•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

A Vittorio Gambirasio mancava una vittoria come il titolo italiano di enduro.
Il piemontese è sempre stato fra i rider italiani più veloci… ma gli è sempre mancata l’affermazione di spicco.
A Sestri Levante, domenica scorsa, finalmente è arrivata (qui le classifiche complete).
L’eco della sua vittoria è giunto anche alla Sea Otter Classic dove si trovava, fra gli altri, Carlo Gambirasio, il fratello di Vittorio, gasato come se avesse vinto lui…
Ecco in breve le sensazioni in gara del vincitore del campionato italiano enduro 2016, scritte di suo pugno.
Complimenti Vittorio!
SL

La prima Ps era la mia preferita, quella in cui sapevo che avrei dovuto attaccare come se fosse stata l’ultima!
Infatti era davvero tostissima, una prima parte pedalata ed una seconda molto tecnica e impegnativa, ma sono rimasto sempre concentrato così da riuscire a dare il 100% per tutta la durata.
Arrivato in fondo mi dicono che sono al comando con 5 sec di vantaggio. Nella risalita ripasso tutte le traiettorie della Ps 2 sapendo che avrebbero attaccato tutti tantissimo e così faccio anche io.
Nel finale però mi faccio prendere un po’ troppo la mano ed esagero: a pochi secondi dal traguardo mi scappa l’anteriore in rettilineo e rimango in piedi su una gamba sola (pensavo “E chi sono McGrath che faccio i nac-nac???”).
Comunque resto in piedi per miracolo e finisco la Ps con i remi in barca.

vittorio gambirasio
La Trek Slash 9.8 custom di Vittorio Gambirasio preparata da RedBike

 

vittorio gambirasio
Per il 2016 Vittorio Gambirasio utilizzerà l’ammortizzatore Ext Storia Lok.

Alla ripartenza del c.o. nonostante l’errore rimango ancora in testa per pochissimi decimi su Marco Milivinti.
Mancavano solo 2 ps, quella di cui avevo più paura era Cagianca, sapevo che Marco era davvero forte. Lì l’obbiettivo per me è stato contenere i danni, ho attaccato senza risparmiarmi. Vince Marco con 2 secondi di vantaggio.
A questo punto mancava solo la Speciale più dura di sempre, la temuta Sant’Anna che può dare soddisfazioni o toglierle.. Ero molto stanco ed ho fatto davvero fatica ad arrivare alla partenza. Sono partito all’80% di tutto ciò che mi era rimasto, dovevo tenermi gambe e fiato per la parte finale pedalata. Arrivato alla fine nonostante il risparmio del primo tratto avevo braccia e gambe finite, è stato il gran tifo che mi ha fatto rialzare sui pedali fino all’ultima pedalata…

vittorio gambirasio
Vittorio Gambirasio e Laura Rossin, i due vincitori della categoria Open maschile e femminile.
Foto di Alessandro Bonarotti – Bike Garage

Incredibile non ci credo ancora adesso che sono il campione italiano di enduro 2016!
Era una vita che provavo anche solo a vincere una gara nazionale assoluta, ma in 15 anni ancora niente.
Domenica però ci sono riuscito!
Grandissimo anche Marco Milivinti che ha perso per un soffio, ma dà ancora più valore alla maglia che indosserò, perché sta a significare quanto è stato alto il livello in gara!
Ringrazio come sempre tutti gli sponsor che mi sostengono: Trek, Frm, Scorpion Bay, Michelin, Skf, Fox, Ext Shox, Gaerne, Siroh, Alpinestars e MoleCola.

vittorio gambirasio
Tutti i tricolori sul podio di Sestri Levante.
Foto di Alessandro Bonarotti – Bike Garage

Un grazie di cuore a tutto lo staff Red Bike, a mio padre Tony che mi segue da sempre, a mio fratello Carlo che anche se era lontano mi ha sostenuto e alla mia ragazza Martina.
E grazie per lo spazio che mi avete lasciato voi di MtbCult!
Un abbraccio
Vitto Gambirasio

Redazione MtbCult

Ecco tutti gli articoli realizzati dallo staff di MtbCult. Resoconti, video, comunicati ufficiali e tutto ciò che può attirare la vostra attenzione. La redazione di MtbCult.it