•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

MONTEREY – Norco non può dimenticare l’enduro e infatti propone una versione aggiornata e più accattivante della Range, ovvero la Range Carbon. Questo video ne mostra le particolarità:

Il modello che vediamo in foto corrisponde all’allestimento 7.1 (subito sotto il top di gamma) con numerosi componenti di pregio, ma a spiccare è soprattutto il telaio in fibra di carbonio con un travel di 160 mm, ruote da 27,5” e un angolo di sterzo da 66,5°.

_DSC7259

Le forme del triangolo anteriore rispondono ai criteri più recenti in termini di geometria, con uno standover da 751 mm di altezza e un movimento centrale da 34,4 cm per tutte e 4 le taglie proposte.

Il carro ha uno schema a 4 pivot per massimizzare le prestazioni.
Il carro ha uno schema a 4 pivot per massimizzare le prestazioni.

Norco ha ideato anche il Gravity Tune, ovvero, a seconda delle taglie, alcune parti del telaio possono avere misure differenti, come ad esempio la lunghezza del carro che varia da 423 a 435 mm fra la S e la XL. In questo modo la bici ha un comportamento sempre bilanciato in base alla statura di chi la guida.
E il concetto sembra avere una sua logica ben precisa.

Il tubo di sterzo mostra sinuosità e passaggio interno dei cavi.
Il tubo di sterzo mostra sinuosità e passaggio interno dei cavi.

Per quanto riguarda la sospensione posteriore, troviamo dei foderi bassi in lega leggera, foderi alti in fibra di carbonio e una schema di tipo 4 Bar Linkage per avere prestazioni di alto livello.

Il link superiore è in lega leggera forgiata, mentre i foderi alti sono in fibra di carbonio, al pari del triangolo principale.
Il link superiore è in lega leggera forgiata, mentre i foderi alti sono in fibra di carbonio, al pari del triangolo principale.

La gamma Range Carbon conferma di essere di alto livello e il peso del telaio è di 2410 gr.
Questa bici sarà presto disponibile nei negozi.

Per informazioni Norco.com oppure Matra.tv.it

Simone Lanciotti

Salve, mi chiamo Simone Lanciotti... e sono un appassionato di mountain bike come voi. Mi piace talmente tanto raccontare la mia passione per la Mtb che circa 20 anni fa ne ho fatto una professione. MtbCult.it è la stata la prima rivista che ho creato; poi eBikeCult.it e infine BiciDaStrada.it. La bicicletta in generale è stata ed è ancora per me una scuola di vita. Quindi, il viaggio continua e grazie per il contributo che date al nostro lavoro. Di seguito potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Simone Lanciotti