•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Le ruote Syncros Silverton SL non sono una novità assoluta: il loro lancio risale al 2018, anno in cui anche noi le provammo per qualche chilometro sulla Scott Spark RC (qui l’articolo e il video).
Quest’anno, però, sono state rilanciate in due modelli (con canale da 26 o 30 mm) e saranno utilizzate anche da Nino Schurter e tutto il team Scott-Sram.
Tuttavia, sin dalla loro presentazione, queste ruote da Xc e Marathon incuriosirono non poco, per via della loro costruzione “futuristica” in carbonio monoscocca, ma insieme alla curiosità nacque anche qualche timore.

Syncros Silverton SL

Come sempre, la novità spaventa, ma per farvi capire lo studio che c’è dietro ad un prodotto del genere e la filosofia con cui è stato progettato, abbiamo fatto qualche domanda agli ingegneri di Syncros.
Buona lettura!




– Perché costruire ruote Mtb monoscocca? Quali sono i principali vantaggi di questo metodo di costruzione?
– Le ruote Silverton SL sono pensate come un “sistema”. Non è solo l’unione di parti ottimizzate individualmente e assemblate insieme, ma cerchio/i mozzi/i e raggi sono progettati come un’unità e prodotti allo stesso modo. Questa è l’unica soluzione per avere una ruota completamente ottimizzata.

– Cosa dovrebbe cambiare, in dinamica, rispetto alle ruote tradizionali?
– Questa costruzione unica fornisce una maggiore rigidità laterale (raggi in tensione), rigidità torsionale (raggi continui da cerchio a cerchio tramite mozzo) e bassa inerzia (massa rotante ridotta per consentire un’accelerazione più rapida). Questo punto è particolarmente importante, poiché riducendo il peso all’esterno della ruota si ottiene un risparmio energetico, fino al 30% in fase di accelerazione. Le caratteristiche di guida Xc sono caratterizzate da molte accelerazioni e decelerazioni, che nel tempo fanno risparmiare molta energia.

Entrambi i modelli (26 e 30 mm) hanno un profilo del cerchio alto 35 mm

– Che tipo di carbonio viene utilizzato nella costruzione delle ruote?
– Usiamo un carbonio di alta qualità disponibile nel settore, lo stesso materiale che Scott utilizza per costruire i telai delle bici più leggeri.

– Le ruote Syncros Silverton SL sono nate nel 2018, poi sono state richiamate per un periodo. Perché? E cosa avete cambiato, sul nuovo modello?
– Abbiamo osservato una deviazione tra la produzione iniziale dei primi prototipi e la produzione di massa. Ci sono voluti alcuni mesi per essere sicuri di aver ottenuto un processo produttivo stabile, che garantisse lo stesso livello di qualità tra prototipi e produzione di massa.

Syncros Silverton SL

– Si parla sempre di cerchio e raggi, ma come sono costruiti i mozzi? Che tipo di cuscinetti vengono utilizzati?
– Le parti interne del mozzo vengono incollate nel guscio in carbonio, in una seconda fase del processo. Provengono da DT Swiss. I cuscinetti dipendono dalle specifiche della ruota: 180s su quelle con canale da 26 mm e 240s su quelle con canale da 30 mm.

– In caso di guasto, cosa deve fare il cliente? Come funziona la garanzia?
– Nessun guasto possibile, solo uso improprio o pilota inesperto ?  A parte gli scherzi, le ruote sono munite della nostra garanzia standard e anche di una politica di sostituzione in caso di incidente. In caso di problemi si torna dal rivenditore, che può avviare il processo. E’ possibile effettuare delle riparazioni a seconda dell’entità del danno. In caso di necessità, la formula crash replacement consente una riduzione del 50% del prezzo della ruota sostitutiva nel primo anno, del 30% nel secondo anno e del 20% nel terzo anno.

– Quanto pesano i due modelli?
– Sia la coppia con canale da 26 mm, sia quella con canale da 30 mm pesano allo stesso modo, ossia 1280 grammi. Siamo riusciti ad ottimizzare l’utilizzo dei materiali sul cerchio più largo per mantenere lo stesso peso.

Syncros Silverton SL

– Avete fatto dei test con Nino Schurter, che impressioni ha avuto? Quali differenze ha avvertito rispetto alle ruote precedenti e ad altre ruote tradizionali?
– Sì, abbiamo fatto molti test con Nino e i ragazzi del team Scott-Sram, che stanno già utilizzando le ruote in gara. Anzi, Lars Forster ha vinto anche la prima prova degli Internazionali d’Italia con le Syncros Silverton SL, su un percorso piuttosto accidentato e roccioso. Il feedback che abbiamo da Nino e gli altri è che l’accelerazione è straordinaria e la condotta in curva è superba. Senti davvero che la velocità è gestita molto bene e si rilanciano velocemente. Per il cross country, in cui lo sforzo in uscita di curva è enorme, fa una grande differenza.

Yanick, il meccanico di Nino Schurter, mentre monta le ruote Syncros Silverton SL per il team

Fare test con atleti come Nino è estremamente utile anche per noi, in quanto la velocità con cui colpisce gli ostacoli sul percorso e anche la fluidità di guida sono molto diverse rispetto a un pilota “normale”. I dati ricavati da questi test sono fantastici, anche se dobbiamo creare dei banchi prova innovativi, perché per questo genere di cose non esiste. È stato piuttosto interessante anche per lui, in quanto ha potuto vedere l’analisi dei dati in tempo quasi reale.
Il team Scott-Sram potrà scegliere tre set di ruote Syncros in totale: le Silverton SL da 26 mm e 30 mm e anche un normale set di ruote con cerchio in carbonio che annunceremo presto. La scelta sarà fatta in base alla pista e alle condizioni del giorno, poiché ognuna ha i suoi vantaggi in situazioni diverse.

Ecco un video sulle fasi di test del team Scott-Sram:

Ah, stiamo testando le ruote Syncros Silverton SL e tra qualche settimana vi daremo anche il nostro riscontro “pratico”.
Continuate a seguirci!

Syncros Silverton SL

Per altre informazioni Syncros.com

Daniele Concordia

Ciao, mi chiamo Daniele Concordia e sono nato nel fuoristrada! La Mtb e il motocross sono le mie passioni più grandi, amo l'adrenalina, la fatica e le sensazioni che regala lo sterrato in tutte le sue forme. Ho corso tanti anni in mountain bike, tra Xc e Granfondo nelle categorie agonistiche, ma prima di tutto sono un amante del mezzo e della tecnica in generale. Dal 2012, dopo aver ottenuto la Laurea in Scienze Motorie allo IUSM di Roma, ho avuto la fortuna di fare della mia passione il mio lavoro, non solo come biker, ma anche come intermediario tra aziende, atleti e lettori. Seguitemi su Mtb Cult, qui sotto potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Daniele Concordia