•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Una gara di enduro, a qualunque livello, è un impegno psico-fisico non trascurabile.
Tanto più alto è il livello della competizione e tanto maggiore è la dedizione richiesta.
Non è difficile immaginare quanto sia diventato impegnativo l’Enduro World Series e a tale scopo Jerome Clementz ha pensato di realizzare una serie di video che trattano le situazioni più tipiche di una gara di enduro, dall’alimentazione alla preparazione del mezzo.

preparazione a una gara di enduro
Un’immagine spettacolare scattata da Jeremie Reuiller durante la gara di Madeira

Siamo certi che potrete trovare alcuni spunti interessanti nelle parole di Jerome Clementz (che vi riassumiamo, tradotte, dopo i singoli video), a cominciare dalla pressione delle gomme:

Visto il peso ridotto di Jerome Clementz, la pressione di gonfiaggio di partenza per lui sono 25 Psi dietro (circa 1,72 bar) e 20 Psi davanti (1,37 bar).
Il valore però a volte può salire se il terreno è molto roccioso per ridurre il rischio di forature.
Se volete saperne di più sulla pressione delle gomme e sulle gomme della Mtb in generale vi invitiamo a leggere questo articolo.

preparazione a una gara di enduro
Il meccanico di Jerome Clementz è italiano e si chiama Matteo Nati

Un dettaglio molto importante per garantire la massima trazione in curva sta nella spinta che il piede esterno alla curva esercita sul pedale, proprio per schiacciare la gomma a terra e darle più grip, specie quando il terreno diventa più scivoloso.
Passiamo alla gestione della tensione:

Anche un rider molto forte (anzi, soprattutto quelli molto forti) ha a che fare con nervosismo e tensione.
Jerome Clementz cerca di pensare alle cose facili e a quelle più semplici da fare.
Un bel respiro e rilassatezza.
E cosa mangia Jerome Clementz prima di una gara?

Un bel piatto di riso con (tanto) formaggio e pollo al curry.
Perché formaggio? Beh, ai francesi piace molto…
Ci siamo, stiamo per salire in bici, ma prima Jerome Clementz spiega come preparare le sospensioni su terreni molto rocciosi e sconnessi:

Clementz preferisce avere una forcella molto reattiva nella fase iniziale e molto più sostenuta a fine corsa e se il terreno è molto difficile aggiunge diversi token per avere più progressività e controllo del mezzo.
Su terreni ripidi e rocciosi è importante che la sospensione anteriore non affondi in modo troppo vistoso, altrimenti il biker è portato più facilmente a sporgersi in avanti, compromettendo l’equilibrio in sella e la guidabilità della bici.
E adesso una fase molto importante: come fare le ricognizioni?

La strategia di Jerome Clementz è semplice, ma molto efficace: siccome le gare di enduro sono composte da numerose Prove Speciali, è impossibile memorizzarle tutte.
Clementz, allora, ha un criterio: cercare di essere sempre fluido nella guida durante le Speciali.
E quando si accorge di non esserlo, si ferma, ripete quel tratto di Speciale e lo rifà fino a che non trova la traiettoria corretta e il giusto flow.
Durante le ricognizioni, inoltre, cruciale individuare i punti cruciali nei quali è possibile farla differenza.
Oppure in cui bisogna stare più attenti.
Fate voi…
E cosa mangiare durante una gara di enduro?

La scelta di Jerome Clement ricade su cereali, un po’ noccioline, zuccheri (gli piacciono molto le arance) e poi in gara energy bar e gel alla caffeina poco prima della partenza delle ultime Speciali.
E cosa fare in caso di foratura?
Ecco un altro punto molto importante e affatto banale in una gara di enduro…

La risposta di Jerome Clementz è rivolta piuttosto all’aspetto mentale che non pratico della faccenda.
Infatti, siccome una gara di enduro è finita solo quando si arriva alla fine dell’ultima Speciale, è importante restare calmi e cercare di risolvere il problema.
Anche se si sta lottando per la classifica finale, è sempre possibile recuperare nelle Speciali successive.
Magari sperando anche nella buona sorte.
Ma l’approccio corretto è: la gara, in caso di foratura, non è ancora finita.
E arriviamo alla fine: che cosa mangiare al termine di una gara di enduro?

Nel caso di Jerome Clementz, la sua preferenza ricade sulle proteine, ossia una bella bistecca e un po’ di verdura.

In questo momento Clementz sta gareggiando in Irlanda per il 3º round dell’Enduro World Series 2017 e lo sta facendo con una versione speciale della sua Cannondale Jekyll:

preparazione a una gara di enduro

Per i dettagli e le prime impressioni di guida della nuova Cannondale Jekyll li trovate in questo articolo, mentre qui trovate tutti gli articoli di MtbCult su Jerome Clementz.

 

Simone Lanciotti

Salve, mi chiamo Simone Lanciotti... e sono un appassionato di mountain bike come voi. Mi piace talmente tanto raccontare la mia passione per la Mtb che circa 20 anni fa ne ho fatto una professione. MtbCult.it è la stata la prima rivista che ho creato; poi eBikeCult.it e infine BiciDaStrada.it. La bicicletta in generale è stata ed è ancora per me una scuola di vita. Quindi, il viaggio continua e grazie per il contributo che date al nostro lavoro. Di seguito potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Simone Lanciotti