Nuova pedivella Sram in lega: guardate che stile...

Simone Lanciotti
|

A quanto pare il nuovo e rivoluzionario cambio Sram Eagle AXS (di cui vi abbiamo parlato in questo articolo) dovrebbe uscire con diverse novità "satelliti", come la nuova pedivella Sram in lega
Il disegno è piuttosto diverso dalle solite pedivelle in lega d'alluminio e ricorda quello di un prototipo che vi avevamo mostrato qualche anno fa.
Guardate l'articolo linkato in basso, risalente al 2021:



Le somiglianze con la nuova pedivella Sram in lega sono piuttosto evidenti e sembra davvero che il marchio americano abbia lavorato con dedizione a questo disegno.
Al momento non sappiamo se questa pedivella verrà prodotta usando la stampa 3D (ipotesi piuttosto remota, oggi, su scala industriale), né ci sentiamo di ipotizzare che il nuovo gruppo Sram Eagle AXS non avrà più l'opzione della pedivella in fibra di carbonio, ma di sicuro questa pedivella in lega sembra davvero ben fatta.

nuova pedivella Sram in lega
nuova pedivella Sram in lega

Bashguard integrato nella corona

Guardando più da vicino la foto e concentrandoci sulla corona risulta evidente che Sram doterà la nuova guarnitura di una protezione per le corone integrata nella guarnitura stessa, secondo quando risulta da questa fonte.
In sostanza non sarà più necessario ricorrere all'attacco ISCG 05 (per altro sempre meno utilizzato nel corso degli ultimi anni) perché si potrà montare il bashguard direttamente sulla corona.

nuova pedivella Sram in lega
nuova pedivella Sram in lega


Se guardate bene la pedivella è facile capire che questa protezione è efficace solo quando la pedivella si trova in posizione parallela al terreno, ovvero quando si sta guidando in discesa.
Per ora questo è quanto sappiamo delle novità che Sram sta per tirare fuori (e crediamo che ormai manchi poco...), ma vi invitiamo a restare connessi con MtbCult per saperne di più.

Nel frattempo, per conoscere nel dettaglio le specifiche dei gruppi Sram Eagle, cliccate qui

Qui invece trovate tutti i nostri articoli su prototipi, spyshot e novità in arrivo.

Condividi con
Sull'autore
Simone Lanciotti

Sono il direttore e fondatore di MtbCult (nonché di eBikeCult.it e BiciDaStrada.it) e sono giornalista da oltre 20 anni nel settore delle ruote grasse e del ciclismo in generale. La mountain bike è uno strumento per conoscere la natura e se stessi ed è una fonte inesauribile di ispirazione e gioia. E di conseguenza MtbCult (oltre a video test, e-Mtb, approfondimenti e tutorial) parla anche di questo rapporto privilegiato uomo-Natura-macchina. Senza dimenticare il canale YouTube, che è un riferimento soprattutto per i test e gli approfondimenti.

Iscriviti alla nostra newsletter

... E rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie!
Logo MTBCult Dark
Newsletter Background Image MTBCult
arrow-leftarrow-right