scritto da Simone Lanciotti in Tecnica,Tutorial il 07 Mar 2018

VIDEO TUTORIAL – Le prime 4 lezioni per diventare biker

VIDEO TUTORIAL – Le prime 4 lezioni per diventare biker
        
Stampa Pagina

Diventare biker?
Succede un po’ per caso, un po’ per scelta, un po’ per curiosità, ma presto o tardi ci si ritrova a confrontarsi con questo mezzo, la mountain bike, che attira un numero sempre maggiore di persone.
E anche di giovani e giovanissimi, ossia un’utenza poco esperta, molto curiosa e un po’ scavezzacollo che, anche per ragioni di sicurezza, richiede un approccio più metodico e… calmo con la Mtb.
Insieme a Stefano Chiri ho deciso di realizzare 4 video lezioni rivolte proprio ai giovanissimi, ma che, in tutta franchezza, possono tornare utili anche a chi si ritiene un biker non più di primo pelo.
Si tratta di 4 video lezioni che vi invito a guardare coinvolgendo eventualmente i vostri figli per mostrare loro la posizione in sella corretta e le tecniche di guida corrette in curva, nelle discese ripide e nelle salite più aspre.
Cominciamo nel primo video con il parlare della posizione in sella corretta e di un accessorio fondamentale: il casco.

Come affrontare le curve?
Prima ancora di parlare di discesa, salita, velocità e salti, è più importante spiegare come affrontare le curve.
Un conto è farle con un fondo ad alto grip come può essere l’asfalto e ben altro conto è affrontarle in fuoristrada, dove l’aderenza può essere molto bassa.
E’ cruciale allora tenere a mente i concetti che vi spieghiamo nel video:

La posizione dei pedali, il dirigere lo sguardo verso l’uscita della curva e di conseguenza la rotazione delle spalle permettono di superare le curve con disinvoltura.
Serve pratica, anzi, tantissima pratica, soprattutto se le curve diventano via via più strette e più ripide, ma occorre avere bene chiari in mente i rudimenti.

diventare biker

Se avete i freni a disco un dito sulla leva del freno è più che sufficiente

diventare biker

Questa è la presa corretta del manubrio…

diventare biker

…e NON QUESTA, da evitare anche in salita

Le discese ripide
Durante le riprese dei video ci siamo trovati per caso su un sentiero più scivoloso del previsto, ma questo ci ha permesso di mostrarvi concretamente le situazioni più difficili che può capitare di gestire.
E Leonardo se l’è cavata davvero bene, sospinto dalla sua grande passione per le ruote grasse e aiutato dai consigli di un esperto come Stefano.

Se il fondo è scivoloso e la pendenza è accentuata dovremo arretrare il bacino, rivolgere verso il basso i talloni dei piedi (per incrementare il grip sulla ruota posteriore), usare più il freno posteriore (e pochissimo quello anteriore) e lasciar sempre scorrere la ruota anteriore.
Facile vero?
A parole sì, ma quando siamo lì lo scenario cambia completamente.
Soluzione?
Se non siete più giovanissimi come Leonardo (la cui soglia di paura è molto più bassa di quella di un adulto), potete investire del tempo nel fare pratica oppure seguire un corso di guida Mtb.

diventare biker

Tallone rivolto verso il basso nelle discese ripide

Le salite ripide
Prima o poi capita di dover affrontarla, la salita.
E se siamo off-road e magari su un sentiero è molto probabile che richieda un grande impegno fisico e di coordinazione.
Il primo passo è capire quale rapporto utilizzare: è un dettaglio affatto banale e che varia a seconda del grip che ci permette il terreno, della pendenza e, soprattutto, della forza che abbiano nelle gambe

Indovinare la frequenza di pedalata giusta non è difficile: occorre ascoltare le gambe, il fiato e decidere quanto forte si può andare, in funzione della lunghezza della salita.
Poi, con la Mtb, è importante, come avete visto nel video, mettere le ruote sulla traiettoria giusta per evitare di fermarsi.

diventare biker

Insomma, la salita è tecnicamente impegnativa quanto la discesa, solo che… è ritenuta dalla maggior parte di noi biker meno divertente.
Queste 4 video lezioni non hanno la pretesa di spiegare tutto sul come affrontare le situazioni descritte poc’anzi, ma speriamo che vi facciano riflettere sul quanto è cruciale conoscere e affinare la tecnica di guida.
Sia per una questione di sicurezza, sia per maggiore divertimento e maggiore soddisfazione.

diventare biker

Potete immaginare la sorpresa di Leonardo quando si è trovato davanti una Mtb come la Trek Fuel Ex Jr. E non finisce qui…

Uno degli articoli più letti su MtbCult parlava proprio dell’uscire dalla zona di comfort, ovvero mettersi in gioco e fare qualcosa di un po’ più difficile per migliorare le proprie capacità e migliorare la propria auto-stima.
Farlo con gli amici è un conto, farlo con un biker esperto e preparato (chiamatelo maestro, se volete) è tutt’altra cosa.

Qui trovate tutti i nostri articoli che trattano l’assetto in sella e la tecnica di guida.

Ps: visto il talento che si ritrova e viste le numerose richieste che ha ricevuto, Stefano Chiri ha deciso di aprire la sua riding school, EsseCi appunto, per cui se volete alzare l’asticella (senza uccidervi…) potete contattarlo qui.



        
Torna in alto