• 270
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Come scegliere la prima Mtb?
E quanto costa?
Due domande che si saranno posti in molti, in questo periodo…

scegliere la prima Mtb

Complice la bella stagione, gli incentivi statali e soprattutto la voglia di libertà dopo un periodo di “reclusione” che ci ha fatto riscoprire la bellezza del fare sport all’aria aperta…
Questa serie di motivi hanno spinto anche chi non conosceva la bici ad acquistarne una nuova, on line oppure nei negozi vicino casa.
E in questi casi, la Mtb è sicuramente il primo mezzo che viene in mente, perché più comodo, più versatile ed esteticamente più “accattivante”.

Detto questo, scegliere la prima Mtb può sembrare semplice, per gli addetti al settore, ma non è proprio automatico per chi fino a ieri non aveva mai pedalato.
Ecco, con questo articolo vogliamo aiutare proprio questa schiera di utenti fin troppo confusi dalle mille proposte del mercato.
Siete pronti? Andiamo!

Il materiale
Parliamo di bici entry level, di bassa o media gamma, quindi nella maggior parte dei casi sarà l’alluminio il materiale da privilegiare: il peso sarà leggermente più elevato di uno in carbonio (che costa molto di più), ma nel complesso si avrà un mezzo più pratico e affidabile.

scegliere la prima Mtb

Front o full?
Vi consigliamo di orientarvi sulla front, cioè su una Mtb con forcella ammortizzata: leggera, semplice e più che sufficiente per le esigenze di chi inizia.
Le biammortizzata economiche (intorno ai 500€) pesano tanto di più e non sono quasi molto efficienti.

 

La taglia
Se vi recate presso un negozio fisico, potete sfruttare anche il supporto del personale addetto, ma per andare sul sicuro è meglio sapere di cosa andrete a parlare.
In genere si parte dalla statura per avere un’indicazione di base, incrociando questo dato con la misura del cavallo.
Per prendere questa misura toglietevi le scarpe, posizionate i piedi alla larghezza delle spalle e misurate con un metro quanti centimetri intercorrono tra il suolo e la parte bassa del bacino (quella in cui appoggerete sulla sella, per intenderci).

scegliere la prima Mtb
La misura del cavallo

Statura e cavallo vi forniranno già dei dati basilari, che potrete comunicare al negoziante oppure utilizzare per gli acquisti on line.

Indicativamente, comunque, le taglie da considerare in base alla statura potrebbero essere queste:
– XS: sotto i 160 cm
– S: da 160 a 165 cm
– M: da 165 a 175 cm
– L: da 175 a 185 cm
– XL: da 185 a 195 cm
– XXL: sopra a 195 cm

scegliere la prima Mtb
Molte aziende offrono anche un configuratore on line per individuare la taglia giusta. Questo è quello di Decathlon…

Attenzione: le taglie XS e XXL non sempre sono disponibili, dipende dal marchio e dal modello, ma nei casi estremi è possibile fare delle modifiche sui componenti per adattare la S o la XL alle necessità del soggetto.
Nel caso in cui vi troviate a cavallo fra due taglie l’aiuto del negoziante renderà tutto più semplice, ma tenete a mente questa considerazione:
– Taglia più piccola = bici più maneggevole e reattiva, ma anche più esigente e rigida.
– Taglia più grande = bici più confortevole e stabile, ma meno pronta alle accelerazioni e ai cambi di direzione.

Un’immagina della Specialized Chisel, entry level in alluminio per niente banale… QUI il video-test completo.

Le ruote
Sui modelli di alta gamma, il diametro da 29 pollici è diventato un must, mentre sulla bassa gamma troviamo ancora le ruote 27,5” e raramente anche le 26”.
Ma qual è il diametro da scegliere per la prima Mtb?
Sicuramente, se volete un mezzo al passo coi tempi e anche più rivendibile in futuro, le ruote da 29” sono quelle più adatte. Senza contare, poi, che nella maggior parte dei casi la bici è anche più divertente, performante e facile da guidare.

Nuova Specialized Rockhopper, scegliere la prima Mtb

Se invece siete più attenti al prezzo e non avete troppe pretese, potreste trovare delle ottime offerte sulle Mtb con ruote da 27,5”. Vi consigliamo, invece, di escludere le 26”, ormai troppo datate e inferiori come prestazioni alle “sorelle” più grandi.
Ma ci sono delle eccezioni: per chi ha una statura sotto i 165 cm, le 26” e le 27,5” potrebbero essere addirittura migliori, più proporzionate e meno impegnative da guidare.
Prima di uscire dal negozio non dimenticate di richiedere un kit per sostituire la camera d’aria in caso di foratura, da portare in un borsello sotto sella.

I freni
Il 90 per cento delle Mtb in commercio, anche quelle entry level, al momento hanno i freni a disco.
Ovviamente, se possibile vi consigliamo questo tipo di impianto frenante, rispetto ai classici V-brake, che oltre ad essere ormai datati, offrono delle prestazioni inferiori.

La trasmissione
Di quanti rapporti ho bisogno?
Scegliere la prima Mtb può essere difficile, anche parlando di trasmissione, un settore che si è evoluto molto negli ultimi anni.
Diciamo subito che se siete alle prime armi dovrete privilegiare la versatilità dei rapporti, più che le prestazioni vere e proprie.
Per questo motivo, puntate sul range di rapporti più ampio possibile, sia esso con doppia anteriore oppure con corona singola.

scegliere la prima Mtb
Trasmissione monocorona (una sola corona anteriore)

Per chi è alle prime armi, spesso potrebbe andar bene anche un 1×11, che ha un range di rapporti meno ampio, ma in compenso fa abbassare ancora di più il prezzo della bici.
Tuttavia, non è da scartare la trasmissione 2×10 o 2×11: la doppia corona anteriore, sebbene richieda una maggiore attenzione in fase di cambiata e una manutenzione maggiore, ha il vantaggio che il prezzo della bici, di solito si abbassa ulteriormente.
In sostanza, se cercate un sistema semplice e affidabile, a costo di spendere poco di più, vi consigliamo il monocorona; se invece volete spendere il meno possibile ma avere la sicurezza di poter arrampicare ovunque, scegliete la doppia.

Trasmissione doppia (due corone anteriori)

Gli accessori
Innanzitutto vi servirà il casco, che oltre ad essere obbligatorio, in alcuni casi può salvare la vita.
I caschi da bici sono sempre più leggeri, comodi ed esteticamente gradevoli, quindi perché rischiare? Indossatelo sempre, anche per andare a prendere il pane, e soprattutto allacciatelo bene!

scegliere la prima Mtb

Sulla vostra prima Mtb potreste aver bisogno anche di un borsello porta oggetti, nel quale inserire il “kit anti foratura” che abbiamo già menzionato.

Un borsello sotto sella. Esistono anche altri modelli, da fissare in diverse posizioni.

E se l’utilizzo è anche urbano, potrebbero servirvi anche delle luci e una catena con lucchetto.
Luci: sarebbe bene utilizzarle anche di giorno (soprattutto quella posteriore) per essere più visibili da parte degli automobilisti.
In commercio esistono diversi modelli, anche di piccole dimensioni, quindi non avete scuse.

scegliere la prima Mtb
La luce posteriore (anche più piccola di questa) è consigliabile sempre, perché aumenta la propria visibilità su strada. Quella anteriore è indispensabile se girate all’alba o all’imbrunire. Durante il giorno si può anche non usare…

Lucchetto: probabilmente bisognerà spendere qualcosa in più rispetto alle luci, ma se usate la bici in città e volete avere la libertà di scendere e prendervi un caffè o un gelato senza troppa ansia, il lucchetto è necessario. I furti di bici sono all’ordine del giorno…
Per quanto riguarda l’abbigliamento giusto per chi comincia, vi consigliamo di leggere questo articolo.

Il setup
Avete scelto la vostra prima Mtb?
Bene, ora bisogna regolarla.
Il parametro più importante è l’altezza sella, ma in questo caso non servono particolari formule scientifiche per trovare quella giusta.
Per avere un’indicazione di base sull’altezza sella fate queste due prove:
– Da seduti, dovrete riuscire a sfiorare il terreno con le punte dei piedi.
– Sempre da seduti, posizionate i talloni sui pedali: le gambe dovranno essere completamente distese. Così, pedalando normalmente con la pianta del piede, avrete un’angolazione del ginocchio abbastanza buona.

scegliere la prima Mtb
Un esempio per avere la misura indicativa dell’altezza sella. In foto vediamo una bici da strada, ma il discorso non cambia…

Tutti gli altri parametri sull’assetto in sella sono da prendere in considerazione soltanto quando sarete dei biker più esperti, per ora è meglio non pensarci.
Vi consigliamo, invece, di settare bene le sospensioni: nella maggior parte dei casi sarà sufficiente regolare la pressione dell’aria, facendovi aiutare magari dal negoziante di fiducia e tenendo a mente la “vostra” pressione. Per il setup iniziale potreste seguire le pressioni indicate dai costruttori, che di solito trovate scritte sulla forcella stessa.

E-Bike: quando prenderla in considerazione?
Se il vostro obiettivo principale è tenervi attivi, dimagrire, allenarvi e “fare fatica”, allora scegliete la Mtb tradizionale.
Se invece avete uno scopo più “ludico”, volete utilizzare le due ruote per scoprire posti nuovi e accumulare dislivello senza fare troppa fatica, allora la e-Mtb potrebbe essere la scelta ideale.
In questo caso, però, mettete in preventivo una spesa maggiore (da 1500 a 2000€ per un modello “discreto”).
A proposito, ecco una lista di e-Mtb fino ai 2000€.

scegliere la prima Mtb

Il prezzo
Vi abbiamo appena detto i prezzi indicativi delle e-Mtb, ora parliamo di quelle tradizionali.
Molto dipende dal vostro budget, ma ci sono comunque dei limiti minimi e massimi da considerare, se parliamo della prima Mtb.
Sotto i 500-600€, difficilmente si avrà un mezzo “degno”, inoltre il rischio è quello di non godersi appieno le uscite e di ricorrere troppo spesso all’aiuto del meccanico…
Sopra i 1500€ si inizia a parlare di Mtb evolute e a volte non proprio indicate per chi è alle prime armi. Sia perché le tecnologie utilizzate non saranno sfruttate del tutto, sia perché prima di spendere cifre importanti bisognerebbe capire se la Mtb fa realmente al caso vostro.
Diciamo, quindi, che dai 500 ai 1500€ è la fascia da tenere in considerazione.
Calcolando che al momento si può contare anche sugli incentivi statali, la spesa totale potrebbe essere anche inferiore…

La Rockrider XC 050 proposta da Decathlon, può essere una buona alternativa: con 849€ si acquista un mezzo montato discretamente e gradevole a livello estetico.

Scegliere la prima Mtb può creare un po’ di confusione, ma con questi consigli speriamo di avervi chiarito un po’ le idee.
Per imparare sempre di più e restare aggiornati sul mondo della Mtb, continuate a seguirci su MtbCult.it, sul nostro canale YouTube e su Google News.

Se siete attratti anche dalle e-Bike e dalle bici da strada, seguiteci anche su eBikecult.it e su BiciDaStrada.it.

Qui altri consigli per chi ha iniziato a pedalare da poco:

10 consigli per cominciare con la bici. E non farsi sfuggire maggio…

Se invece preferite comprare una Mtb usata, tenete a mente i consigli che trovate QUI.

Daniele Concordia

Ciao, mi chiamo Daniele Concordia e sono nato nel fuoristrada! La Mtb e il motocross sono le mie passioni più grandi, amo l'adrenalina, la fatica e le sensazioni che regala lo sterrato in tutte le sue forme. Ho corso tanti anni in mountain bike, tra Xc e Granfondo nelle categorie agonistiche, ma prima di tutto sono un amante del mezzo e della tecnica in generale. Dal 2012, dopo aver ottenuto la Laurea in Scienze Motorie allo IUSM di Roma, ho avuto la fortuna di fare della mia passione il mio lavoro, non solo come biker, ma anche come intermediario tra aziende, atleti e lettori. Seguitemi su Mtb Cult, qui sotto potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Daniele Concordia