•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Abbiamo parlato recentemente di Rebecca Rusch, in occasione della sua partecipazione all’Italy Divide, una sfida in bicicletta da Roma al Lago di Garda, in solitaria e senza supporto esterno.

Rebecca Rusch

Rebecca non è nuova a queste imprese sportive estreme e tanto per fare un esempio lo scorso anno aveva percorso in bicicletta l’Ho Chi Minh trail, attraversando Vietnam, Laos e Cambogia per un totale di 1800 chilomentri, con la pista che a volte degenerava in strada sterrata se non addirittura in un sentiero nella giungla!

Quel viaggio ora sta per diventare un film, scritto, prodotto, girato e diretto dalla statunitense Red Bull Media House.

Rebecca Rusch

“Blood Road” sarà il titolo del lungometraggio che è presentato come una “dimostrazione epica del potenziale umano” e che racconta il viaggio di Rebecca Rusch per raggiungere il luogo dell’incidente, recentemente scoperto, in cui l’aereo di suo padre è stato abbattuto durante la guerra del Vietnam.
Un’impresa ciclistica epica si trasforma quindi nel viaggio personale di Rebecca sulle tracce del padre perduto ma, come ha detto il direttore di Red Bull Media House Nicholas Schrunk: «è anche una storia di cicatrici, sia fisiche che emotive, che la guerra lascia sulle famiglie, sui paesi e sulle culture, e che esistono ancora oggi.»

Rebecca Rusch

«Rebecca ha perso suo padre quando aveva tre anni,” ha dichiarato Philipp Manderla, di Red Bull Media House – In una fase matura della sua carriera, ha deciso di andare sul trail Ho Chi Minh, nella speranza di affrontare la perdita del padre che non ha mai veramente conosciuto.»

Il lungometraggio sarà pronto nel 2017 e sarà presente a Cannes.

(Fonte: Variety.com)

Redazione MtbCult

Ecco tutti gli articoli realizzati dallo staff di MtbCult. Resoconti, video, comunicati ufficiali e tutto ciò che può attirare la vostra attenzione. La redazione di MtbCult.it