SHORT TEST - Con la SCOR 4060 Z sui trail di Piombino

Daniele Concordia
|

La 4060 Z è la e-Mtb di SCOR, un marchio emergente nato sotto l'ala di BMC Switzerland.
A differenza di BMC, che si distingue per i mezzi da gara, SCOR realizza dei mezzi orientati al divertimento, sia tradizionali che elettrici.

Scor 4060 Z
La SCOR 4060 Z ST che abbiamo provato



Vi abbiamo già presentato le Mtb SCOR qualche mese fa (qui l'articolo con dettagli, prezzi e modelli), ma solo ora siamo riusciti a toccarle con mano.
Lo abbiamo fatto in Toscana, più precisamente a Piombino, e in quella occasione siamo riusciti anche a provare la SCOR 4060 Z ST (Short Travel) per una giornata intera.

Scor Press Camp Piombino @ Jérémie Reuiller 1500
I primi approcci con la e-Mtb di SCOR. Foto di Jérémie-Reuiller

Iniziamo subito con il video, poi parliamo meglio di tecnologie e sensazioni:

PESI E INGOMBRI IN PRIMO PIANO

A Piombino abbiamo girato sui sentieri, ma c'è stata anche la possibilità di parlare con Christof Bigler, ingegnere e designer di BMC e di SCOR Mtb, che ci ha detto qualcosa in più sulla filosofia e sulla progettazione.

Img 4038
Christof Bigler ci mostra i bozzetti dei progetti SCOR

La SCOR 4060 Z è nata in un secondo momento, quando la 4060 tradizionale (senza motore) era già stata sviluppata e testata, sia in laboratorio che sul campo, utilizzando parecchi prototipi.

Scor 4060 Z
Uno dei prototipi finali della SCOR 4060

L'obiettivo del marchio svizzero, infatti, era realizzare una e-Mtb che avesse un ingombro molto simile a quello delle Mtb classiche, per offrire un feeling di guida più naturale possibile.
Lo schema sospensivo (Virtual Pivot) ed il design del telaio sono veramente molto simili tra loro e anche le geometrie sono quasi identiche: la 4060 Z ha un carro più lungo di soli 5 mm, le restanti misure sono paragonabili.

Scr 22 16020 006 Scor 4060 St Gx Mountain Bike Mint
SCOR 4060 ST
Scor 4060 Z
SCOR 4060 Z ST

Ovviamente, c'è l'ingombro ulteriore di motore e batteria, che sono stati posizionati il più in basso possibile proprio per ottimizzare la stabilità e migliorare la maneggevolezza.
Il motore Shimano EP8 è stato scelto per motivi di “spazi” e per la possibilità di orientarlo in modo specifico sul telaio.

Scor Press Camp Piombino @ Jérémie Reuiller 3551
Foto di Jérémie-Reuiller

Da metà triangolo in su, il design del telaio è davvero identico a quello della 4060 tradizionale, il top tube ha una forma molto sottile, che fa scendere il peso ma migliora anche il bilanciamento della struttura.

Scor 4060 Z

Particolare attenzione è stata prestata alle grafiche, che sono molto sobrie sia nelle colorazioni che nelle decalcomanie, come richiesto dalla maggior parte degli appassionati attualmente.
Sul telaio non ci sono loghi verniciati, ma SCOR dà la possibilità di scegliere la grafica preferita, applicata su delle pellicole che hanno anche una funzione protettiva.

Dsc8243
Scor 4060 Z

Il design delle pellicole può essere scelto tra quelli “standard” proposti dall'azienda, oppure personalizzato in base ai propri gusti nella sezione specifica del sito.
Qui sotto qualche esempio...

Scor Press Camp Piombino @ Jérémie Reuiller 1425
Foto di Jérémie-Reuiller
Scor 4060 Z
Foto di Jérémie-Reuiller
Scor Press Camp Piombino @ Jérémie Reuiller 1724
Foto di Jérémie-Reuiller

SENSAZIONI IN SALITA

Arriviamo al sodo, parlando delle sensazioni e iniziando dalla salita.
La SCOR 4060 Z in versione ST offre un assetto molto compatto, non si direbbe guardando le geometrie, infatti la taglia M utilizzata a Piombino ha un reach di ben 461 mm, quindi parecchio lungo.
In versione LT il reach si accorcia a 459 mm, che è poi la misura indicata sul telaio.
Il piantone molto in piedi (76,5 gradi), tuttavia, permette di pedalare in modo raccolto e comodo.

Scor 4060 Z
La misura del reach viene indicata su questa placca in alluminio, posizionata dietro al piantone, che ha anche una funzione protettiva. In questo caso, nonostante si tratti di un modello ST, è indicato il reach del modello LT.
Schermata 2022 05 12 Alle 12.08.19
Geometrie ST
Schermata 2022 05 12 Alle 12.08.31
Geometrie LT

Ottimo il feeling con il motore Shimano EP8, che ormai non è una novità, ma si abbina bene a questa e-Mtb di Scor, sia come dimensioni che come prestazioni.
In questa occasione non ho modificato le impostazioni del motore, che ho trovato già molto soddisfacenti, ma la App Shimano e-Tube permette di personalizzare molti parametri di assistenza, erogazione e così via...

App Shimano E Tube

Il travel di 140-150 mm della versione ST (sterzo di 65,5 gradi) permette di districarsi bene anche sui trail tecnici e stretti, situazioni in cui la LT da 160-170 mm (sterzo da 63,8 gradi) potrebbe risultare un po' più macchinosa: vi consiglio di valutare bene quale versione scegliere in base alle vostre necessità.

Scor 4060 Z
Foto di Dominique Muller

Ottimo il supporto dello schema sospensivo, che anche da tutto aperto non sprofonda mai e offre un buon grip sulla ruota posteriore.
L'ammortizzatore FOX Float X presente sul modello in test permette comunque di attivare un freno in compressione molto robusto, che aiuta nei tratti asfaltati o molto scorrevoli.

Dsc8281

Bisogna fare attenzione solo nelle salite molto tecniche e con rocce sporgenti, perché il para motore (sostituibile) e le pedivelle (da 165 mm) potrebbero toccare.

Scor 4060 Z
La placca para motore qualche botta l'ha presa...

SENSAZIONI IN DISCESA

Sono due gli aspetti che mi hanno stupito in discesa: la maneggevolezza ed il supporto della sospensione.
La SCOR 4060Z si guida (quasi) come una Mtb tradizionale, i pesi sono ben disposti e anche nei rilanci non è troppo macchinosa, nonostante pesi 23 chili nella configurazione in prova.

Scor Piombino 4060 Z Event Mudo 00709 Edited Scaled
Foto di Dominique Muller

La versione ST ha un angolo anteriore da 65,5 gradi, che volendo si può “aprire” di 1,5 gradi cambiando la posizione della serie sterzo eccentrica.
Tuttavia, SCOR consiglia di utilizzarla nella configurazione di serie, optando invece per l'opzione “slack” sul modello LT.

Scor Press Camp Piombino @ Jérémie Reuiller 1716
Nella zona inferiore del tubo di sterzo si nota la serie sterzo eccentrica. Foto di Jérémie-Reuiller

Credo che i consigli dell'azienda siano giustissimi, infatti in questo modo si ha un mezzo molto bilanciato e facile da guidare, sia nel guidato, sia nei sentieri più ripidi e scassati.

Scor 4060 Z
Foto di Jérémie-Reuiller

A proposito di scassato, in queste situazioni il supporto della sospensione posteriore e di tutto lo schema è veramente eccezionale. Non si avverte mai il fondo corsa, neanche negli atterraggi dai salti o in seguito agli errori di traiettoria: guidando alla cieca, ogni tanto è capitato...
Osservando l'ammortizzatore a fine uscita, mi sono accorto di aver sfruttato tutto il travel, ma in sella pensavo di averne ancora.

Dsc8258

L'allestimento è super curato, ho apprezzato particolarmente le gomme Maxxis con carcassa EXO+ anteriore e Double Down posteriore, che donano una sicurezza assurda, ma anche la forcella FOX 38, il reggisella BikeYoke e l'impianto frenante Shimano Deore XT a 4 pistoncini.
Il mix di tutti questi dettagli rende la guida in discesa super piacevole.

Dsc8249
Gomma Maxxis Dissector con carcassa Double Down al posteriore

Se proprio devo trovare un difetto alla SCOR 4060 Z, posso dire che in discesa diventa un po' rumorosa per “colpa” dei cavi di freno e cambio che passano sotto la batteria.
Questi si fissano a dei passa cavi avvitati sul telaio, ma non sono ricoperti da spugna o altri isolanti, quindi è normale che facciano un po' di rumore.
Tuttavia, questo è un “problema” risolvibile...

Scor 4060 Z
Foto di Jérémie-Reuiller

QUANTO DURA LA BATTERIA?

La SCOR 4060 Z ha una batteria da 720 Wh, integrata nel down tube ma estraibile con una brugola.
Esteticamente non è troppo invasiva e questo è un valore aggiunto, a mio avviso...

Scor Press Camp Piombino @ Jérémie Reuiller 3402
Foto di Jérémie-Reuiller
Scor 4060 Z

A Piombino abbiamo fatto un giro di circa 40 km con quasi 1800 metri di dislivello, pedalando su sentieri di ogni tipo, dai più tecnici ai più semplici, ma con pochissima pianura, solo salita e discesa.

Qui sotto le tracce Komoot (il dislivello è sottostimato rispetto a Strava e Garmin):

Il video che avete visto prima è stato realizzato quando mancava ancora qualche chilometro e l'ultima salita prima di terminare il giro, che ho concluso con una tacca di batteria su cinque a disposizione.
Nella prima parte ho utilizzato prevalentemente le modalità Eco e Trail, mentre sull'ultima salita (prima della quale avevo ancora due tacche di batteria) ho impostato il Boost per avere il massimo supporto nei tratti tecnici.

Dsc8273
La modalità Trail è quella più versatile e piacevole da utilizzare

Nel complesso, quindi, l'autonomia offerta dalla SCOR 4060 Z mi è sembrata soddisfacente.
Come accennato precedentemente, ho utilizzato il motore nella modalità standard impostata dalla casa, ma volendo si può intervenire su diversi parametri tramite la App e-Tube Project, ottimizzando l'autonomia e l'erogazione in base ai propri gusti.

Scor 4060 Z

IN CONCLUSIONE...

La SCOR 4060 Z è un'ottima alternativa per chi cerca una e-Mtb esclusiva, curata nei dettagli, super personalizzabile e divertente da guidare.
A questo punto ci incuriosisce anche la 4060 tradizionale, che dovrebbe essere una bella “bomba” da trail/enduro: speriamo di poterla provare presto...

Per altre informazioni Scor-Mtb.com

Se volete girare sui trail di Piombino potete contattare Tuscany Bike.

Condividi con
Sull'autore
Daniele Concordia

Mi piacciono il cross country e le marathon, specialità per le quali ho un'esperienza decennale. Ho avuto un passato agonistico sin da giovanissimo, ho una laurea in scienze motorie e altri trascorsi professionali nell’ambito editoriale della bici.

Lascia un commento

Registrati ora!

Iscriviti alla nostra newsletter

... E rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie!
Logo MTBCult Dark
Newsletter Background Image MTBCult
arrow-leftarrow-right