scritto da Daniele Concordia in Biciclette,Test,Video il 21 Feb 2019

VIDEO TEST – Olympia F1 2019: rifinita ed esigente

VIDEO TEST – Olympia F1 2019: rifinita ed esigente
        
Stampa Pagina

La Olympia F1 2019 (che vi avevamo presentato in questo articolo) è la nuova hardtail di punta della casa padovana, dedicata all’Xc e alle marathon.

Olympia F1 2019



Per il 2019, questa Mtb ha subito delle modifiche interessanti, soprattutto dal punto di vista delle geometrie, che ora sono sicuramente più moderne e il linea con le richieste del mercato.
Rimangono comunque i dettagli caratteristici del telaio F1, in particolar modo il design della scatola di sterzo forato e denominato “Stability Control”.
Abbiamo provato la Olympia F1 2019 per diverse settimane, ecco gli altri particolari, il peso, il presso, le sensazioni, i pregi e i difetti.
Iniziamo con un video:

1 – DETTAGLI TECNICI TELAIO
– Geometria: 8
Le quote della Olympia F1 2019 sono cambiate sensibilmente rispetto alla versione precedente.
Lo sterzo passa da 71,5 gradi a 70 gradi, un valore non modernissimo, ma più corretto per una hardtail da Xc di ultima generazione. Questo la rende sicuramente più versatile e meno “scontrosa”.

Olympia F1 2019

La scatola di sterzo è molto compatta, misura 95 mm sia in taglia S che in taglia M, arrivando a 115 e 125 mm nelle taglie L e XL.
Il piantone misura 74 gradi, più o meno come la vecchia versione, mentre il carro è stato accorciato di mezzo centimetro, ora misura 43 cm.

Olympia F1 2019

Sempre per seguire le tendenze attuali, è stato allungato di circa mezzo centimetro il tubo orizzontale: in taglia S misura 56,5 cm (reach di 40,4 cm), mentre in taglia M siamo sui 59,5 cm (reach di 43,4 cm).
La misura del piantone è piuttosto abbondante rispetto ad alcuni marchi concorrenti, infatti siamo sui 43 cm per la taglia S e sui 46 cm per la M. Questo potrebbe creare dei problemi ai riders che si trovano a metà tra due taglie. Come vedremo tra poco…

Olympia F1 2019

– Assetto in sella: 9
Reduce dall’esperienza particolare con la full Olympia F1-X (qui il test completo), non ho avuto problemi per trovare l’assetto in sella, ma a primo impatto le geometrie di Olympia potrebbero creare confusione. Mi spiego meglio: guardando i valori di top tube e reach, per le mie necessità (statura 172 cm, altezza sella 72 cm) dovrei scegliere la taglia M.
In quel caso, però, come era già successo con la F1-X che ha delle quote molto simili, avrei avuto uno svettamento sella troppo contenuto ed avrei dovuto montare un attacco manubrio cortissimo.

Olympia F1 2019

Ecco perché, d’accordo con i ragazzi di Olympia, ho deciso di provare una taglia S, trovandomi decisamente più a mio agio.
Lo svettamento sella è giusto, così come l’arretramento, e con un attacco da 80 mm ho trovato l’impostazione perfetta.
Ovviamente, in questo caso ho guidato un telaio molto più compatto e reattivo, ma anche più esigente nei tratti impegnativi…
In generale, quindi, la scelta della taglia di Olympia F1 o F1-X va valutata con attenzione…

Olympia F1 2019

– Cura costruttiva: 9,5
Il telaio della nuova Olympia F1 2019 è veramente ben fatto!
Nessun dettaglio è lasciato al caso, prestando attenzione alla funzionalità, ma anche al design e ai materiali.
Nella costruzione della struttura monoscocca vengono impiegati tra tipi di carbonio (Toray T1000, T800 e M40J), per garantire le giuste caratteristiche alle diverse zone del telaio.

Olympia F1 2019

Lo Stability Control sulla scatola di sterzo è realizzato per ottimizzare la precisione e la rigidità di quella zona, sia in salita, sia in discesa.
Nella zona di incrocio tra piantone, top tube e foderi alti del carro, compare una specie di “triplo triangolo”, che serve a rinforzare la struttura senza renderla però troppo rigida e/o pesante.
I foderi alti sono maggiorati orizzontalmente, ma anche schiacciati e collegati al tubo orizzontale per dissipare meglio le forse provenienti dal terreno garantendo allo stesso tempo una buona rigidità torsionale.

Olympia F1 2019

Il movimento centrale è PF92, il carro è Boost, il tubo sella è da 30,9 mm, il passaggio dei cavi è completamente interno e rende la struttura veramente pulita e ordinata.
Molto utile anche il guidacatena integrato, removibile e regolabile.
Il passaggio ruota posteriore è abbondante anche con gomme di ampia sezione.

Olympia F1 2019

Olympia F1 2019

L’unico appunto che potrei fare riguarda principalmente la taglia S: il portaborraccia anteriore è posizionato molto in alto, questo permette di utilizzare due borracce, è vero, ma rende un po’ difficoltosa l’estrazione di quella anteriore e impossibile l’utilizzo di borracce più grandi.
Consiglio in ogni caso un portaborraccia ad estrazione laterale.

Olympia F1 2019

– Peso telaio e/o bici: 7,5
La Olympia F1 2019 in versione Race XX1 Eagle pesa 9,7 kg con pedali. Il telaio pesa 1050 grammi.
Ci aspettavamo qualche grammo in meno, soprattutto dalla bici completa, trattandosi di un modello top di gamma.
Ma c’è un margine di miglioramento sui componenti, ad esempio si potrebbero scegliere delle gomme più leggere (le Vittoria Barzo TNT di serie pesano più di 700 grammi), dei pedali più leggeri di quelli che abbiamo montato per il test e magari piega e attacco in carbonio.
In questo modo si potrebbe arrivare intorno ai 9 kg, un peso più consono ad una hardtail da gara come questa.

Olympia F1 2019

Olympia F1 2019

– Prezzo telaio e/o bici: 9
La Olympia F1 Race XX1 Eagle identica a quella ricevuta in test costa 5813€, ma c’è da calcolare il sovrapprezzo di 488€ dovuto alla scelta delle ruote Vittoria Reaxcion SL 29”. L’opzione base, con ruote con cerchi Ztr Crest MK3 e mozzi Miche 966 costa 5325€.

Olympia F1 2019

Il prezzo non è economico, ma a nostro avviso è giusto per un mezzo top di gamma come questo, anzi, anche inferiore a prodotti simili di aziende concorrenti.
Ricordiamo inoltre che il listino Olympia prevede tantissimi modelli e infinite possibilità di personalizzazione sui componenti.
Ecco tutte le opzioni di allestimento:

Olympia F1 2019

– Garanzia sul telaio: 6
Come tutte le bici Olympia, la F1 è garantita due anni dalla data di acquisto.

Voto finale (da 1 a 10): 8,16

Olympia F1 2019

 

2 – COMPORTAMENTO IN SALITA
– Efficienza del telaio in salita: 10
La Olympia F1 2019 è una belva da salita, questo è sicuro!
Specialmente se si sceglie una taglia più compatta come ho fatto io, la bici risulta davvero granitica, reattiva e pronta ad ogni accelerazione.
Il carro leggermente più corto e la scatola del movimento centrale maggiorata, ma anche le tubazioni del triangolo principale di dimensioni generose sono i dettagli che regalano queste sensazioni.

Olympia F1 2019

– Impressioni di guida in salita: 9
Sulle salite sconnesse bisogna lavorare un po’ con le pressioni delle gomme per non avere un mezzo troppo scontroso e che garantisca sempre un buon grip della ruota posteriore.
Le Vittoria Barzo TNT, comunque, essendo rinforzate permettono di utilizzare pressioni leggermente più basse senza rischiare troppo.
In generale, la posizione in salita è molto racing e arrampicare con la Olympia F1 2019 è davvero un piacere.

Voto finale (da 1 a 10): 9,5

Olympia F1 2019

3 – COMPORTAMENTO IN DISCESA
– Efficienza del telaio in discesa: 8
Il telaio della Olympia F1 2019 è molto rigido e questo si avverte anche in discesa. E’ un mezzo esigenze, pensato per gli agonisti o comunque per i bikers che amano quella sensazione di massima reattività che regalano questo tipo di hardtail.

Olympia F1 2019

La versione Race XX1E monta un gruppo Sram XX1 Eagle con freni Shimano XTR

Sullo scassato non perdona molto, c’è bisogno di precisione e allenamento per domarla ad alte velocità.
Nei trail stretti e con curve in successione, invece, regala enormi soddisfazioni, perché è molto precisa nei cambi di direzione e nelle ripartenze.

Olympia F1 2019

– Impressioni di guida in discesa: 8
Nei tratti molto sconnessi con rocce, canali e radici la guida si fa molto fisica, ecco perché a mio avviso su una Mtb come la Olympia F1 avrei montato delle ruote con canale largo, dai 25 ai 30 mm interni. Anche un manubrio leggermente più largo (di serie è di 70 cm), magari in carbonio, renderebbe questa hardtail più versatile e divertente.

Olympia F1 2019

I cerchi Vittoria Reaxcion SL 29″ in alluminio hanno un canale interno da 22 mm

Tutto sommato, la F1 regala buone sensazioni già di serie, ma è migliorabile.
Ottimo il grip delle gomme Vittoria Barzo da 2,25”, ma su terreni più asciutti al posteriore avrei visto bene un Mezcal o comunque un modello più scorrevole.
Il guidacatena integrato è una bella soluzione per evitare salti imprevisti sui salti o nei tratti molto sconnessi.

Voto finale (da 1 a 10): 8

Olympia F1 2019



4 – COMPORTAMENTO SUL PEDALATO
– Efficienza del telaio sul pedalato: 8,5
Nei tratti scorrevoli o asfaltati sembra di essere su una bici da strada, parlando di reattività e trasmissione della potenza a terra. La posizione, ovviamente, è molto più raccolta e da Xc puro.
Sui sentieri sconnessi o sugli sterrati più sporchi, l’estrema reattività del telaio si fa sentire, ma lavorando con la pressione delle gomme la situazione migliora.

Olympia F1 2019

– Impressioni di guida sul pedalato: 8,5
Nei trail stretti in cui bisogna spingere e rilanciare, la Olympia F1 2019 dà il meglio di sé.
In quelli più scassati, come detto prima, paga un po’ in termini di comfort.
Anche in questo caso, dei cerchi di canale largo potrebbero renderla ancora più performante e meno esigente. Per lo stesso motivo, si potrebbe montare anche un reggisella in carbonio, più flessibile, più comodo e, perché no, anche più leggero.

Olympia F1 2019

Un reggisella in carbonio migliorerebbe il feeling nei tratti pedalati su fondo sconnesso

Molto utile la posizione intermedia della compressione sulla forcella Fox 32 Factory Step Cast: l’ho utilizzata spesso, soprattutto nei tratti pedalati ma con fondo irregolare.

Voto finale (da 1 a 10): 8,5

Olympia F1 2019

Olympia F1 2019

VOTO COMPLESSIVO (da 1 a 10): 8,54

Olympia F1 2019

In conclusione…
La Olympia F1 2019 è un mezzo dedicato agli amanti della hardtail “pura”, senza troppi fronzoli e con pochi compromessi.
Per farla rendere al massimo serve una guida pulita ed un buon manico, ma con qualche accorgimento sui componenti potrebbe diventare ancora più versatile e performante, oltre che più leggera.
Infine, il rapporto qualità-prezzo è molto buono, calcolando l’allestimento al top e gli accorgimenti tecnici di ultima generazione.

Olympia F1 2019

Per informazioni OlympiaCicli.it



voto:  8,54 / 10

PRO:

Reattività, maneggevolezza, precisione, look, ampia scelta degli allestimenti, cura dei dettagli, rapporto qualità-prezzo.

CONTRO:

Piantone poco sloping (crea difficoltà nella scelta della taglia), cerchi con canale troppo stretto, reggisella e manubrio in alluminio, esigente sui sentieri molto tosti, peso migliorabile, poco spazio per estrazione borraccia (in taglia S).

Scheda Tecnica

  • Caratteristiche del telaio:
    Telaio in carbonio monoscocca realizzato con fibre Toray T1000, T800 e M40J, sterzo con Stability Control, movimento centrale PF92, reggisella da 30,9 mm, carro Boost 12x142, passaggio interno dei cavi, guidacatena integrato, 4 taglie (S, M, L e XL).
  • Travel:
    100 mm
  • Diametro ruote:
    29"
  • Peso bici completa:
    9,7 chili con pedali in taglia S
  • Angolo di sterzo:
    70 gradi
  • Angolo sella:
    74 gradi
  • Tubo orizzontale:
    56,5 cm (in taglia S)
  • Carro:
    43 cm
  • Interasse:
    1081 mm (in taglia S)
  • Prezzo:
    5813€
        
Torna in alto