TEST - Scott Patron eRide: pronta a ridefinire il concetto di e-Mtb

Simone Lucchini
|

La Scott Patron eRide ridefinisce il concetto estetico di e-Mtb, concretizzando quello che in molti credevano solo un esercizio di stile.
Proprio come accaduto con la nuova Scott Spark in ambito xc, la Patron eRide scuote il segmento elettrico con soluzioni tecniche all’avanguardia e un design integrato sinuoso ed elegante.

Scott Patron
La Scott Patron eRide 900 Tuned ricevuta in test

La Scott Patron eRide non è solo “integrazione”, si guida facilmente, riesce ad infondere sicurezza anche nelle sezioni più tecniche, senza venir mai meno al suo scopo principale, divertire chi la guida.
Un divertimento, quello “causato” dalla Scott Patron eRide, che si avverte anche nei primi instanti del video, quasi a voler rimarcare quanto questa e-Mtb abbia sorpreso e divertito anche noi.

Curiosi di sapere come è andata? Premete play ▶️

DETTAGLI TECNICI DEL TELAIO

- Geometria

Vista la mia statura di 168 cm e trattandosi di una e-Mtb da enduro ho scelto di testare la Scott Patron eRide in taglia M.
Inizialmente, ingannato dalla dimensione generosa dei tubi, ho pensato di trovarmi di fronte ad una e-Mtb davvero lunga e sovradimensionata per la mia altezza, poi, analizzando su carta le geometrie della Patron mi sono “tranquillizzato”.

La Scott Patron eRide è lunga, ma non eccessivamente (reach da 445,8 mm), ha un carro volutamente più lungo rispetto alla concorrenza (454 mm) e un angolo di sterzo aperto quel tanto che basta per creare il giusto mix tra stabilità e agilità (65°).

Scott Patron
Il carro della Scott Patron eRide misura 454 mm

Il tubo piantone, come richiesto dai moderni canoni geometrici, è tanto verticale (76,9°), mentre l’altezza del movimento centrale da terra è di 347 mm.
Un dettaglio, quest’ultimo, che ha influenzato positivamente le sensazioni di guida in sella alla Scott Patron (ve ne parlo più avanti).
Per conoscere ulteriori dettagli sulle geometrie della Scott Patron date un’occhiata qui sotto ⬇️

Schermata 2022 03 31 Alle 11.46.18
TEST - Scott Patron eRide: pronta a ridefinire il concetto di e-Mtb 16
Schermata 2022 03 31 Alle 11.45.59
TEST - Scott Patron eRide: pronta a ridefinire il concetto di e-Mtb 17

- Assetto in sella

Una volta in sella, tutto è al giusto posto.
Il tubo piantone tanto verticale, compensa un orizzontale generoso (595 mm), restituendo una posizione raccolta e di totale controllo, nonostante uno stack molto alto (642,2 mm).
Utile ma poco pratico il comando Syncros per il bloccaggio a tre posizioni delle sospensioni, crea un po’ di confusione sul manubrio, per fortuna i tanti cavi sono sapientemente integrati nel manubrio stesso.

Scott Patron
Il comando Syncros a tre posizioni per il bloccaggio delle sospensioni (prime due leve dall'alto) con comando del telescopico incluso (ultima leva in basso)

- Cura costruttiva

La Scott Patron e-Ride, anche solo osservandola, lascia trasparire un’attenzione al dettaglio quasi maniacale.
Parlare di cura costruttiva sembra quasi riduttivo di fronte ad un mezzo del genere, tanta è la perfezione ma sopratutto il coraggio nel portare sul mercato un prodotto innovativo, che giudicarne i pregi e difetti sembra superfluo.

La totale integrazione dei componenti restituisce ai nostri occhi un mezzo elegante ma anche funzionale.
Volendo trovare un difetto a questa bici, punterei il dito sulla mancanza di una protezione adeguata al di sotto del movimento centrale.
Con un'altezza cosi bassa da terra, non è raro incorrere in qualche “toccatina”, una protezione in plastica più ampia e coprente sarebbe stata gradita.

Scott Patron
In foto, oltre a poter vedere il motore Bosch Performance Line CX, si possono osservare i segni lasciati dalle piccole collisioni con il terreno (frequenti vista la ridotta altezza da terra)

- Tuning ammortizzatore

L’ammortizzatore installato di serie sulla Scott Patron eRide 900 Tuned (quella da noi testata) è un Fox Nude T eRide Evol (205X60), con taratura personalizzata Scott e lockout a tre posizioni.

Il setting realizzato dai tecnici Fox (coadiuvati dagli ingegneri Scott) è avvertibile già dai primi metri.
La sospensione posteriore lavora in perfetta armonia con il carro della Scott Patron eRide.
Dopo una prima parte di escursione molto sensibile, segue una seconda molto più progressiva e sostanziosa.
Difficile avvertire fastidiosi fondo corsa se non in situazioni particolarmente critiche.

Scott Patron
L’ammortizzatore Fox Nude T eRide Evol (205X60), con taratura personalizzata Scott e lockout a tre posizioni.

La posizione intermedia dell’ammortizzatore, porta l’escursione posteriore da 160 a 115 mm, trasformando questa Scott Patron eRide in una sorprendente scalatrice.
Apprezzabile la possibilità di bloccare completamente entrambe le sospensioni, anche se non ne ho mai avvertito la reale necessità.

- Posizionamento ammortizzatore

Mai come in questo caso, la voce sul posizionamento della sospensione gioca un ruolo chiave.
Nascosto all’interno del telaio, l’ammortizzatore rimane al riparo da polvere, detriti e agenti esterni.
Una posizione tanto specifica che arreca evidenti vantaggi estetici e lascia spazio a motore, batteria e ad un porta borraccia.

Scott Patron
l’ammortizzatore rimane al riparo da polvere, detriti e agenti esterni

Per accedervi basta rimuovere il coperchio in plastica azionando l’apposito sistema di blocco, quindi non sarà necessario utilizzare attrezzi o chiavi particolari.
La domanda che forse tutti vi starete facendo è: come si misura il sag?
Niente paura! Scott ha ideato un comodo e pratico indicatore di sag posizionato vicino al leveraggio del carro.

Scott Patron
In foto il comodo indicatore di SAG presente sul telaio

- Autonomia batteria

La Scott Patron eRide è spinta da un motore Bosch Performance Line Cx con aggiornamento Bosch Smart System, alimentato da una batteria Bosch da ben 750 Wh.

Scott Patron
In foto la batteria Bosch da 750 Wh estraibile

In una delle ultime uscite con la Patron ho voluto testarne l’autonomia, Portando al limite il sistema motore-batteria.
Per comprendere meglio l’esito del test vi premetto alcuni dati fondamentali.
Peso 75 Kg e durante il test ho riscontrato una temperatura media di 23 C° (ricordo che la temperatura esterna, se bassa, incide sull’autonomia).

Per potervi fornire un dato certo ho usato quasi esclusivamente la modalità turbo, sottoponendo il motore al massimo stress possibile.
Dopo 2:09 ore di utilizzo, 35,88 Km e 2.269 metri di dislivello, la percentuale della batteria è scesa al 9%.
Un risultato eccellente considerando la tecnicità e pendenza delle salite affrontate.

- Peso telaio e/o bici

La Scott Patron eRide in versione 900 Tuned pesa 24,3 Kg (pedali inclusi).
Tanto? Troppo? Forse si, ma guidando questa Scott Patron ci si scorda di essere in sella ad una e-Mtb.
La perfetta distribuzione delle masse la rende molto simile, per sensazioni di guida, ad una Mtb da enduro tradizionale.

- Prezzo telaio e/o bici

La Scott Patron eRide 900 Tuned si posiziona a metà della gamma, creando un ottimo compromesso tra la Ultimate e la 900.
Volendola portare nel proprio garage, sarà necessario sborsare 8.999,00 €.
La Patron è una bici fuori dal coro e l’esclusività a volte si paga a caro prezzo.

- Garanzia

La garanzia per telaio e carro della Scott Patron eRide è di 5 anni, a patto di registrare la bici entro e non oltre 10 giorni dalla data di acquisto.
Cliccate qui per maggiori informazioni a riguardo.

Scott Patron
La Scott Patron eRide dispone di due luci posteriori, azionabili direttamente tramite comando Bosch

COMPORTAMENTO IN SALITA

La osservi, ne leggi le caratteristiche e subito pensi ad una bici votata esclusivamente alla discesa, eppure, la Scott Patron è un’ottima “arrampicatrice”.
Nonostante l’escursione abbondante (160 mm all’anteriore e al posteriore), uno stack elevato e la mole importante, questa e-Mtb è agile, precisa e gode di una trazione “infinita”.

Scott Patron
Un dettagli della parte anteriore della Scott Patron eRide

Il merito, anche se in parte attribuibile al lockout a tre posizioni, è imputabile ad un piantone molto verticale che assicura una buona posizione di guida e quindi un ottimo controllo del mezzo, ma anche al carro abbastanza lungo che assicura un grip costante.
Davvero poche le occasioni nelle quali sono arrivato a perdere il controllo della situazione.

Scott Patron
La Scott Patron viene venduta con parafango anteriore e posteriore di serie, ovviamente sono rimovibili

Grazie al recente aggiornamento “Bosch Smart System” sono riuscito a personalizzare la spinta del motore, rendendolo adatto alle mie esigenze e a quelle del terreno.
Un equilibrio, quello tra motore e caratteristiche geometriche della bici, che consente di azzardare passaggi in salita mai provati prima.

COMPORTAMENTO IN DISCESA

Lontano, lontanissimo il limite di questa Scott Patron.
I 160 mm di escursione divorano tutto ciò che trovano lungo il percorso, restituendo al rider una sensazione di onnipotenza.
Ogni singolo componente, dalle sospensioni ai freni, lavorano in sintonia l’uno con l’altro.
Una perfezione che infonde sicurezza anche nelle situazioni più “critiche”.

Il carro, grazie alla sua lunghezza, restituisce al pilota le sensazioni provenienti dal posteriore in maniera sincera e graduale.
Difficile, se non impossibile incorrere in reazioni brusche provenienti dalla ruota posteriore.
L’anteriore alto invoglia a spingere anche nei tratti più ripidi, dove a differenza di altre e-Mtb non costringe ad una guida troppo lontana da quella di una bici tradizionale.
La Scott Patron è una e-Mtb facile, divertente e incredibilmente efficace.

Scott Patron
Il motore Bosch è coperto da una cover protettiva che aiuta a convogliare l'aria per il raffreddamento

COMPORTAMENTO SUL PEDALATO

I classici “mangia e bevi” sono il punto dolente di tutte le e-Mtb.
Il peso e la velocità limitata a 25 Km/h non permettono a questa categoria di bici di eccellere nel misto.
La Scott Patron eRide non fa eccezione, anche se il blocco a tre posizioni delle sospensioni consente di trovare sempre il giusto compromesso tra assorbimento e scorrevolezza.

In conclusione...

La Scott Patron eRide è una bici fuori dal coro, esteticamente diversa da tutte le altre e con qualità dinamiche davvero sorprendenti.
Un progetto coraggioso, pronto a sconvolgere il segmento delle e-Mtb.
Noi l’abbiamo annoverata tra le migliori e-Mtb testate, voi cosa ne pensate?

Per maggiori informazioni visitate il sito Scott.

Qui tutti gli articoli dedicati al marchio Scott

Qui sotto un interessante articolo dove vi spieghiamo perché le e-Mtb potrebbero andare più forte delle Mtb tradizionali in discesa ⬇️

Condividi con
Sull'autore
Simone Lucchini

Mi piace essere estroso, mi ritengo molto versatile e sono il più giovane del gruppo, con una vocazione che spazia dall’Xc fino all’enduro senza disdegnare il mondo e-Mtb e gravel. Mi piacciono i video e la guida in generale

Iscriviti alla nostra newsletter

... E rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie!
Logo MTBCult Dark
Newsletter Background Image MTBCult
arrow-leftarrow-right