INTERVISTA - Vincenzo Nibali e il suo amore (vero) per la Mtb

Daniele Concordia
|

«Vado in Mtb più di quanto credete».
Aveva scritto questo, Vincenzo Nibali un po' di tempo fa durante uno scambio di commenti sui social.
Di certo, però, nessuno si sarebbe mai aspettato di vederlo alla Capoliveri Legend Cup in una veste così "racing", a battagliare coi migliori sin dai primi metri.

 Vincenzo Nibali
In griglia alla Capoliveri accanto ad Alexey Medvedev



Il protagonista principale della marathon elbana, quest'anno è stato proprio Nibali, che ha infiammato gli entusiasmi dei fans ma anche degli avversari: d'altronde è il sogno di tutti ritrovarsi spalla a spalla con un campione stimato e rispettato come lui.

Ma cos'è la Mtb per Vincenzo Nibali?
Come ha assemblato la sua Wilier Triestina URTA SLR?
Si aspettava un livello così alto nel mondo delle marathon?
Per rispondere a queste (ed altre) domande lo abbiamo chiamato al telefono e dalla chiacchierata sono emersi tanti dettagli interessanti, che non nascondono il suo amore sviscerato per la Mtb.

Whatsapp Image 2022 10 26 At 21.09.50
Un piccolo Nibali in Mtb: già si notava l'entusiasmo! Foto inviataci da Vincenzo stesso, insieme alle altre da piccolo che trovate in questo articolo.
Vincenzo Nibali
Vincenzo Nibali ha iniziato a correre proprio in Mtb. In questa foto ha 13 anni ed è con suo zio, nonché proprietario della Specialized Stumpjumper sui cui sta pedalando, che Nibali possiede ancora oggi...

- Prima esperienza agonistica in Mtb: riassumila con tre parole.
- La riassumo con una sola parola: divertimento!

- In un commento sui social l'hai paragonata al Fiandre, come sensazioni e fatica. Ti aspettavi che una marathon di Mtb fosse così dura e che il livello atletico fosse così alto?
- Sì, l'ho paragonata al Fiandre perché dopo l'arrivo ero stanco dalla testa ai piedi, come accade al Fiandre dopo chilometri di tensione, pavé e ritmo altissimo. Non sono abituato a questo tipo di sforzi. Il livello degli avversari, invece me lo aspettavo: esco spesso con Filippo Colombo e Juri Zanotti, che abitano vicino casa mia, quindi so quanto vanno i bikers...

311735326 514380914030365 2660045139719240355 N
Sul Muro della Leggenda insieme a Fabian Rabensteiner e Juri Ragnoli, che poi hanno chiuso primo e secondo. In questo tratto, Vincenzo Nibali ha incendiato il pubblico!

- La Mtb ti piace molto e l'hai sempre usata in allenamento. Ma nessuno si aspettava di vederti così presto in gara. Cosa ti spinge, dopo la tua lunga carriera, ad attaccare ancora il numero in un contesto come quello del fuoristrada?
- L'ho fatto principalmente per divertimento, dopo aver finito la stagione su strada, con una gamba buona, ho colto l'occasione e sono andato a Capoliveri. In realtà, tutto era nato parlando con Simone Velasco, mio compagno di squadra alla Astana, nonché ex biker che è originario proprio dell'Elba. Lui, alla fine non è venuto perché è stato convocato al Giro del Veneto, quindi sono andato da solo, con la famiglia. Ho vissuto il weekend in modo molto tranquillo, il pomeriggio prima della gara sono andato anche in spiaggia...

Vincenzo Nibali
Qui, Vincenzo Nibali pedala in Mtb con il cugino, è allievo primo anno
Vincenzo Nibali
L'anno dopo, allievo secondo anno e già si nota la passione per la tecnica. La forcella è una RockShox Judy (una delle migliori all'epoca) e alcuni componenti sono FRM.

- Perché hai scelto proprio una gara tecnica e tattica come la Capoliveri per il “debutto”?
- Perché in questo periodo non c'erano altre soluzioni, ma la gara è bella e il posto pure, quindi mi sono buttato. Il percorso non lo conoscevo molto, infatti ogni tanto mi sono sentito spaesato ed ho preso qualche rischio di troppo, però è stato divertente.

312103241 554879769970545 5174890800528223414 N
Nel vivo della corsa per buona parte di gara

- Hai provato il forcing subito dopo la partenza: avevi in mente qualcosa o hai seguito l'istinto?
- Ti dico la verità, ero un po' impensierito dalle discese. Il giorno prima avevo provato quella dopo il GPM ed ho visto che era selettiva, piena di polvere, buche e curve secche. Quindi mi sono detto: per sicurezza la prendo davanti, poi vediamo.

Vincenzo Nibali
La prima salita in testa

- Vedendo la gara da fuori ci è sembrato che tecnicamente tu non abbia perso molto rispetto ai tuoi rivali, anzi... Cosa ti è mancato per seguire i primi nel finale?
- Nel finale mi sono proprio spento, crisi totale. Ho sottovalutato la gara, che è durata 4 ore ma con un consumo calorico di 1000 kj l'ora, che sono tanti. Mi sono anche alimentato male, la mattina ho fatto una colazione scarsa, senza pasta o riso, che invece ci stavano bene. Inoltre, mentre gli altri in discesa recuperavano o comunque faticavano meno, io ero a tutta anche lì, quindi ho bruciato il doppio. Negli ultimi chilometri ho rallentato, mi sono alimentato e del mio passo sono andato all'arrivo: non era uno dei miei obiettivi e non l'ho preparata a dovere, ma di sicuro si poteva fare meglio.

Schermata 2022 10 26 Alle 10.54.48
L'intervista di Rai Sport nel dopo gara

- Parliamo della bici: utilizzi una Wilier Triestina URTA SLR con montaggio da appassionato vero, non è una bici di serie. Hai scelto tu i componenti o ha seguito i consigli di qualche amico biker?
- Ho fatto tutto da solo. La bici mi è stata fornita da inizio anno da Wilier, montata con XX1 meccanico, pedivelle da 175 mm, forcella Fox 32 SC e ruote Miche K1, come esce di serie. Io ho fatto qualche modifica, montando una forcella Fox 34 SC con travel di 120 mm e compressione a tre posizioni: l'intermedia mi piace molto, penso sia utilissima. Poi ho scelto una guarnitura con misuratore di potenza e pedivelle da 172,5 mm che mi sono state fornite da Leonardi Racing e ho montato anche un reggisella telescopico FRM OBI1. Le ruote Syncros Silverton SL, invece, le ho comprate da solo perché mi piacevano. Ah, poi ho messo anche due inserti Vittoria nelle gomme, dietro più grande e davanti più piccolo, montati nelle gomme Pirelli Scorpion Mtb H sia davanti che dietro, per evitare rischi inutili.

Vincenzo Nibali
La Wilier Triestina URTA SLR di Vincenzo NIbali. In questo caso, però, sono montate le ruote Miche K1 di serie al posto della Syncros Silverton SL utilizzate a Capoliveri.
Whatsapp Image 2022 10 25 At 17.51.20 2
Attenzione ai dettagli: oltre alla guarnitura, anche la rotellina del cambio è marchiata Leonardi Racing


- Come ti regoli sul setup di sospensioni, gomme e tutto il resto? Vai a sensazione o ti sei confrontato con qualcuno?
- Premetto che vado in Mtb da anni ed ho avuto diverse bici in passato, come la Cannondale Scalpel quando ero in Liquigas, la Specialized Epic nei primi anni in Astana e così via, quindi un po' di esperienza ce l'ho. Mi piace sperimentare e lavorare sul setup, in garage ho tutti gli attrezzi necessari e faccio anche qualche lavoretto per gli amici, quando ho tempo. La pressione della forcella l'ho trovata da solo, partendo dalla tabella sui foderi e facendo delle modifiche, poi ho provato anche ad aggiungere o togliere i token, alla fine ne utilizzo due. Ho chiesto consigli anche ai ragazzi di Wilier per le pressioni, poi ho agito in base alle sensazioni.

Whatsapp Image 2022 10 26 At 21.21.26
In Mtb sulla neve durante un ritiro Liquigas di qualche anno fa. Vincenzo Nibali è il secondo partendo da sinistra. Il primo a destra è il ciclocrossista Enrico Franzoi.

- E l'assetto in sella?
- Adesso i biker pedalano molto avanzati, ma a me non piace molto, infatti ho un assetto vicino a quello della bici da strada, per non subire troppo il passaggio tra i due mezzi. Ma niente visita biomeccanica, vado a sensazione, partendo dall'arretramento sella per poi lavorare sull'altezza del manubrio e tutto il resto. Alla fine ho trovato un buon compromesso.

Vincenzo Nibali
Vincenzo Nibali preferisce un assetto "classico", con anteriore più alto (notare gli spessori sotto l'attacco) e sella non troppo avanzata

- Quanto pesa la tua URTA SLR in configurazione “racing”?
- Sono sincero: non l'ho pesata! Penso intorno ai 10,5 kg ma non sono sicurissimo.

Whatsapp Image 2022 10 25 At 17.51.20 1 1
Cockpit integrato Urta Bar by Wilier Triestina. Si nota anche il comando Scott Twinloc con leva del telescopico integrata. La forcella FOX 34 ha una compressione a tre posizioni.

- Gira voce che parteciperai alla Cape Epic il prossimo anno: è vero? Con velleità agonistiche o solo per divertirti e vivere un'avventura?
- Esatto, farò la Cape Epic con il Team Q36.5, insieme all'ex professionista Ivan Santaromita. Lui ha smesso da 4-5 anni, sta tornando ad allenarsi adesso, quindi vedremo con quale approccio riusciremo a correrla. Di sicuro bisognerà arrivarci preparati.

- Escludendo la Cape Epic, rivedremo Nibali nelle gare di Mtb in futuro? E con quale spirito?
- Dipende tutto dagli impegni che avrò, ma qualche gara “minore” come avvicinamento alla Cape Epic la farò, soprattutto per allenarmi e trovare il giusto feeling con il mezzo.

Vincenzo Nibali

- E se Celestino dovesse chiamarti in maglia azzurra con la nazionale marathon?
- Non penso che farebbe al caso mio, almeno al momento non ci penso proprio. Ho un grosso impegno con il nuovo team Professional che stiamo allestendo, con 24 corridori da seguire e tanto lavoro da svolgere, quindi avrò meno tempo per dedicarmi agli allenamenti in bici. Il fuoristrada, per me è un puro divertimento, senza altri scopi, ma avendo corso per tanti anni non sarebbe logico staccare completamente da un momento all'altro, voglio farlo gradualmente. Mi piace lo sport, amo mettermi in gioco e in Mtb mi diverto davvero tanto!

Insomma, se ancora non lo avete capito, Vincenzo Nibali è un vero biker "impallinato" come tutti noi, che ama la tecnica ma anche il divertimento tra i boschi.
Non sappiamo ancora quanto tempo potrà dedicare alla Mtb in futuro e in quante occasioni lo vedremo in griglia in mezzo a noi, ma quando accadrà sarà il benvenuto.

Chiudiamo con un video divertente che un paio di anni fa diventò virale sui social, i protagonisti sono Nibali, Pozzovivo e Ulissi in versione bikers 😁 👇🏻

Qui sotto, il test in gara della Wilier Triestina URTA SLR:

Poi, un articolo sulla bici da strada per il biker:

Infine, una riflessione sulle bici da strada moderne:

Qui gli articoli di BiciDaStrada.it che parlano di Vincenzo Nibali.



Condividi con
Sull'autore
Daniele Concordia

Mi piacciono il cross country e le marathon, specialità per le quali ho un'esperienza decennale. Ho avuto un passato agonistico sin da giovanissimo, ho una laurea in scienze motorie e altri trascorsi professionali nell’ambito editoriale della bici.

Iscriviti alla nostra newsletter

... E rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie!
Logo MTBCult Dark
Newsletter Background Image MTBCult
arrow-leftarrow-right