•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

PUNTA ALA – Adam Craig è al lavoro sul prototipo Giant 27,5 pollici. Che il colosso taiwanese fosse al lavoro su una serie di bici con ruote dal diametro intermedio lo avevamo già accennato qui, ma finalmente abbiamo avuto modo di osservare questa bici con maggiore attenzione.
Adam Craig era intento ad annotare una serie di informazioni (purtroppo strettamente confidenziali) sulla bici che sta provando, ma si è avuto modo di avvicinarsi allo stand Giant per vedere da vicino il suo lavoro.
Poche le informazioni carpite per ora.

Il lavoro dopo la ricognizione sul percorso: annotare le sensazioni e i setup provati. Numeri altamente confidenziali.
Il lavoro dopo la ricognizione sul percorso: annotare le sensazioni e i setup provati. Numeri altamente confidenziali.
Sospensione Maestro con il nuovo ammortizzatore Rock Shox Monarch Plus. Si notano anche il passaggio interno del cavo del freno al tubo obliquo e il portaborraccia.
Sospensione Maestro con il nuovo ammortizzatore Rock Shox Monarch Plus. Si notano anche il passaggio interno del cavo del freno al tubo obliquo e il portaborraccia.
Per adesso è solo in lega leggera, ma Giant è solita far uscire prima la versione in alluminio e poi, se tutto va come previsto, esce anche quella in carbonio.
Per adesso è solo in lega leggera, ma Giant è solita far uscire prima la versione in alluminio e poi, se tutto va come previsto, esce anche quella in carbonio.
Ed ecco la bici per intero: ruote da 650B e il travel? «Non chiedermelo, però secondo te da quanto può averlo una bici con ruote così su un percorso come questo?». Facile: 150-160 mm.
Ed ecco la bici per intero: ruote da 650B e il travel?
«Non chiedermelo, però secondo te da quanto può averlo una bici con ruote così su un percorso come questo?». Facile: 150-160 mm.

Simone Lanciotti

Salve, mi chiamo Simone Lanciotti... e sono un appassionato di mountain bike come voi. Mi piace talmente tanto raccontare la mia passione per la Mtb che circa 20 anni fa ne ho fatto una professione. MtbCult.it è la stata la prima rivista che ho creato; poi eBikeCult.it e infine BiciDaStrada.it. La bicicletta in generale è stata ed è ancora per me una scuola di vita. Quindi, il viaggio continua e grazie per il contributo che date al nostro lavoro. Di seguito potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Simone Lanciotti