•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dopo tanti “rumors”, possiamo finalmente presentarvi la Wilier Triestina URTA SLR, ossia la nuova full suspension da Xc/Marathon del marchio veneto.
La URTA SLR è un mezzo che ha molto significato per Wilier Triestina, perché di fatto è la migliore Mtb mai prodotta finora.

Wilier Triestina URTA SLR

Dietro alla sua nascita e al suo sviluppo c’è l’obiettivo di ottenere un mezzo moderno, leggero e performante, utilizzando l’esperienza accumulata da tanti anni di lavoro sulle bici da strada di altissima gamma.



Per spiegarvi i dettagli tecnici della URTA SLR e per farvi conoscere chi l’ha progettata, vi portiamo con noi nella sede Wilier Triestina.
Premete play:

Adesso riassumiamo i dettagli principali della Wilier Triestina URTA SLR…

MATERIALI E TECNOLOGIE
La URTA SLR è realizzata con carbonio HUS-MOD, lo stesso utilizzato per i modelli road “0 SLR” e “Filante SLR”. La filosofia è maturata dal know-how che Wilier Triestina ha sviluppato negli anni, lavorando a stretto contatto con i professionisti del circuito World Tour.

Wilier Triestina URTA SLR
Marco Genovese, l’ingegnere che ha contribuito a progettazione e sviluppo della URTA SLR, al lavoro con un macchinario sofisticato e fondamentale per il controllo-qualità del prodotto.
Dentro i laboratori di Wilier Triestina

Grande attenzione è stata posta allo schema sospensivo e alla sua rigidezza strutturale.
Il carro (pivotless, quindi senza giunto Horst o altri snodi) è stato progettato con tecnologia “Active Swing Arm”, una soluzione che combina nel modo più efficiente la flessibilità sul piano verticale e la rigidità sul piano torsionale.

Wilier Triestina URTA SLR

L’ammortizzatore (190×45 con 100 mm di travel progressivo sulla ruota posteriore) è posizionato in senso orizzontale sotto al top tube ed è fissato al carro tramite un link integrato e molto compatto in alluminio, composto da due pezzi che “abbracciano” il piantone e si uniscono ai foderi alti.
Una parte serve a dare solidità strutturale, l’altra serve da guida per le fasi di compressione ed estensione dell’ammortizzatore. Questo link lavora con 8 cuscinetti della stessa misura per una facile gestione della manutenzione.
Per una resa cinematica ottimale si è optato per gli ammortizzatori Fox Factory DPS Float e Rock Shox Sid Lux Ultimate, le cui curve di compressione consentono di lavorare in piena sinergia con il telaio.

Wilier Triestina URTA SLR

Sempre per ottimizzare la rigidezza della struttura, sono stati realizzati due ponticelli di rinforzo: il primo collega piantone e top tube, l’altro lo troviamo tra i due foderi superiori del carro, sopra al passaggio ruota.
I foderi inferiori sono asimmetrici per ottimizzare le fasi di trazione e frenata, l’attacco della pinza posteriore è di tipo flat mount.

Il forcellino del cambio è di tipo UDH (Universal Dropout Hanger), nuovo standard compatibile con tutti i deragliatori posteriori, che in caso di incidente permette al cambio di ruotare senza rompersi.
Il peso medio del telaio è di 1730 grammi senza ammortizzatore.

Wilier Triestina URTA SLR

INTEGRAZIONE
Nella fase di studio della Wilier Triestina URTA SLR è stata prestata massima attenzione all’integrazione, per offrire un mezzo racing ma anche pratico ed esteticamente gradevole.
Il design dello schema sospensivo, permette innanzitutto il montaggio di due portaborraccia, aspetto fondamentale per chi pratica lunghe distanze.
Altro dettaglio importante riguarda il passaggio cavi, che è completamente interno al telaio ma ben studiato per non complicare troppo la vita ai meccanici.

Nello sterzo sono presenti 4 fori di entrata, predisposti per cavi di cambio, freni e reggisella telescopico. L’ingresso è pulito e ben guidato.
Il cavo del cambio posteriore (se si utilizza il gruppo meccanico) e del tubo freno escono dal telaio nella parte bassa del tubo obliquo per poi rientrare nel foderi del carro tramite dei fori specifici.
Questo permette di avere uno scorrimento più lineare e di non dover smontare per forza il movimento centrale in caso di manutenzione.

Wilier Triestina URTA SLR

Ma parlando di integrazione, l’aspetto più interessante riguarda il cockpit integrato URTA, che Wilier Triestina fornirà di serie su tutti i modelli di bici completa e sui kit telaio, ma che sarà venduto anche a parte al prezzo di 550€.

Wilier Triestina URTA SLR
Gli spessori sotto l’attacco sono scomponibili, per rimuoverli o aggiungerli non c’è bisogno di smontare il manubrio

Il cockpit URTA è in carbonio monoscocca, pesa in media 285 grammi e sarà disponibile con stem di diverse lunghezze (60, 75 e 90 mm, inclinazione -17°) e piega da 76 cm (upsweep 4° e backsweep 7°).
Questo componente è stato realizzato con la stessa filosofia dei manubri road presenti sui modelli di alta gamma di Wilier Triestina, settore in cui il cockpit integrato è ormai un must. A differenza di alcuni modelli da strada, però, la URTA SLR si può utilizzare anche un attacco e piega tradizionali.

Tornando sul telaio, questo prevede di serie un piccolo guidacatena regolabile, ma anche un batticatena adesivo in silicone molto leggero.
Infine, nella parte bassa del tubo obliquo è presente una protezione in carbonio, removibile e molto utile per evitare impatti dannosi con sassi o altri oggetti esterni.

Wilier Triestina URTA SLR

GEOMETRIE
Altro aspetto al quale Wilier Triestina ha prestato particolarmente attenzione è quello sulle geometrie.
Il marchio veneto ha cercato di seguire le tendenze attuali, senza però sconvolgere la propria identità e cercando di offrire un mezzo racing ma non troppo impegnativo da guidare.

Wilier Triestina URTA SLR

In generale, il nuovo telaio ha un reach più lungo (42, 6 cm in taglia M), uno sterzo più aperto (69°) ed un carro più corto (43,2 cm).
Tra gli altri dettagli più importanti bisogna menzionare l’inclinazione del piantone di 74° e un tubo di sterzo molto compatto (da 90 a 111 mm in base alla taglia).
Qui le geometrie complete:

Trovare l’assetto in sella alla Wilier Triestina URTA SLR potrebbe sembrare più complicato a causa del cockpit integrato, in realtà i tecnici della casa veneta hanno già un bel bagaglio di esperienza sotto questo punto di vista, infatti utilizzano il parametro “Accu-Fit” già presentato sui modelli da strada.
In sostanza, si prende come riferimento la proiezione orizzontale tra movimento centrale e centro del manubrio, che varia a seconda di lunghezza stem, taglia del telaio e numero di spessori posizionati sotto all’attacco.

Calcolando le 4 taglie del telaio, i tre stem a disposizione e le tantissime possibilità di regolare gli spessori, si ottengono infinite opzioni di personalizzazione.
Qui sotto un grafico che fa capire meglio di cosa stiamo parlando: i pallini blu rappresentano tutti gli assetti possibili.

Wilier Triestina URTA SLR

MODELLI E PREZZI
La Wilier Triestina URTA SLR è disponibile in ben 18 modelli di bici completa con prezzi che partono dai 5600€ ed arrivano ai 10000€.
Il telaio è identico per tutti i modelli, i prezzi variano in base al gruppo (Sram XX1 Eagle/Eagle AXS o Shimano XT/XTR), le sospensioni (Fox o RockShox, tutte da 100 mm) e gli altri componenti utilizzati. Inoltre, per ogni modello è possibile scegliere tre tipi di ruote Miche in base alle proprie necessità.
Due le colorazioni disponibili: rosso/blu lucido o nero opaco.

Wilier Triestina URTA SLR
Il modello top di gamma da 10000€ pesa 9,9 kg senza pedali.
Wilier Triestina URTA SLR
La versione con Shimano XTR e sospensioni RockShox e ruote Miche K1 da 8200€ pesa 10,3 kg senza pedali

Sarà possibile acquistare anche il kit telaio, con ammortizzatore incluso, al prezzo di 3200€ (RockShox SIDLuxe Ultimate) o 3600€ (Fox DPS Factory Kashima).
La URTA SLR sarà disponibile nei punti vendita Wilier Triestina sin da subito, con alcune limitazioni sulla scelta dei modelli dovute alla situazione attuale del mercato bici.

Come avrete capito nel video e dalla foto qui sopra, abbiamo avuto l’onore partecipare attivamente alla fase di test della Wilier Tristina URTA SLR, provandola sui nostri sentieri prima in versione “Innovation Lab”, poi in quella definitiva.
Volete sapere come va?
Ci vediamo il 29 aprile su MtbCult per il video-test completo.
Restate connessi!

Per altre informazioni Wilier.com

Daniele Concordia

Ciao, mi chiamo Daniele Concordia e sono nato nel fuoristrada! La Mtb e il motocross sono le mie passioni più grandi, amo l'adrenalina, la fatica e le sensazioni che regala lo sterrato in tutte le sue forme. Ho corso tanti anni in mountain bike, tra Xc e Granfondo nelle categorie agonistiche, ma prima di tutto sono un amante del mezzo e della tecnica in generale. Dal 2012, dopo aver ottenuto la Laurea in Scienze Motorie allo IUSM di Roma, ho avuto la fortuna di fare della mia passione il mio lavoro, non solo come biker, ma anche come intermediario tra aziende, atleti e lettori. Seguitemi su Mtb Cult, qui sotto potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Daniele Concordia