•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Donato
via e-mail

Ciao MtbCult e buone feste! Oltre ai farvi i miei complimenti per la grande professionalità e la competenza che traspaiono dal sito, avrei la necessità di sottoporvi una questione.
Finalmente ho messo da parte una cifra, spero dignitosa, per acquistare una AM da affiancare alla mia XC da 29. Grazie ai vostri articoli mi sto orientando sull’acquisto di una 29 anche per la mia futura bike che deve essere votata ai lunghi giri escursionistici e al divertimento (parlo sia di salite che di discese) con qualche puntatina ai bike park.
E qui la domanda: ma 29” e bike park si sposano bene?
Quando vi faccio questa domanda ho in mente bici come Trek Remedy 9 29 e Santa Cruz Tallboy a cui ho circoscritto la mia scelta.
Non è che alla prima rampa da mezzo metro mi si distruggono cerchi e raggi e devo spendere un’altra fucilata per cambiare le ruote?
A sentire i miei colleghi di uscite (certamente con più esperienza di me) mi dicono che sono un pazzo:
“Una 29 per divertirti, saltare e andare ai bike park? Ma che ti dice il cervello?”
oppure “Hai già una 29, vai sulla 27,5 che è più giusta per quello che vuoi fare”.
Ma poi gli chiedo se hanno mai provato una 29 nei bike park e nessuno l’ha fatto. Insomma, parlano di quello che non
conoscono…
Grazie infinite se prenderete in considerazione la mia domanda e comunque grazie infinite lo stesso per il sito!

Risposta di Daniele Foresi
Prima di tutto grazie a te per gli auguri di buone feste (che contraccambiamo) e per i complimenti e poi passiamo alle risposte.
La diffidenza verso le 29″ è molta, sopratutto quando si comincia a parlare di bikepark e salti.
In molti fanno l’errore di comparare direttamente i valori di una 26″ a quelli di una 29″. Un mezzo da 26″ con 130 mm di corsa, ad esempio, è considerato da trail, ma per una 29″ 130 mm di corsa possono tranquillamente rappresentare un valore ideale per l’enduro.
Nei nostri test abbiamo spesso girato con delle 29″ nei bike-park, con la Specialized S-Works Camber e con la S-Wors Enduro 29, ad esempio. Sono due bici molto diverse nel loro tipo di utilizzo ideale. La Camber ha 110 mm di escursione ed è dedicata al mondo marathon/trail mentre la Enduro 29 è la regina delle 29″ a lunga escursione (vantando ben 155 mm di travel).
Con entrambi i mezzi abbiamo fatto le stesse piste e gli stessi salti, entrambe le bici sono uscite perfettamente integre dai test e anche le ruote della Camber, sulla carta più delicate di quelle della Enduro 29, non hanno riportato nessun danno. Chiaramente con la Enduro si girava meglio, ma anche grazie alle ruote da 29″ la Camber si è dimostrata una bici divertentissima da guidare nei punti meno “scassati”.
Girare nei bike park non vuol dire necessariamente trovare terreni più difficili di quelli a cui siamo abituati nei nostri giri pedalati, con le dovute precauzioni e la tecnica di guida necessaria anche una trail bike può dare soddisfazioni sulle piste artificiali.
Se i componenti sono di buona qualità, salti e pietraie non saranno un grosso problema per le bici da te citate, sopratutto se gli ostacoli sono di dimensioni limitate come da te descritto.

Non dimentichiamo, però, che la bici non svolge tutto il compito di assorbimento degli urti, ma se ne sobbarca il 40% circa. Il restante 60% lo dobbiamo mettere noi, sia come preparazione fisica sia come tecnica di guida. Se affrontiamo un salto senza padroneggiarne la tecnica allora non esiste confronto 26”, 27,5” e 29″ che tenga, la bici si danneggerà per un nostro errore e non per colpa dei componenti.

La Trek Remedy 9 29: 140 mm di travel.
La Trek Remedy 9 29: 140 mm di travel.
La Santa Cruz Tallboy Lt Carbon: 135 mm di travel.
La Santa Cruz Tallboy Lt Carbon: 135 mm di travel.

Per concludere il discorso noi sentiamo di dirti che le bici da 29″ vanno bene anche per un uso bike-park medio/leggero. Se il tuo scopo è divertirti affrontando in maniera tranquilla gli ostacoli che ti si presentano davanti allora sia la Remedy 9 29 che la Tallboy (nel caso la versione Lt) sono delle ottime scelte. Se pensi di utilizzarle molto in questo ambito ti consigliamo anche di non esagerare con l’alleggerimento dei componenti e di guardare all’affidabilità e, nel in caso ne avessi la possibilità, di pensare a un set alternativo di componenti quali attacco manubrio, manubrio e ruote, ad esempio, da impiegare solo nei bike park.

Ps: non dimentichiamoci che rider del calibro di Cedric Gracia hanno gareggiato per tutta la stagione enduro 2013 con delle 29er.

Infine Mitch Ropelato di Specialized ci ha persino corso il mondiale di Dh 2013…

Mitch Ropelato ai Mondiali 2013 con una Specialized Enduro 29.
Mitch Ropelato ai Mondiali 2013 con una Specialized Enduro 29.