Rockrider Race 700 e Race 900, le nuove Mtb Xc di Decathlon

Redazione MtbCult
|

Le nuove Rockrider Race 700 e Race 900 sono state presentate qualche giorno fa alla Roc d'Azur e ve lo mostriamo di seguito in anteprima per l'Italia, grazie a un articolo pubblicato su VojoMag.com dai nostri colleghi belgi.
Che abbiamo tradotto e pubblicato di seguito.
SL

Dopo la serie limitata del 2019, Rockrider colpisce duro presentando una gamma tutta nuova incentrata sulle prestazioni, ossia modelli Rockrider Race.
Per il loro arrivo nei negozi Decathlon è bisognerà aspettare la prossima primavera, ma alla Roc d'Azur abbiamo avuto un primo assaggio dei nuovi telai hardtail e full di casa Rockrider.

Rockrider Race 700 e Race 900

La presentazione, come detto, è avvenuta alla Roc d'Azur e questo è di per sé un traguardo importante: segna infatti l'ingresso di Rockrider in una nuova fase per le sue Mtb da Xc.
Dopo aver presentato il programma 4 anni fa mentre si lavorava allo sviluppo di un'offerta completa, il marchio francese si sta ora concentrando sulla fascia alta con una nuova generazione di prodotti orientati alle prestazioni e alla competizione.
Si può addirittura parlare di bici di fascia alta anche se, come sempre con Rockrider, i prezzi restano particolarmente allettanti.
Ve li sveliamo più avanti nell'articolo.

Raggruppati sotto il nome Race, questi modelli si dividono in due sottocategorie:

  • - le Rockrider Race 700 sono rivolte a chi fa un uso ricreativo della Mtb, ma che non disdegna di andare oltre i propri limiti, che esce in bici una o due volte alla settimana, che magari fa una gara all'anno con gli amici, ma senza una ricerca estrema della performance;
  • - le Rockrider Race 900 sono interamente dedicate alla competizione, sono pensate per i biker che attaccano regolarmente il numero di gara alla bici e non vogliono alcun compromesso.

Insieme a queste novità, Rockrider svela anche una nuova identità visiva, dettata sia dal desiderio di Decathlon di armonizzare i caratteri utilizzati tra i suoi marchi, sia dal desiderio di mostrare un'immagine più dinamica, in linea con queste ambizioni di qualità.
Ciò si traduce in scelte cromatiche più discrete che mettono in risalto il lavoro delle forme su ogni telaio.
Vediamo ora nel dettaglio ogni modello.

Rockrider Race 700

Finora la famiglia Race 700 aveva un solo modello, la 740.
Pensato per "sostituire" l'XC500, la Rockrider Race 700 è la porta di accesso al mondo dei telai in carbonio.
In quanto tale, è pensato per essere semplice e soprattutto scalabile per supportare eventuali futuri progressi tecnico-atletici del suo proprietario.
Nonostante il nome possa generare qualche confusione (per via della precedente nomenclatura Rockrider) questo modello adotta ruote da 29″, come tutti i modelli della gamma Rockrider Race.

Rockrider Race 700 e Race 900
Rockrider Race 700 e Race 900

I cavi passano tutti internamente al tubo obliquo per ottenere linee pulite, pur mantenendo facilità di manutenzione. Sulla bilancia il telaio in carbonio ha un peso dichiarato di circa 1250 grammi (completo di verniciatura) in taglia S, mentre la bici si aggira sugli 11,4 kg.

Rockrider ha optato per una geometria piuttosto classica, in modo da avere una bici maneggevole e non troppo impegnativa.
Le caratteristiche principali prevedono un angolo di sterzo di 69°, un angolo del tubo verticale di 74°, i foderi orizzontali di 435 mm e il reach di 434 mm nella taglia M.
Notiamo anche che l'attacco manubrio è poco inclinato, in modo da favorire il piacere della guida in discesa e il comfort nelle lunghe uscite.

Rockrider Race 700 e Race 900
Rockrider Race 700 e Race 900

La bici è montata con una forcella RockShox Recon RL, una trasmissione Sram GX Eagle (cambio e comandi cambio) / NX Eagle (cassetta), freni Sram Level TL e ruote Sun Ringlé, Vittoria Barzo (anteriore) e Mezcal (posteriore).
Gli altri componenti, in alluminio, sono firmati Rockrider.

Rockrider Race 700 e Race 900

Notiamo anche un forcellino cambio Sram UDH, che si avvicina sempre di più al diventare un forcellino cambio universale (visto che è disegnato da Sram, non è più specifico per il telaio e quindi costa meno ed è molto più facile da trovare), e una corona a 32 denti, più accessibile rispetto a quella da 34 denti precedentemente offerta di serie da Rockrider.

Per quanto riguarda la disponibilità, il marchio prevede di consegnare i primi modelli verso la fine della primavera del 2022.
Nessun prezzo specifico è stato ancora proposto perché sono previsti aumenti di prezzo da parte di alcuni fornitori, ma questa Rockrider Race 740 dovrebbe avere un prezzo indicativo comunque inferiore a 1.800€.

Rockrider Race 900 e Race 900 S

Nella famiglia 900, Rockrider presenta due telai e cinque modelli.
Cominciamo con il Race 900, una soft-tail orientata alla competizione.
Costruzione, geometria, forme: il suo telaio è diverso in tutto e per tutto da quello della Race 740.

Rockrider Race 700 e Race 900
Rockrider Race 700 e Race 900

Oltre a ciò, il telaio presenta alcuni soluzioni interessanti, come un incavo per una cinghia porta attrezzi o una camera d'aria (foto in basso) o anche protezioni innovative sul tubo superiore e sul tubo obliquo sul lato trasmissione.
Sviluppati con Effetto Mariposa, si inseriscono perfettamente nella linea del telaio e sono autoriparanti, purché il graffio o l'impatto non siano eccessivi.

Rockrider Race 700 e Race 900
Rockrider Race 700 e Race 900
Rockrider Race 700 e Race 900

C'è anche una protezione sull'altro lato, per prevenire l'usura prematura della vernice dovuta al possibile attrito del tallone (foto sopra).
Con lo stesso obiettivo, il telaio è protetto anche sul tubo di sterzo a livello degli ingressi dei cavi.
Con tutte queste protezioni e piccole aggiunte, l'aumento di peso è comunque ridotto nonostante il maggior lavoro sul carbonio: il telaio ha un peso dichiarato di 1030 gr nella taglia M, ovvero poco più di cento grammi rispetto al Race 740.

Rockrider Race 700 e Race 900

La geometria è più impegnativa e da gara rispetto alla Race 740: l'angolo di sterzo è più aperto (68°), il reach più corto (429 mm nella taglia M), il movimento centrale più basso (differenza 10 mm) e l'attacco manubrio più inclinato (foto sopra).

Rockrider Race 700 e Race 900

Sarà disponibile in due montaggi, entrambi con lo stesso nome di Rockrider Race 900.
La forcella, una RockShox Reba RL, le gomme (della Hutchinson Kraken / Skeleton in 2.30), i freni (Sram Level TL) e le periferiche sono identiche, ma il primo sarà dotato di una trasmissione meccanica Sram GX Eagle e ruote in alluminio Mavic Crossmax, mentre il secondo di un gruppo Sram GX Eagle AXS e ruote in carbonio Reynolds.

Per quanto riguarda disponibilità e prezzi vale quanto detto per la Race 740: Rockrider fa riferimento alla primavera del 2022, mentre per i prezzi il modello Race 900 con Sram GX meccanico e cerchi in alluminio dovrebbe avere un prezzo indicativo al di sotto dei 2300€, mentre la Race 900 GX AXS / ruote in carbonio sotto i 3.300€.



Rockrider Race 900 TE

Sulla base di questo telaio è previsto anche un altro assemblaggio, chiamato Rockrider Race 900 Team Edition.
Con un allestimento che prevede trasmissione Sram XX1 AXS, freni Hayes Dominion T2, manubrio in carbonio ProTaper e ruote in carbonio Reynolds TR 309/289.
Il prezzo, sempre indicativo, dovrebbe essere intorno ai 4.000 €.
Ma attenzione: sarà una serie limitata.

Rockrider Race 700 e Race 900
Rockrider Race 700 e Race 900
Rockrider Race 700 e Race 900

Rockrider Race 900S

Infine, l'ultimo modello della famiglia è una full suspension, ossia la Rockrider Race 900S FC.
FC sta per "full carbon", perché questa bici si basa sulla XC 920S, ma con un nuovissimo triangolo posteriore in carbonio monoscocca e senza pivot posteriore.

Rockrider Race 700 e Race 900
Rockrider Race 700 e Race 900



A questo nuovo schema è abbinato anche un leveraggio leggermente rivisto (foto sopra) che modifica leggermente la curva della sospensione.
Tuttavia, secondo Joseph de Poortere, l'ingegnere che cura per le bici da XC, questa modifica non introduce sostanziali modifiche all'atto pratico.
La sospensione sviluppa sempre 120 mm di escursione ed è gestita da un ammortizzatore RockShox Sid Luxe con tarature interne appositamente create per questo telaio.

Rockrider Race 700 e Race 900
Rockrider Race 700 e Race 900

Come per il modello soft-tail Rockrider Race 900, anche questo è disponibile con montaggi Sram GX Eagle e ruote in alluminio Mavic Crossmax o ruote in carbonio Reynolds TR 309/289 e GX Eagle AXS.
Il resto dell'equipaggiamento è molto simile a quello della Race 900 e le due bici differiscono solo per le gomme (qui le più versatili Hutchinson Kraken 2.30) e per la forcella (RockShox Sid 120 mm).
Dal lato del prezzo dovremmo essere sotto ai 3000€ per meccanica/alluminio e sotto i 4000€ per AXS/carbonio.

Rockrider Race 700 e Race 900

Da segnalare, inoltre, che su tutte queste bici, sia Race 700 che Race 900, Rockrider ha scelto di montare una gomma rinforzata al posteriore, per limitare il rischio di forature.
In precedenza, infatti, il marchio francese optava per modelli più leggeri, ritenendo che la ruota posteriore fosse meno soggetta a questo tipo di problemi.
Tutti i modelli Rocrider Race sono compatibili anche con un reggisella telescopico del diametro 31,6 mm.

Qui tutti i nostri sui modelli Rockrider

Per informazioni Decathlon.it

Condividi con
Sull'autore
Redazione MtbCult

Ecco tutti gli articoli realizzati dallo staff di MtbCult. Resoconti, video, comunicati ufficiali e tutto ciò che può attirare la vostra attenzione. La redazione di MtbCult.it

Iscriviti alla nostra newsletter

... E rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie!
Logo MTBCult Dark
Newsletter Background Image MTBCult
arrow-leftarrow-right