• 342
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ecco a voi la RockShox SID 2021 e l’ammortizzatore SIDLuxe!
Proprio così, dopo parecchie voci e dopo aver intuito che la forcella utilizzata da Nino Schurter e da altri top riders sarebbe potuta essere la nuova SID, il brand americano ci ha dato la conferma, presentando anche un nuovo ammortizzatore da Xc.

RockShox SID 2021
RockShox SID SL Ultimate 2021
Ammortizzatore SIDLuxe Ultimate

Restando sulla forcella, nelle scorse settimane ne abbiamo ricevuta una in anteprima e l’abbiamo provata in gran segreto, ancor prima della presentazione ufficiale (e prima del problema Coronavirus).
Iniziamo proprio da un video che vi spiega meglio com’è fatta e come va la nuova RockShox SID, poi passiamo ai dettagli tecnici e agli altri modelli della gamma 2021.
Premete play:

ROCKSHOX SID SL ULTIMATE
La prima novità è proprio questa, la forcella più leggera della gamma 2021 di RockShox, cioè quella che abbiamo utilizzato nel nostro test (qui l’articolo completo).
La RockShox SID SL Ultimate mantiene gli steli da 32 mm, ma per il resto è molto diversa da quella precedente.

RockShox SID 2021

Struttura
La testa e il cannotto sono in alluminio anodizzato e lavorato al CNC per ridurre più peso possibile, mantenendo però la rigidità caratteristica di questo modello storico.

Sempre per motivi di peso, la nuova SID è anche più stretta di un centimetro rispetto al vecchio modello, mentre l’altezza totale e il travel (100 mm) rimangono invariati.
Se paragonata alla Fox 32 Step Cast, la rivale più diretta, è un centimetro più larga (13,5 cm contro 12,5 cm).

RockShox SID 2021 

RockShox SID 2021

Di conseguenza, anche i foderi sono stati ridisegnati, cercando di ridurre materiale dove possibile.
Il rake, inoltre, sarà solo da 44 mm, il valore più utilizzato sui telai di nuova concezione.

Idraulica
La cartuccia è tutta nuova, si chiama Charger Race Day ed oltre ad essere più leggera della Charger 2 utilizzata finora, è anche ottimizzata per l’utilizzo cross country e marathon.
In RockShox hanno svolto un grande lavoro di alleggerimento, cercando di ridurre le dimensioni di ogni componente della cartuccia, garantendo però un buon funzionamento dell’intero sistema.
Già visivamente, smontandole, si nota la differenza tra le due cartucce, mettendole sulla bilancia si ha la conferma, infatti la Charger Race Day della SID SL Ultimate pesa 96 grammi (dichiarati, con olio incluso) contro i 186 della Charger 2.

RockShox SID 2021

RockShox SID 2021

La nuova cartuccia è sempre a due posizioni (aperta/chiusa) ed offre un lockout ancora più fermo, azionabile sia manualmente (con pomello), sia con comando remoto (di serie è fornita con rotante TwistLoc).
Per contro, non c’è più la regolazione delle compressioni alle basse velocità: secondo RockShox, una regolazione automatica di questo parametro è più che sufficiente nel settore Xc e Marathon.

RockShox SID 2021

Resta invece la regolazione del ritorno alle basse velocità, ma cambia il pomello, infatti sparisce quello di colore rosso ed arriva un registro composto da una piccola chiave a brugola estraibile.
La cartuccia Charger Race Day può essere montata anche sulle precedenti SID, nello specifico sui modelli prodotti dal 2014 fino ad oggi.

Il registro del ritorno è un piccolo utensile rimovibile a mano

Pneumatica
La molla ad aria DebonAir ha subito una notevole evoluzione. Per prima cosa è stata spostata la concavità più in basso negli steli per offrire un ritorno meno brusco alla massima estensione e per mantenere la forcella più sostenuta nella sua corsa. Sono state modificate anche la forma e le dimensioni, per renderla più simile a quelle della Pike e della Lyrik.

RockShox SID 2021
Molto utile anche il nuovo indicatore del travel massimo…

Sono stati poi sostituiti i tamponi di fondo corsa usando quelli della Pike e della Lyrik ed è stato aggiunto un supporto sagomato che garantisce il feeling giusto.
Per finire, la guarnizione superiore è più piccola e più leggera.
Rimane la possibilità di inserire dei token nella camere d’aria per modificare progressività.

Il tappo della camera d’aria positiva è molto più piccolo e leggero

Scorrevolezza
Tutte le tenute sono SKF e viene utilizzato l’olio Maxima Plush.
Questi due particolari, lavorando in simbiosi, garantiscono una fluidità maggiore dell’intero sistema ed un comportamento migliore col passare dei chilometri e delle ore di utilizzo.

RockShox SID 2021

Ecco i dettagli principali:

– Diametro Ruota: 29″
– Corsa: 100 mm
– Idraulica: Charger Race Day
– Offset (rake): 44 mm
– Steli: 32 mm alluminio a spessore costante
– Grafiche: nero o blu
– Peso: 1326 grammi (dichiarato) 1321 (reale, con perno e cannotto da tagliare, ma senza cavo e comando remoto)
– Prezzo: da 869€ a 949€

RockShox SID 2021
Il peso della RockShox SID SL Ultimate 2021 con perno, ma senza comando remoto e cavo. Un risultato comunque ottimo!
La SID SL Ultimate è disponibile in colorazione blu elettrico o nero lucido

ROCKSHOX SID SL SELECT
La struttura è identica alla Ultimate ed anche in questo caso troviamo la nuova molla DebonAir, le tenute SKF e l’olio Maxima Plush.
La SID SL Select, però, mantiene la cartuccia Charger RL presente già sui modelli precedenti.
Di conseguenza, sale anche il peso, ma scende un po’ il prezzo.

Ecco i dettagli principali:

– Diametro ruota: 29″
– Corsa: 100 mm
– Idraulica: Charger RL
– Offset (rake): 44 mm
– Steli: 32 mm alluminio a spessore costante
– Grafiche: nero opaco
– Peso: 1468 grammi
– Prezzo: da 649€ a 729€

RockShox SID 2021
SID SL Select

ROCKSHOX SID ULTIMATE
La gamma RockShox SID 2021 si divide in due, infatti saranno disponibili anche due modelli con steli da 35 mm e travel di 120 mm, che vengono identificati senza la sigla “SL”.
La RockShox SID Ultimate ha le stesse caratteristiche della “sorella minore” con steli da 32, ma ovviamente ha una cartuccia Charger Race Day specifica per gli steli e i foderi oversize.
Di conseguenza, questa cartuccia non può essere utilizzata sulle vecchie SID o su altre forcelle con steli da 35 di altre aziende.
Nonostante il travel sia di 120 mm, si può ridurre a 100 mm in caso di necessità.
Per il resto, i dettagli sono identici a quelli utilizzati sulla Ultimate SL: testa e cannotto in alluminio, nuova molla ad aria DebonAir, tenute SKF, Olio Maxima Plush, nuovo registro rebound e possibilità di comando manuale o TwistLoc.

RockShox SID Ultimate (steli da 35 mm e travel di 120 mm)

Ecco i dettagli principali:
– Diametro ruota: 29″
– Corsa: 120 mm
– Idraulica: Charger Race Day
– Offset (rake): 44 mm
– Steli: 35 mm alluminio a spessore conico
– Grafiche: blu o nero
– Peso: 1537 grammi
– Prezzo: da 979€ a 1059€

RockShox SID 2021

ROCKSHOX SID SELECT
E’ la sorella maggiore della SID SL Select: la cartuccia è di tipo Charger RL, ma in questo caso gli steli sono da 35 mm e il travel è di 120 mm.
I restanti upgrade su molla ad aria DebonAir, tenute SKF e olio Maxima Plush rimangono, per offrire delle prestazioni adeguate ed una struttura più massiccia, contenendo un po’ il prezzo.

Ecco i dettagli principali:

– Diametro ruota: 29″
– Corsa: 120 mm
– Idraulica: Charger RL
– Offset (rake): 44 mm
– Steli: 35 mm alluminio a spessore conico
– Grafiche: nero opaco
– Peso: 1671 grammi
– Prezzo: da 759€ a 839€

RockShox SID 2021
SID Select: insieme alle nuove forcelle da 35 mm, RockShox ha disegnato anche un parafango specifico, che si può montare all’occorrenza.

Tutte le forcelle RockShox SID 2021 saranno disponibili già da marzo 2020.

AMMORTIZZATORE SIDLUXE
Un’altra grande novità RockShox 2021 è anche l’ammortizzatore SIDLuxe, disponibile in versione Ultimate e Select+.
In entrambi i casi, parliamo di un ammortizzatore completamente rivisto, molto più piccolo dei precedenti modelli e studiato appositamente per le gare.

Ammortizzatore SIDLuxe predisposto per comando remoto

E’ piuttosto leggero (227 grammi), di conseguenza ha delle camere ridotte, che a detta di RockShox garantiscono comunque un ottimo funzionamento e dissipazione del calore.
La regolazione della compressione è a due posizioni (aperta e chiusa), scompare il registro esterno del rebound, ma c’è comunque la possibilità di regolarlo utilizzando lo stesso pomello removibile presente sulle nuove forcelle.

Nella camera d’aria si possono inserire dei token per modificare la curva di compressione.
Di serie, comunque, l’ammortizzatore SIDLuxe è studiato per offrire sensibilità iniziale, supporto a metà corsa e progressività nel finale. Richieste fatte, a quanto pare, dai riders ufficiali RockShox…
Anche in questo caso, le tenute sono SKF e l’olio è Maxima Plush.

RockShox SID 2021

L’ammortizzatore SIDLuxe è disponibile sia con comando manuale, sia per remoto.
Insieme al modello Ultimate vengono fornite due grafiche (blu e nera), mentre il Select+ è solo in colorazione nera.

Qui la versione nera e con comando manuale

Il prezzo non è stato ancora comunicato, in quanto nel primo periodo il nuovo ammortizzatore RockShox sarà disponibile soltanto come primo montaggio su alcune Mtb della gamma 2021.
Presto, però, arriverà anche in aftermarket.

Qui tutti gli altri articoli su RockShox.

Per informazioni Sram.com

 

Daniele Concordia

Ciao, mi chiamo Daniele Concordia e sono nato nel fuoristrada! La Mtb e il motocross sono le mie passioni più grandi, amo l'adrenalina, la fatica e le sensazioni che regala lo sterrato in tutte le sue forme. Ho corso tanti anni in mountain bike, tra Xc e Granfondo nelle categorie agonistiche, ma prima di tutto sono un amante del mezzo e della tecnica in generale. Dal 2012, dopo aver ottenuto la Laurea in Scienze Motorie allo IUSM di Roma, ho avuto la fortuna di fare della mia passione il mio lavoro, non solo come biker, ma anche come intermediario tra aziende, atleti e lettori. Seguitemi su Mtb Cult, qui sotto potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Daniele Concordia