•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Prosegue l’avventura della Pioneer, la gara a tappe che fino all’11 febbraio terrà impegnati circa 300 rider sui sentieri della Nuova Zelanda e li condurrà da Christchurch a Queenstown (qui trovate il nostro primo report).

Pioneer

La quarta tappa da Lake Tekapo a Lake Ohau ha significato 104 km nelle gambe dei partecipanti per 1.915 metri di dislivello positivo.

Pioneer

La tappa numero 5, definita la “Tappa Regina”, è stata ancora più impegnativa con i rider ad affrontare i 112 km e i 3.578 metri di dislivello da Lake Ohau a Lake Hawea.

I momenti entusiasmanti così come gli scenari da restare a bocca aperta sono stati parecchi, eccone qualche esempio nei video seguenti:

Stage 4 da Lake Tekapo a Lake Ohau (NZ)

Stage 5 “Queen Stage” da Lake Ohau a Hawea (NZ)

La Pioneer 2017 prevedeva anche una versione “ridotta”, la 4 Day Traverse – 4 giorni di gara, 310 km e 8.402 metri di dislivello totale – che a differenza della Pioneer 7 Day Epic non era a coppie.
La 4 Day Traverse, terminata l’altro ieri, ha visto la vittoria di un italiano, Manolo Zanella.

Pioneer

«Sono stati giorni meravigliosi, il percorso, i panorami, i sentieri, gli organizzatori e l’atmosfera nel villaggio ogni sera, tutto è stato sorprendente. L’anno prossimo mi piacerebbe tornare e partecipare alla gara di 7 giorni, ho solo bisogno di trovare un partner con cui fare coppia. Non mi sembra vero di aver finito, se potessi vorrei continuare!» così ha commentato Zanella.

Pioneer

La sesta tappa, quella di oggi, sarà una delle più brevi: 67 km da Hawea a Snow Farm ma prevede comunque 2000 metri di dislivello.
E poi sabato ci sarà il gran finale a Queenstown.

Ulteriori dettagli su www.thepioneer.co.nz.

Redazione MtbCult

Ecco tutti gli articoli realizzati dallo staff di MtbCult. Resoconti, video, comunicati ufficiali e tutto ciò che può attirare la vostra attenzione. La redazione di MtbCult.it