•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ezio Chiuselli
Via email
Salve, ho una front che mi permette di affrontare le salite con piacere e agilità, ma in discesa mi manca l’ammortizzatore posteriore.
Sono pronto per una full, ma il dubbio mi è sorto pensando all’escursione anteriore: forcella da 100 o 120? Confesso di essere molto attratto da quest’ultima…

forcella da Xc
La Fox 34 Step Cast ha sdoganato l’utilizzo degli steli e l’escursione maggiorata nel settore Xc e marathon. Qui il nostro test.



Risponde Daniele Concordia
Ciao Ezio, la tua domanda è molto attuale.
Sono sempre di più, infatti, i bikers che scelgono una forcella da Xc con escursione maggiore (110 o 120) al posto dei canonici 100 mm utilizzati da quasi tutti negli ultimi anni.
I motivi? Le geometrie moderne, con piantone più verticale e sterzo più aperto, permettono di utilizzare un travel maggiore sull’anteriore in sicurezza e senza sconvolgere troppo le caratteristiche del telaio, andando più veloce e divertendosi di più.
Allo stesso tempo, i vari brand hanno lavorato su forcelle con escursione maggiore (a volte anche con steli maggiorati) dal peso molto interessante, spesso inferiore rispetto ad alcune forcelle da 100 mm con struttura più esile.

forcella da Xc
Anche RockShox, con la Sid 2019, propone la versione da 120 mm. Qui l’articolo di presentazione.

Un motivo in più per scegliere la forcella da Xc da 120 mm è la tendenza ad utilizzare un rake ridotto, che abbinato al travel maggiore permette di compensare l’eventuale riduzione di maneggevolezza dell’avantreno più disteso. Almeno stando alle ultime teorie delle aziende: di questo argomento ne parliamo qui.

forcella da Xc
Il rake ridotto dovrebbe compensare la leggera perdita di maneggevolezza dovuta all’altezza maggiore della forcella e quindi ad uno sterzo più disteso.

A nostro avviso, però, ci sono anche altri aspetti da considerare, che sono strettamente personali e pertanto vanno valutati caso per caso.
Il primo è la statura del rider: chi non è molto alto, nonostante un piantone verticale, con la forcella da 110 o 120 mm potrebbe perdere un po’ di feeling ed efficienza in salita, specie su quelle molto ripide, perché alzando l’anteriore variano anche gli angoli del telaio, che di solito (parlando di Xc) è studiato per una forcella da 100 mm.

forcella da Xc
Alcune bici, tipo la Yeti SB100 o la Orbea Oiz 2019, sono studiate per essere utilizzate con forcella da 100, sia con quella da 120 mm.

 

I riders più alti, invece, avranno meno problemi, anzi, potrebbero trovare un mezzo molto più bilanciato ed esteticamente gradevole con una forcella da Xc maggiorata.
Ovviamente, questo problema non sussiste nel caso in cui si scelgano dei telai studiati anche per forcelle con travel maggiore…

Yeti SB100, forcella da Xc
Geoff Kabush è piuttosto alto e utilizza anche nell’Xc e nelle marathon una forcella Fox 34 SC da 120 mm. In sella è molto proporzionato…

A nostro avviso, poi, bisognerebbe valutare anche il proprio peso corporeo, perché le forcelle con più escursione hanno anche degli steli più grandi (non tutte), una struttura più massiccia e quindi un peso superiore. In caso di bikers robusti, questa potrebbe essere la scelta ideale, perché con l’aumentare della rigidità migliora anche la precisione e portare al limite una forcella del genere sarebbe più difficile.
Il discorso è diverso se si parla di atleti molto leggeri: in questo caso la forcella con steli da 32 e travel da 100 mm è meno stressata e, se ben settata, garantisce quasi sempre delle buone prestazioni.

dolomitica brenta bike, forcella da Xc
Gli specialisti di Xc e marathon più esili preferiscono optare ancora su forcelle più leggere e con meno travel, per favorire le prestazioni sulle salite lunghe e sul pedalato. In foto, il campione italiano marathon Samuele Porro.

Un altro aspetto che bisognerebbe considerare se si vuole scegliere una forcella da Xc con più escursione è il tipo di utilizzo e le capacità tecniche.
Se l’obiettivo sono principalmente le marathon o le granfondo, che al 90 per cento dei casi non includono tratti troppo tecnici e/o scassati, forse sarebbe il caso di guardare più il peso e la pedalabilità della bici, quindi una forcella da 100 mm ben settata potrebbe andare bene quasi sempre.
Se invece si hanno nel mirino gli Xc tosti, oppure si vuole alternare gare e uscite in montagna su sentieri più “estremi”, allora scegliere un travel maggiore potrebbe premiare.
Parlando di capacità tecniche, chi non è molto abile potrebbe sfruttare l’escursione maggiore per acquisire più sicurezza e fiducia in sé stesso. Chi invece ha già manico di suo, riuscirà a guidare in ogni situazione anche la forcella con travel minore.

forcella da Xc
Con una forcella da 120, un reggisella telescopico e delle gomme più aggressive, la differenza tra Xc e trail si assottiglia parecchio… Ne parliamo in questo video.

Quindi, caro Ezio, valuta questa serie di dettagli e scegli la forcella che più si adatta alle tue esigenze. Come ogni cosa non esiste una regola fissa e giusta per tutti, speriamo però di averti chiarito un po’ le idee.
Poi raccontaci com’è andata…

Qui tutti gli altri articoli sulle forcelle da Xc.

Qui, invece, gli articoli sull’assetto in sella.



Daniele Concordia

Ciao, mi chiamo Daniele Concordia e sono nato nel fuoristrada! La Mtb e il motocross sono le mie passioni più grandi, amo l'adrenalina, la fatica e le sensazioni che regala lo sterrato in tutte le sue forme. Ho corso tanti anni in mountain bike, tra Xc e Granfondo nelle categorie agonistiche, ma prima di tutto sono un amante del mezzo e della tecnica in generale. Dal 2012, dopo aver ottenuto la Laurea in Scienze Motorie allo IUSM di Roma, ho avuto la fortuna di fare della mia passione il mio lavoro, non solo come biker, ma anche come intermediario tra aziende, atleti e lettori. Seguitemi su Mtb Cult, qui sotto potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Daniele Concordia