•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

A molti dei nostri lettori il reggisella telescopico è un componente decisamente familiare e molto spesso indispensabile.
Come avrete letto su MtbCult, però, il reggisella telescopico è qualcosa che, pian piano, sta entrando anche in altri settori della Mtb, ovvero il cross country (leggete qui, ad esempio), ovvero un terreno sul quale comandano leggerezza, efficienza e prestazioni.

Il reggisella telescopico Specialized Command Post Xcp (qui il test) di serie da diverse stagioni su diversi modelli di bici da Xc e marathon di Specialized.

Anche lì, a piccoli passi, il telescopico sta entrando e lo conferma proprio Julien Absalon che ieri a La Bresse ha mostrato una confidenza con la guida in discesa davvero notevole.
Per il francese il reggisella telescopico (e un manubrio più largo) rappresenta uno degli espedienti tecnici che gli sta permettendo di tenere testa a un rivale ostico come Nino Schurter proprio in discesa.

Julien Absalon in azione nella gara di ieri a La Bresse. Notate il reggisella telescopico

Nonostante il francese sia tornato ad allenarsi in bmx durante l’inverno scorso, il gap tecnico con lo svizzero non è ancora del tutto colmato e il reggisella telescopico (seppure a corsa ridotta come vi abbiamo mostrato qui) risulta ad Absalon di grande utilità.
Anche altri pro’ di Coppa del mondo lo stanno utilizzando e, molto probabilmente, anche Schurter finirà per adottarlo.
Quel che è sicuro è che il team Scott-Odlo lo sta già testando, più o meno in segretezza.
A La Bresse, ad esempio, è stato visto Schurter testare un reggisella RockShox Reverb sulla sua nuova Scott Spark, ma in gara ha preferito farne a meno.
Thomas Frischknecht, team manager della squadra di Schurter, invece, sta testando un modello della Yep Components, l’Uptimizer Hc, con passaggio interno del cavo.

reggisella telescopico

reggisella telescopico
La Scott Scale sulla quale stanno provano il reggisella telescopico della Yep Components.

Ma non finisce qui…

Vincenzo Nibali nella tappa di ieri al Giro d'Italia. Foto Luca Bettini-Bettini Photo
Vincenzo Nibali nella tappa di ieri al Giro d’Italia.
Foto Luca Bettini-Bettini Photo

Ieri è stata anche la giornata del trionfo di Vincenzo Nibali al Giro d’Italia, conquistato in maniera quasi inaspettata nelle ultime giornate di gara.
E proprio ieri, nella passerella conclusiva del Giro, ovvero in una tappa assolutamente tranquilla, Nibali ha utilizzato un reggisella telescopico sulla sua Specialized S-Works Tarmac prodotto da Fsa.

reggisella telescopico
Photo: Iri Greco / BrakeThrough Media | brakethroughmedia.com

Si tratta di un componente che, rispetto ai modelli esistenti in campo Mtb, non è dotato di comando sul manubrio, ma è azionabile tramite una ghiera (ovvero quel rigonfiamento che si vede nella parte superiore de reggisella stesso, foto in basso) tramite la quale decidere l’altezza della sella.

13315498_985392508223076_5044791530774096910_n

reggisella telescopico
Photo: Iri Greco / BrakeThrough Media | brakethroughmedia.com

Su Cyclinside.it potete trovare altre immagini di questo interessante componente.
Vincenzo Nibali in discesa se la cava piuttosto bene e un componente come questo potrebbe aiutarlo nelle discese più tecniche, magari già dal prossimo Tour de France.
Quindi, qualcosa sta cambiando: la ricerca assoluta della leggerezza passa in secondo piano se si tratta di avere un vantaggio dinamico e di sicurezza.
E se cominciano i big ad adottarlo…

Qui tutti i nostri articoli sui reggisella telescopici.

Simone Lanciotti

Salve, mi chiamo Simone Lanciotti... e sono un appassionato di mountain bike come voi. Mi piace talmente tanto raccontare la mia passione per la Mtb che circa 20 anni fa ne ho fatto una professione. MtbCult.it è la stata la prima rivista che ho creato; poi eBikeCult.it e infine BiciDaStrada.it. La bicicletta in generale è stata ed è ancora per me una scuola di vita. Quindi, il viaggio continua e grazie per il contributo che date al nostro lavoro. Di seguito potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Simone Lanciotti