• 416
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Shimano XTR 12v vs Sram Eagle: quali sono le differenze principali?
O meglio, quali sono i dettagli che contraddistinguono i due prodotti e che possono giustificare l’utilizzo di uno o dell’altro sistema?
A nostro avviso, la chiave di tutto sta nei pacchi pignone, che sono diversi sia come rapportatura, sia come materiali e metodo costruttivo.
Entriamo nei dettagli…

Shimano XTR 12v vs Sram Eagle

La costruzione
La prima differenza tra la cassetta Shimano XTR 12v e la Sram Eagle riguarda sicuramente i materiali e il metodo costruttivo.
Parlando di pacchi pignone Sram, in questo caso ci riferiamo principalmente all’XX1 Eagle, ossia il modello top di gamma nonché diretto competitor del nuovo XTR.
La cassetta Eagle è costruita con tecnologia X-Dome, ossia è ricavata dal pieno in un unico pezzo, con i primi 11 pignoni (10-42) in acciaio e l’ultimo (50) in alluminio.

Shimano XTR 12v vs Sram Eagle
La cassetta Sram XX1 Eagle 10-50

Shimano XTR 12v vs Sram Eagle

Questa costruzione monoblocco permette di semplificare molto il montaggio sul corpetto, raggiungendo inoltre un peso molto interessante di circa 355 grammi.
Il modello X01 Eagle è costruito nello stesso modo, ha una finitura diversa che fa scendere un po’ il prezzo, ma anche il peso è lo stesso.

Shimano XTR 12v vs Sram Eagle
La cassetta X01 Eagle ha una finitura differente, ma la stessa tecnologia

Discorso differente per la cassetta Gx Eagle che, essendo molto più economica, ha i pignoni rivettati e non in blocco, ma pesa anche un po’ di più (450 grammi).
Passando a Shimano, il pacco pignoni del nuovo XTR 12v è costruito in due pezzi e con tre materiali: i tre pignoni più grandi (in alluminio) e i cinque centrali (in titanio) formano un unico blocco, mentre i quattro più piccoli (in acciaio) sono separati.

Shimano XTR 12v vs Sram Eagle
La cassetta Shimano XTR 12v 10-51

Questo metodo costruttivo, secondo Shimano è studiato per migliorare sia la funzionalità, sia la durata del pacco pignoni. Non a caso i pignoni centrali (quelli più utilizzati) sono in titanio, un materiale molto più resistente e pregiato di acciaio e alluminio.
Se in futuro saranno disponibili anche dei ricambi singoli dei pignoni più piccoli, questo potrebbe essere un punto di forza per il marchio nipponico.

Shimano XTR 12v vs Sram Eagle

Parlando di pesi, la cassetta XTR 12v va dai 349 ai 359 grammi a seconda della rapportatura (che vedremo dopo), quindi siamo in linea con i pesi di Sram.
Un appunto va fatto sul look: per l’XX1 Eagle, Sram ha puntato molto sulla finitura gold che piace molto ed è molto originale, inoltre questo aspetto estetico è dato da una finitura particolare che ne migliora anche la durata.
Shimano ha scelto la linea più sobria, ma bicolore, con pignoni grandi neri e gli altri color metallo: un look discutibile, ma che sicuramente lo rende un prodotto riconoscibile a primo impatto.

Shimano XTR 12v vs Sram Eagle
Foto Olivier Béart – Vojo Mag

 

La rapportatura
Sin dalla nascita dell’Eagle, Sram ha puntato su una singola cassetta 10-50: range del 500% destinato a tutte le specialità.
In linea di massima, infatti, questa scelta ha accontentato un po’ tutti, ma non i riders più esigenti o quelli meno allenati.

Shimano XTR 12v vs Sram Eagle

Delle volte accade infatti che il 50 è troppo agile e il 42 è troppo duro, oppure che il 50 è comunque troppo impegnativo per l’amatore che vuole utilizzare il monocorona con corone non troppo piccole all’anteriore (per fare velocità nelle gare più scorrevoli).
Diciamo quindi, che sotto questo punto di vista la scelta di Sram è stata un po’ limitativa…
Ecco perché, Shimano con il nuovo XTR ha deciso di sdoppiare l’offerta, proponendo due tipi di cassette: 10-45 e 10-51.

Shimano XTR 12v vs Sram Eagle
Shimano propone anche la cassetta 10-45 a 12v, che sarà molto utilizzata dagli agonisti con più gamba…

La prima è destinata principalmente agli agonisti che non sentono la necessità di utilizzare pignoni troppo grandi e preferiscono una scala di rapporti più regolare, la seconda è studiata per chi fa marathon molto impegnative o per l’amatore che ha bisogno di quel dente in più sulle forti pendenze, anche andando a discapito della linearità.
Ma in realtà, Shimano ha puntato molto proprio sulla “linearità”, infatti le nuove cassette XTR 12v non hanno grossi “salti” tra un rapporto e l’altro.

Shimano XTR 12v vs Sram Eagle
Foto Olivier Béart – Vojo Mag

Andando nello specifico, questa è la scala del pacco XTR 10-51 (10-51 (10-12-14-16-18-21-24-28-33-39-45-51T), questa è quella del 10-45 (10-12-14-16-18-21-24-28-32-36-40-45T). Mettendo a paragone la scala dello Sram Eagle (10, 12, 14, 16, 18, 21, 24, 28, 32, 36, 42, 50), si notano dei dettagli interessanti.
La cassetta Shimano 10-51 ha dei salti di 2-3-4-6 denti, quindi diciamo che si sale in modo molto progressivo per arrivare al pignone più grande.
Ancora più regolare è la 10-45, che arriva ad un salto di 5 denti solo per passare dal 40 al 45.
Sulla cassetta Sram Eagle, la scala è identica allo Shimano 10-51 fino al 28, poi i rapporti sono abbastanza lineari fino al 42, per fare un salto enorme (8 denti) fino al pignone da 50.

Shimano XTR 12v vs Sram Eagle

Non a caso, uno dei punti più delicati, che richiede il corretto montaggio e una regolazione molto attenta del cambio e una costante manutenzione dello Sram Eagle, riguarda proprio il salto tra i due rapporti più grandi: chiunque sta utilizzando il gruppo a 12v statunitense avrà fatto caso a questo dettaglio, soprattutto sotto sforzo.
Diciamo quindi che un punto di forza del nuovo Shimano XTR 12v potrebbe essere la migliore distribuzione dei rapporti posteriori, ma aspettiamo di provarlo per averne le prove certe.

Shimano XTR 12v vs Sram Eagle

La ruota libera
Sram si affida al classico corpetto XD brevettato qualche anno fa e utilizzato anche sui gruppi a 11 velocità. Parliamo quindi di un sistema molto semplice e soprattutto versatile, che permette di passare alle 12 velocità senza sostituire il mozzo; anche il montaggio è molto semplice e veloce.
Inoltre, ad oggi tutti i produttori di ruote e mozzi hanno la possibilità di montare un corpetto XD.

Shimano XTR 12v vs Sram Eagle
Il corpetto XD di Sram

Il nuovo gruppo Shimano XTR 12v, invece, può essere utilizzato soltanto con il nuovo corpetto Micro Spline specifico, presente solo sui nuovi mozzi XTR e realizzato soltanto da DT Swiss su specifiche Shimano: nessun altro produttore, al momento, ha la possibilità di costruire mozzi con corpetto Micro Spline.

Shimano XTR 12v vs Sram Eagle
Il corpetto Micro Spline di Shimano

Ciò significa che, il biker tentato di passare alle 12 velocità Shimano, dovrà necessariamente sostituire anche il mozzo posteriore.

Shimano XTR 12v vs Sram Eagle
Il nuovo mozzo Shimano XTR

Al momento, quindi, l’offerta del brand giapponese è un po’ penalizzante ed obbliga ad un esborso ulteriore di denaro da parte dell’acquirente.
Almeno fino a quando il brevetto Micro Spline verrà liberato e anche altri produttori di ruote e mozzi avranno la possibilità di proporlo (a nostro avviso prima o poi accadrà).

Shimano XTR 12v vs Sram Eagle
Foto Olivier Béart – Vojo Mag

I prezzi
La cassetta Sram XX1 Eagle costa di listino 458€, mentre la X01 costa 392€, ovviamente senza calcolare gli eventuali sconti fatti dal negoziante di fiducia…
I prezzi definitivi del nuovo Shimano XTR 12v non sono ancora stati comunicati, ma a quanto pare non saranno troppo diversi da quelli dell’XTR a 11v già in commercio.
Se così fosse, la nuova cassetta XTR 12v costerebbe di listino intorno ai 355€, quindi meno di entrambi i modelli Sram: calcolando che il peso è praticamente identico, i materiali sono molto pregiati e la scala dei rapporti è stata ottimizzata, questo sarebbe un particolare da non sottovalutare.
Staremo a vedere, però, se Shimano ci farà qualche sorpresa e il prezzo non sarà proprio questo.

Shimano XTR 12v vs Sram Eagle

Shimano XTR 12v vs Sram Eagle

In conclusione…
Shimano XTR 12v vs Sram Eagle: questa è e resterà ancora per un po’ una bella lotta.
A nostro avviso, sotto alcuni punti di vista Shimano ha fatto un passo in avanti rispetto a Sram, soprattutto parlando della scala rapporti, dei materiali e del prezzo.
Sotto altri punti di vista, come ad esempio la praticità, la versatilità e la possibilità di scelta, Sram è ancora superiore.
E se gli statunitensi dovessero uscire sul mercato con il cambio Eagle wireless?
Come andrebbe a finire?
Voci di corridoio dicono che il prossimo step sarà un XTR 12v Di2, ma non parliamo di un evento imminente.
La “sfida” a colpi di pignoni è aperta e saranno i riscontri sul campo a darci dei feedback più reali…

Shimano XTR 12v vs Sram Eagle
Mathieu Van der Poel ha già utilizzato il nuovo gruppo Shimano XTR 12v in Coppa a Nove Mesto

Per informazioni sram.com o ridextr.com



Daniele Concordia

Ciao, mi chiamo Daniele Concordia e sono nato nel fuoristrada! La Mtb e il motocross sono le mie passioni più grandi, amo l'adrenalina, la fatica e le sensazioni che regala lo sterrato in tutte le sue forme. Ho corso tanti anni in mountain bike, tra Xc e Granfondo nelle categorie agonistiche, ma prima di tutto sono un amante del mezzo e della tecnica in generale. Dal 2012, dopo aver ottenuto la Laurea in Scienze Motorie allo IUSM di Roma, ho avuto la fortuna di fare della mia passione il mio lavoro, non solo come biker, ma anche come intermediario tra aziende, atleti e lettori. Seguitemi su Mtb Cult, qui sotto potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Daniele Concordia