scritto da Andrea Ziliani in Biciclette,Test il 16 Nov 2018

VIDEO TEST- Scott Ransom 900 Tuned: un coltellino svizzero…

VIDEO TEST- Scott Ransom 900 Tuned: un coltellino svizzero…
        
Stampa Pagina

La Scott Ransom 2019 è finalmente arrivata nello nostre mani per il test completo. Possibilità di montare due diametri ruota, 170 millimetri di escursione e numeri che sulla carta promettono grandi cose.
Scoprite insieme a noi la nuova nata di casa Scott…

Scott Ransom



Vi avevamo già introdotto la nuova Scott Ransom 2019, presentataci durante l’Italian Bike Festival di Rimini la scorsa estate.
Le caratteristiche tecniche ci avevano subito colpito mentre alcuni accorgimenti tecnici, come la possibilità di variare la curva di compressione sull’ammortizzatore, ci avevano invece fatto storcere il naso.

Scott Ransom

//

//

Per fortuna il nostro intuito era completamente fuori strada e ce ne siamo accorti subito durante il test.
Come di consueto vi rimandiamo subito alla visione del nostro video test prima di continuare la lettura…

1 – DETTAGLI TECNICI TELAIO
– Geometria: 9
Il telaio della Scott Ransom 900 Tuned permette di modificare la geometria tramite un chip posto sulla biella dell’ammortizzatore.
Ruotando di 180° questa piccola piastrina è possibile scegliere tra due assetti, High e Low. Questo modifica va ad incidere principalmente su angolo sterzo, angolo piantone sella, reach, wheelbase e altezza del movimento centrale.
L’angolo sterzo passa da 65° a 64,4° mentre il tubo sella da 75° a 75,5°.
Questi valori sono ottimi per un perfetto bilanciamento, perché lo sterzo disteso permette di avere un ottimo controllo sul ripido e sul veloce soprattutto se abbinati ad un offset forcella di 44mm.

Scott Ransom

Il tubo sella è invece molto verticale così da agevolare le fasi di pedalata.
Il reach in taglia media è invece di 439,5 mm in modalità Low e 445 mm in modalità High. Valore non troppo estremo e ben bilanciato, al contrario della wheelbase che risulta essere di 1215,9 mm in modalità low.
L’altezza del movimento centrale è stata per noi una sorpresa visti gli abbondanti 353,5 mm. Se a primo acchito è sembrato davvero alto e non in linea con le “rivali” di categoria, dopo aver utilizzato questa Mtb abbiamo capito la scelta costruttiva di casa Scott.
Ma di questo ne parleremo più avanti nelle sensazioni di guida.
Qui sotto trovate la tabella completa delle geometrie:

Scott Ransom

– Assetto in sella: 9,5
Il primo approccio con la Scott Ransom 900 Tuned è stato decisamente strano.
Questa all mountain/enduro da 170 mm di escursione e ruote da 29″ con coperture da 2.60″ è mascolina e imponente, una “biciclettona” a prima vista.
Saliti in sella la sensazione è però completamente opposta e la posizione è quella di una all mountain aggressiva.

Scott Ransom

Come detto poco sopra, il reach è ben bilanciato e la distanza sella manubrio è perfetta per avere sempre controllo ogni reazione della nostra Mtb.
Parte di questo primo feeling è dovuto appunto al manubrio, il Syncros Hixon iC Rise in fibra di carbonio integrato con l’attacco manubrio.
Lo avevamo già visto sui modelli Genius ma questo componente si è evoluto e ora ha ben 800 mm di larghezza e 20 mm di rise.

Scott Ransom

Lo shape di questo manubrio è decisamente insolito e caratterizza il design della Ransom. Anche l’inclinazione del tubo sella è perfetta per questo tipo di Mtb.

– Cura costruttiva: 9,5
Su questa Scott Ransom 900 Tuned la cura costruttiva non manca e partendo dal design del telaio si nota come ogni particolare sia pensato per amalgamarsi al resto dei componenti.
I componenti Syncros aiutano ancor di più ad aumentare questa percezione di omogeneità in ogni dettaglio. Nonostante la zona sterzo sia “affollata” di cavi, la pulizia d’insieme è buona grazie ad un pratico ferma-guaina a spirale.

Scott Ransom

Scott Ransom

Queste ultime, poi, passano interamente all’interno del triangolo anteriore, senza nascondere le forme sinuose del telaio completamente in carbonio.
Solo nel punto dove la guaina del freno posteriore esce per passare dal triangolo anteriore al carro, è presente un intelligente fermo collegato al coperchio di uno dei perni, che evita sbattimenti e sfregamenti potenzialmente dannosi alla verniciatura.

Scott Ransom

La protezione del telaio in casa Scott non è lasciata al caso e partendo dal carro si nota il batticatena in gomma ben dimensionato che fa coppia con la protezione del tubo obliquo sempre in materiale plastico/gommoso.
Tutti questi accorgimenti fanno sì che durante le fasi di discesa non si avverta nessun fastidioso rumore proveniente dalla trasmissione o dalle guaine.
Concludiamo con l’agio del carro sulla gomma 29×2.60″: non ampissimo ma se teniamo conto della rigidità d’insieme d’insieme e della compattezza del telaio è buona.

Scott Ransom

Scott Ransom



– Tuning ammortizzatore: 9,5
Cuore pulsante di questo telaio è senza ombra di dubbio il nuovo Fox Nude Tr Evol. Questo ammortizzatore dona alla Scott Ransom 900 Tuned una incredibile polivalenza, grazie alla possibilità di scegliere tra 3 modalità di lockout e 2 differenti curve di progressione settabili in pochi secondi.
É possibile quindi cambiare le caratteristiche dinamiche di questa Mtb grazie a pochi click.

Scott Ransom

Questa unità è integrata perfettamente con la forma del telaio e questo si nota subito guardando alla parte bassa del triangolo anteriore.
Il cavo del TwinLoc arriva dall’obliquo e si integra perfettamente con il Fox Nude senza lasciare nulla fuori posto o alla vista.
Come detto sopra, è possibile scegliere 3 modalità di lockout: partiamo dalla più aperta con tutti i 170 millimetri di escursione, che non hanno mai mostrato alcun cedimento nonostante la mancanza di un piggyback.

Scott Ransom

Se impostiamo invece la Ransom in modalità traction, la corsa scende a 120 mm e questo permette di pedalare agevolmente oppure affrontare tratti misti alla massima velocità.
Il lockout completo è davvero fermo e non si avverte bobbing.
Possiamo anche modificare il volume della camera positiva andando quindi a variare la curva di compressione. Con la curva più progressiva avremo dei vantaggi in bike park o con una guida molto attiva, mentre la setting più lineare è pensato per la guida sui trail più naturali.

Scott Ransom

Avrei voluto dare 10 come voto a questo componente, ma se da un lato possiamo giovare di questa completa integrazione, dall’altro dobbiamo tenere conto delle possibili problemi di compatibilità nel caso volessimo passare un’unità diversa, come ad esempio un ammortizzatore a molla.

– Posizionamento ammortizzatore: 10
L’ammortizzatore è praticamente incastonato nella parte bassa del triangolo anteriore e questo permette di proteggerlo molto bene da detriti e fango.
Avendo la regolazione del lockout a manubrio non serve allungarsi per regolarlo mentre si pedala.

Scott Ransom

– Peso telaio e/o bici: 9,5
Con soli 13,20 kg questa Scott Ransom 900 Tuned è un peso piuma se consideriamo il travel, la geometria e gomme di grande seziona (29×2.60″).
Questo leggerezza è avvertibile soprattutto nei rilanci e nei tratti in salita, dove la rigidità del movimento centrale amplifica ancora di più questo valore ancora migliorabile.
Avete detto ruote carbon? 😉

– Prezzo telaio e/o bici: 9,0
La Scott Ransom 900 Tuned viene proposta a 7699€ per questo allestimento che è quello più pregiato della gamma. Non è sicuramente un prezzo basso ma i componenti montati sono di alto livello e viste le caratteristiche dinamiche di questa Mtb possiamo pensare di acquistarla per un utilizzo a 360 gradi che va dall’uscita domenicale al bikepark, passando per le gare d’enduro.
La gamma Ransom spazia comunque su 4 allestimenti diversi, due carbonio e due alluminio con il prezzo base che parte da 2999€ per la Ransom 930.

Scott Ransom

Scott Ransom

Scott Ransom

Scott Ransom

– Garanzia sul telaio: 8,5
Sul telaio e sul carro la garanzia prevista è di 5 anni, mentre per la forcella possiamo beneficiare di 2 anni di garanzia.
A questo link potete leggere la policy completa di Scott riguardo ai propri prodotti.

Voto finale (da 1 a 10): 9,3

2 – COMPORTAMENTO IN SALITA
– Efficienza sospensione posteriore in salita: 9,5
Come abbiamo detto sopra, il comando TwinLoc è una vera e propria manna dal cielo su questa Ransom. Con un solo click possiamo bloccare completamente entrambe le sospensioni facendo diventare questa “endurona” una scalatrice provetta.

Scott Ransom

Quando l’ammortizzatore è in completo lockout non si avverte il minimo bobbing.
Se invece stiamo affrontando un tratto misto su singletrack ad esempio, la modalità traction con 120 mm di escursione ci permette di scavalcare agevolmente quasi ogni tipo di ostacolo.

– Impressioni di guida in salita: 9,5
La posizione in sella mentre si pedala in salita è praticamente l’opposto di quello che si aspetterebbe leggendo i numeri di questa Ransom.
L’impostazione è da vera trail bike e una volta abituati alla forma del manubrio integrato Syncros Hixon iC Rise si ha il controllo totale sulle reazione della bici.

Scott Ransom

Scott Ransom

A differenza di molte enduro a lunga escursione moderne, sulla Ransom non si avverte così marcatamente la sensazione di essere “all’interno” delle ruote e questo è dovuto in parte all’altezza da terra del movimento centrale non proprio contenuta.
Se da una lato questo potrebbe essere considerato un punto a sfavore, l’abbiamo trovato invece un plus all’atto pratico.

Scott Ransom

Scott Ransom

Se con molte altre Mtb di questa categoria capita molto spesso di toccare con i pedali ovunque, soprattutto su passaggi tecnici ed impegnativi, con la Ransom si procede decisamente più tranquilli.

Voto finale (da 1 a 10): 9,5

3 – COMPORTAMENTO IN DISCESA 
– Efficienza sospensione posteriore in discesa: 9,5
Come per la salita, anche in discesa l’ammortizzatore non teme nulla.
Se alla presentazione eravamo rimasti stupiti dall’assenza di un’unità con piggyback, dopo aver provato per bene questo Fox Nude Tr Evol posso dire che questo ammortizzatore è un “mini X2”.

Scott Ransom

Scott Ransom

Abbiamo avuto il piacere di metterlo alla prova in diverse condizioni e con climi diversi, scoprendo che gli ingegneri di Scott hanno creato un perfetto connubio di funzionamento tra carro e ammortizzatore.
La sensazione è quella di avere una corsa infinita e se si avverte un comportamento troppo lineare basta agire sulla levetta posta sul serbatoio dell’aria e trasformare la curva di compressione rendendola più progressiva.
Rimane comunque la possibilità di inserire degli spacer, anche se noi abbiamo utilizzato prevalentemente la Ransom in modalità lineare sui nostri trail di casa.

– Impressioni di guida in discesa: 9,5
Se l’impostazione di guida in salita della Scott Ransom 900 Tuned è da vera trail, quando si comincia a scendere si capisce all’istante con che razza di missile si ha a che fare.
Basta avere il coraggio di mollare tutto la prima volta per accorgersi della velocità a cui si può arrivare in sella a questa Mtb.
Va solo fatta un po’ di abitudine al manubrio dallo shape particolare, ma per il resto la Ransom non teme niente.

Scott Ransom

Il mix di rigidezza del telaio, confidenza di guida e bilanciamento della geometria è ottimo e permette a tutti di spingere forte, perdonando anche gli errori più evidenti. L’angolo sterzo aperto e l’interasse lungo permettono di affrontare con tranquillità anche le sezioni più ripide e tecniche senza però rinunciare alla reattività nei cambi di direzione o sul veloce. Le gomme MAXXIS DHF 29×2.60″ danno tanto grip e confidenza e l’ampia sezione aiuta a smorzare le vibrazioni che arrivano dal terreno.

La forcella è una Fox 36 FIT4, sicuramente non personalizzabile come una GRIP2, ma decisamente ottima per questo allestimento e all’altezza del funzionamento della sospensione.

Scott Ransom

Anche i freni Sram Code Rsc non ci hanno mai abbandonato grazie ai rotori da 200 mm all’anteriore e 180 mm al posteriore.

Voto finale (da 1 a 10): 9,5

4 – COMPORTAMENTO SUL PEDALATO
– Efficienza sospensione posteriore nel pedalato: 9,0
Anche qui la Ransom non si impensierisce e grazie al comando TwinLoc possiamo mantenere in ogni frangente velocità considerevoli.
Con un semplice click passiamo dal tutto aperto al tutto chiuso senza dimenticare la modalità traction con 120 mm di escursione, pensata quasi appositamente a queste situazioni intermedie.

Scott Ransom

Ovviamente, bisogna abituarsi ad utilizzare molto la mano sinistra a cui affidiamo l’azionamento di reggisella telescopico e comando TwinLoc. Ci vogliono anche qui un paio di uscite per avere il feeling e sfruttare al massimo il potenziale della Ransom.

– Impressioni di guida sul pedalato: 9,5
Come detto appena sopra, bastano un paio di uscite per sfruttare appieno la velocità della Scott Ransom 900 Tuned in queste situazioni.
L’impostazione da vera trail e il comando TwinLoc trasformano l’animo di questa Mtb in un istante, consentendoci di spingere forte, sia in salita che in discesa.
L’unico cambiamento che sentiamo di consigliarvi se siete amanti delle lunghe pedalate riguarda la gomma posteriore.

Scott Ransom

Per l’uso più intenso il Maxxis DHF è ottimo, ma se vogliamo affrontare lunghi giri pedalati sarebbe meglio qualcosa di più scorrevole e meno dispendioso in termini di energie.

Voto finale (da 1 a 10): 9,25

VOTO COMPLESSIVO (da 1 a 10): 9,4

In conclusione…

Scott Ransom

La Scott Ransom 900 Tuned è un vero coltellino svizzero.
Sulla carta i numeri possono impensierire e possono far pensare ad una Mtb estrema ed impacciata.
Niente di più sbagliato: per noi questa è una trail bike dall’animo corsaiolo, capace di dare il meglio di se in qualsiasi situazione e contesto.
La possibilità di montare due diametri ruote non ci è neanche passata per la mente dopo averla provata in questa configurazione 29 pollici.
Se state cercando una Mtb divertente, capace e veloce questa Scott fa al caso vostro.

Per informazioni Scott-Sports.com



voto:  9,4 / 10

PRO:

Sistema TwinLoc, possibilità di modificare la curva di compressione dell'ammortizzatore con un click, facilità di utilizzo, polivalenza, peso, rigidità.

CONTRO:

Prezzo (forse), gomma posteriore non proprio adatta alle lunghe pedalate.

Scheda Tecnica

  • Caratteristiche telaio:
    Telaio e carro in Ransom Carbon / IMP technology / HMX , battuta Boost 148, escursione 170 mm, passaggio cavi interno, sterzo conico, montaggio direct mount per disco 180 mm, movimento centrale BB92
  • Travel posteriore:
    170 mm
  • Diametro ruota:
    27,5" e 29"
  • Peso bici completa:
    13,2 kg, senza pedali e in taglia M
  • Angolo di sterzo:
    65° e 64,5° tramite chip
  • Tubo orizzontale:
    604.2 mm(low) 602.7 mm(high) tg M
  • Tubo piantone:
    44,0 cm (tg M)
  • Carro:
    437.9 mm (LOW) - 436.0 mm (HIGH)
  • Interasse:
    1,215.9 mm (LOW) - 1,214.4 mm(HIGH)
  • Prezzo:
    7699€
        
Torna in alto