•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ecco un’altra conferma sulle voci di mercato xc/marathon 2019 che ci erano arrivate. Martino Tronconi, proveniente dal Team Bike Innovation Focus Rosti, passa al Team Wilier Force 7C.
Ecco il comunicato ufficiale della formazione diretta da Massimo Debertolis.
DC

Martino Tronconi



COMUNICATO UFFICIALE

New entry per il 2019 in casa Wilier Force 7C: ingaggiato l’emergente Martino Tronconi.
Terminata la stagione 2018, che non ha mancato di regalare soddisfazioni sportive e agonistiche, la Wilier Force 7C è già proiettata verso il 2019.
La squadra diretta dal team manager Massimo Debertolis ripartirà dalle garanzie offerte dai confermatissimi capitani Tony Longo e Johnny Cattaneo, atleti di esperienza che potranno contribuire, come già accaduto nel recente passato, alla crescita dei giovani emergenti del team.
Uno di questi è Martino Tronconi, che sarà uno dei volti nuovi della Wilier Force 7C in versione 2019.
Tronconi compirà 23 anni il 23 novembre prossimo, nato a Faenza e residente a Marradi (Firenze): un biker giovane che, dopo aver mostrato importanti segnali di crescita ed essersi laureato campione italiano marathon categoria under 23 nel 2016, ha dimostrato tutto il proprio valore e il proprio potenziale nell’annata appena conclusa. Quella che, per lui, ha segnato una sorta di consacrazione.

Martino Tronconi
Il secondo posto alla Hero lo ha consacrato tra i grandi del settore marathon

 

Tra tutti i risultati conquistati dal promettente atleta toscano spicca il secondo posto alla Hero Sudtirol Dolomites, una delle gare di riferimento del panorama nazionale e internazionale della mountain bike marathon, poi capace di cogliere un prestigioso settimo posto anche alla Dolomiti Superbike, altra classica delle ruote grasse.
«Ho iniziato ad andare in bici relativamente tardi, all’età di 16 anni – spiega il neoacquisto della Wilier Force 7C – Dopo i primi due anni, durante i quali ho praticato il ciclismo senza eccessive pressioni e relativa dedizione, ho iniziato a dedicarmici a tempo pieno, una volta conseguito il diploma di maturità. I risultati sono arrivati fin da subito, con il titolo tricolore marathon under 23. Nel 2017 ho voluto provare l’esperienza su strada tra le fila della Hopplà Petroli Firenze, con buoni risultati, ma ho capito che l’ambiente che più mi piaceva e si addiceva era quello della mountain bike. Sono tornato in questo mondo nel 2018 e la stagione è stata positiva. Ora l’obiettivo è quello di confermarsi e di provare a compiere un ulteriore salto di qualità, sapendo di essere arrivato in una squadra che saprà mettermi nelle condizioni migliori per farlo».

Martino Tronconi
Martino Tronconi in azione al mondiale Marathon di Auronzo di Cadore

Guardando al 2018 di Tronconi, oltre ai già citati risultati conseguiti alla Sellaronda Hero e alla Dolomiti Superbike, va ricordata anche la convocazione in azzurro per i Mondiali Marathon, l’ottavo posto nella graduatoria generale dell’Alpen Tour Trophy in Austria (vinto da Tony Longo), il 13° posto alla Capoliveri Legend, prova delle Uci Mtb Marathon Series, quindi il doppio quarto posto alla Savigno Marathon e alla Marathon Da Piazza a Piazza e il podio (terzo posto) alla 3T Bike, in Trentino.
«Seguo già da un paio di anni Martino – commenta il team manager della Wilier Force 7C Massimo Debertolis – e l’ho fortemente voluto in squadra. Nella stagione da poco conclusa ha compiuto un importante salto di qualità: non si arriva secondi alla Sella Ronda Hero o nei 10 alla Dolomiti Superbike per caso. Parliamo di un atleta e di un ragazzo serio, che ha qualità. Credo molto nel suo potenziale: conosce bene Longo e Cattaneo, con cui ha condiviso l’esperienza in nazionale e con i quali c’è già un ottimo feeling. Non ho dubbi che si troverà bene nel nostro gruppo e che nel 2019 potrà esprimere tutte le sue potenzialità».

Per informazioni SquadraWilier.com



Redazione MtbCult

Ecco tutti gli articoli realizzati dallo staff di MtbCult. Resoconti, video, comunicati ufficiali e tutto ciò che può attirare la vostra attenzione. La redazione di MtbCult.it