruvida e il canale largo non aiutano, c’è bisogno di tanta pazienza e un po’ di metodo. Di solito, non uso utensili per questa operazione, ma in questo caso sono stati necessari due leva gomme e diversi minuti.
Una volta inserito il copertone in sede, il gonfiaggio (con compressore) è stato veloce e non c’è stato nemmeno bisogno di rimuovere il tappo della valvola.

Voto finale (da 1 a 10): 8,9

VOTO COMPLESSIVO (da 1 a 10): 8,6

In conclusione…
Le ruote Miche K1 rappresentano un’ottima alternativa per l’Xc ma soprattutto per le Marathon.
Il compromesso tra prestazioni, comfort e affidabilità è stato raggiunto pienamente, questo fa pensare subito alle lunghe distanze o comunque alle situazioni in cui c’è bisogno di una ruota da gara non troppo “granitica”.
Potrebbe essere un bell’upgrade da effettuare su una hardtail molto rigida per renderla meno “estrema”, oppure su una full se si ha intenzione di diminuire il peso senza rinunciare all’affidabilità.

Qui tutti gli articoli e i test sulle ruote.

Per informazioni Miche.it

Daniele Concordia

Ciao, mi chiamo Daniele Concordia e sono nato nel fuoristrada! La Mtb e il motocross sono le mie passioni più grandi, amo l'adrenalina, la fatica e le sensazioni che regala lo sterrato in tutte le sue forme. Ho corso tanti anni in mountain bike, tra Xc e Granfondo nelle categorie agonistiche, ma prima di tutto sono un amante del mezzo e della tecnica in generale. Dal 2012, dopo aver ottenuto la Laurea in Scienze Motorie allo IUSM di Roma, ho avuto la fortuna di fare della mia passione il mio lavoro, non solo come biker, ma anche come intermediario tra aziende, atleti e lettori. Seguitemi su Mtb Cult, qui sotto potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Daniele Concordia