scritto da Redazione MtbCult in Componenti,Test il 19 Mar 2013

Ruote Enve Am Twenty7,5: primo contatto

Ruote Enve Am Twenty7,5: primo contatto
        
Stampa Pagina

Fort William, uno dei peggiori circuiti di Dh per le ruote. Dal box del team Santa Cruz Syndicate parte una telefonata. E’ Doug Hatfield, il meccanico. La chiamata è verso gli Stati Uniti, a Jason Schiers, fondatore del marchio Enve:
– Ciao Jason, volevo dirti grazie
– Grazie per cosa?
– Sono qui a Fort William che mi bevo una birra, mentre gli altri meccanici sono a sistemare e rimontare ruote…

La bici di Greg Minnaar: ben evidenti le ruote Enve Dh

La bici di Greg Minnaar: ben evidenti le ruote Enve Dh

Ecco lo stupore misto a piacere con cui il team SCS ha accolto le primissime ruote Enve. Il team americano, infatti, è stato uno dei primissimi ad utilizzare i cerchi Enve in carbonio e da subito con grandi risultati. Quando iniziarono ad usarli i vari Peat e Minnaar erano scettici: il carbonio su un cerchio da Dh quanto può resistere?
E invece i risultati furono strabilianti. Ruote rigide, precise, reattive (grazie alla leggerezza del carbonio) e una bici che all’improvviso cambia carattere. E se a ciò aggiungete un manico pauroso nella guida, Enve diventa la ciliegina sulla torta.
Nella stagione 2011 il team SCS ne ha rotti solo 10 e le previsioni dei meccanici erano nettamente più catastrofiche.
Da lì è nata la fama del marchio americano che nel corso degli ultimi anni ha saggiamente deciso di allargare la proposta anche a settori più popolari, come l’Xc e l’enduro.
E se un cerchio resiste alle torture della Dh, una gara da Xc… è una passeggiata.
Noi stiamo provando a fondo un modello che potrebbe diventare un nuovo riferimento nell’all mountain, assemblato con mozzi e raggi di primo livello e il risultato… beh, per il verdetto finale ci vorrà ancora un po’di pazienza, ma le prime sensazioni sono all’altezza della fama di Enve.
A questo punto vale la pena di spiegare perché Enve sia arrivato ad un tale successo.

La nipples è interna al cerchio e il raggio è di tipo blade (lamellare): c'è una certa attenzione anche all'aspetto aerodinamico

La nipples è interna al cerchio e il raggio è di tipo blade (lamellare): c’è una certa attenzione anche all’aspetto aerodinamico

Sede conica delle nipples
Le nipples sono alloggiate all’interno del cerchio ed hanno una sede conica. Non è un dettaglio minimale, ma cruciale, perché questo consente alla nipples di orientarsi nella direzione richiesta dal raggio, di aumentarne la tensione e di non subire stress ulteriori ma soprattutto di non stressare il cerchio. In quel punto lì, infatti, per garantire la giusta solidità strutturale al cerchio altri produttori sono costretti ad aumentare gli spessori, aumentando anche il peso.
Inoltre, il foro sul cerchio viene realizzato in fase di molding della struttura, cioè il cerchio nasce con i fori per le nipples e non vengono praticati fori che richiederebbero, invece, spessori maggiori. I cerchi Enve escono così dallo stampo.
Inoltre, essendo le nipples interne, l’aerodinamica della ruota è migliore e l’estetica acquista una certa esclusività.

Il foro per le nipples sul cerchio presenta una svasatura che consente alla nipples di orientarsi con facilità in maniera opportuna senza stressare il carbonio del cerchio e permettendo al raggio una tensionatura superiore

Il foro per le nipples sul cerchio presenta una svasatura che consente alla nipples di orientarsi con facilità in maniera opportuna senza stressare il carbonio del cerchio e permettendo al raggio una tensionatura superiore

Rigidità laterale
Questa voce dipende da vari fattori, ma certamente il cerchio stesso apporta il contributo più rilevante. Enve lo costruisce con l’obiettivo di flettere poco, ma senza inficiare la comodità in sella. Inoltre, grazie al costruzione del cerchio con sede conica per le nipples, i raggi possono essere tensionati maggiormente e la ruota risulta ancora più nervosa.
Una caratteristica da segnalare assolutamente è l’assenza di limiti di peso del biker e la garanzia di cinque anni sui cerchi (tramite registrazione del prodotto al momento dell’acquisto). Ma non solo: di recente Enve ha adottato il programma Lifetime Crash Replacement: questo consente al proprietario di un componente Enve (e non solo cerchi) che incorresse in un incidente di acquistare un nuovo prodotto al prezzo scontato del 50%.

Enve sponsorizza il Team Cannondale Factory Racing. Fontana è molto contento delle sensazioni trasmesse da queste ruote

Enve sponsorizza il Team Cannondale Factory Racing. Fontana è molto contento delle sensazioni trasmesse da queste ruote

Montate le ruote sulla bici
E qui inizia il test che, come detto, è ancora in corso. Prima di esprimere un giudizio su un prodotto così prestigioso e allo stesso tempo affascinante crediamo sia opportuno e doveroso fare diverse verifiche su terreni quanto più eterogenei possibile.
Quindi, su MtbCult.it ci saranno aggiornamenti frequenti sull’evoluzione della prova.
Intanto, però, passiamo ad elencare le caratteristiche del modello che abbiamo in test.
Si tratta del cerchio Enve Am Twenty7,5 (quindi da 27,5 pollici) che è previsto di serie in versione tubeless. Ovvero, esce di fabbrica con la gola del cerchio forata, ma Enve fornisce il kit di trasformazione in tubeless. Su questo argomento seguirà a breve un tutorial sul montaggio del kit.

La coppia di ruote Enve pronta al test

La coppia di ruote Enve pronta al test

Il peso del cerchio è di 410 grammi, sia nella versione 32 che 28 fori, ha un’altezza di 31 e una larghezza di 30 mm.
La ruota assemblata, invece, arriva a 1.478 gr e prevede mozzi Dt Swiss 240S con mozzo anteriore con perno passante da 15 mm.
Prezzi? Tenetevi forte: l’entusiasmo con cui abbiamo aperto l’articolo è assolutamente realistico e proporzionalmente il prezzo è rivolto verso l’alto.
Il solo cerchio costa al pubblico 1.049€, mentre il set ruota sta 2.945€.
La garanzia è di cinque anni e c’è anche il programma Lifetime Crash Replacement.
Ok, numeri importanti (quasi spaventosi) che, dalle prime impressioni ricevute dal test, confermano il valore di queste ruote. A breve i primi responsi del test. Stay tuned…

Per informazioni Charlie Srl
oppure Enve

Scheda Tecnica

  • Peso cerchio:
    410 grammi
  • Peso ruota:
    1.478 grammi
  • Mozzi:
    Dt Swiss 240S, ant. compatibile perno passante 15mm
  • Altezza cerchio:
    31 mm
  • Larghezza cerchio:
    30 mm misurata internamente
  • Garanzia:
    5 anni
  • Prezzo:
    da 1.049€
        
Torna in alto