•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COMUNICATO STAMPA

Mentre progettavamo queste nuove bici eravamo così entusiasti che facevamo fatica a mantenere la concentrazione.
Fortunatamente tutti i dettagli che ci hanno tolto il sonno sono ben visibili alla prima occhiata, ma per realizzare la trail bike più veloce possibile ci siamo focalizzati su tre aspetti:

20150608_sTrail-0004

1 – VELOCITA’
Se la Camber da sempre è stata la bicicletta “facile da guidare” per eccellenza, la nuova Camber (qui il test della versione 2014) impressiona per quanto veloce accelera, per la cattiveria con cui attacca le salite e per la facilità con cui si immette in curva.

20150609_sTrail-1378

– Concentric Link FSR (foto sopra): Per mantenere gli pneumatici sempre a contatto con il terreno, il nostro sistema di sospensione attivo e indipendente permette alla sospensione di muoversi costantemente. L’ammortizzatore è direttamente connesso al FSR grazie alla nuovissima bielletta Concentrinc Link, inoltre siamo riusciti a realizzare dei foderi alti ancora più rigidi e leggeri, per una sensazione di rapidità immediata. Abbiamo rifinito l’FSR per una performance a tutto tondo sui trail, mantenendo però tutte le ottime caratteristiche che hanno reso celebre il nostro sistema, come la facilità di manutenzione: tutti gli snodi sono realizzati con cuscinetti sigillati.

20150609_sTrail-1380

– Position-Sensitive Micro Brain (foto sopra): quando si tratta di unire velocità e una sospensione realmente attiva, non c’è nulla di meglio del Brain (disponibile in Italia solo sulla Camber Fsr Elite Carbon 29). E’ l’unico sistema che conosce la differenza tra gli input che arrivano dal rider e quelli che arrivano dal terreno. La tecnologia Position-Sensitive del nuovo Micro Brain è l’ultima nata dal nostro reparto di Ricerca&Sviluppo sulle sospensioni.
E’ un nuovo modo di pensare il Brain per il trail, ma che allo stesso tempo mantiene tutte le caratteristiche del Brain della Epic che tanto amiamo, solo con una grossa differenza creata appositamente per soddisfare i trail rider: la valvola inerziale non si apre finché non raggiunge il punto di SAG, così che il 25% di travel rimane sempre attivo per la massima sensibilità sui sentieri. Praticamente siamo di fronte al perfetto mix tra velocità ed efficienza nel trail riding.

20150608_sTrail-0613

2 – EFFICIENZA
Le trail bike devono poter fare tutto e farlo bene; nonostante la Camber abbia la velocità nel suo DNA, deve anche essere in grado di affrontate i single track in totale controllo proprio come le trail bike con maggiore escursione.

– Geometria: progettata da zero per lavorare con ruote da 650b e 29’’
– Travel: 120mm per la 29″ e 130mm per la 650b
– Interasse incredibilmente contenuto: 1119 mm la 650b e 1135mm la 29”
– Angolo di sterzo più aperto: 67,5 la 650b e 68° la 29”
– Foderi bassi più corti: 420mm la 650b e 437mm la 29”
– Altezza del movimento centrale simile: 420 la 650b e 437mm la 29”

20150608_sTrail-0606

3 – PRATICITA’
E’ sempre più importante essere pronti per qualsiasi cosa si debba affrontare sui sentieri. La maggior parte delle volte si tratta della nostra capacità di guida e di avere il mezzo meccanico giusto, ma altre volte bisogna risolvere guasti meccanici imprevisti. Abbiamo presentato l’esclusiva e innovativa SWAT Door sulla Stumpjumper FSR e sulla Rhyme e ora la riproponiamo anche sulla Camber.

20150609_sTrail-1384

20150608_sTrail-0038

– telaio in carbonio FACT con geometria Trail: progettato fin dall’inizio con la SWAT Door, questo significa che le performance del telaio rimangono intatte, si aggiunge solo pochissimo peso, mentre tutto il resto della struttura presenta una rigidità torsionale incredibile e mantiene tutte le migliori caratteristiche del modello precedente.

20150608_sTrail-0024

– Un supporto SWAT alloggia il multitool EMT sotto il tubo orizzontale.
– Nel tubo obliquo il vano SWAT si apre in modo da alloggiare tutto ciò che ti serve all’interno del triangolo anteriore.
– I triangoli anteriori in carbonio sono stati progettati con il vano SWAT fin dall’inizio, assicurando così la migliore qualità di guida.
– I due involucri SWAT mantengono ben fermi, senza alcun rumore, camera d’aria, pompetta, barrette energetiche, etc…
– Il passaggio interno dei cavi è gestito da alloggiamenti integrati nello stampo iniziale, massima protezione dall’usura e nessuna sovrapposizione delle guaine.
– Montato su tutti i telai in carbonio.

20150608_sTrail-0014

ALTRI DETTAGLI IMPORTANTI
Noi amiamo i dettagli, quindi eccone alcuni:
– La gamma è stata semplificata. Niente più modelli standard o Evo. Solo tubo di sterzo più aperto, movimento centrale basso e carro più corto su tutti i modelli.
– Ogni modello ha come specifica il nuovo Command Post IRcc, più posizioni disponibili nella parte centrale dell’escursione.
– Tutti i modelli presentano passaggio interno dei cavi e freni Shimano.
– Tutti i modelli sono compatibili con trasmissioni 2x, grazie al Taco Blade, ma sono sviluppati con trasmissione 1×11
– Alcuni modelli presentano cerchi Roval Traverse (foto in basso).

20150610_sTrail-2129

I modelli Camber importati in Italia saranno solo con ruote da 29 pollici e, contrariamente da quanto scritto in precedenza, non prevederanno la versione S-Works. La gamma Camber 29 2016 per il mercato italiano, quindi, si compone di:

Specialized Camber Fsr Elite Carbon 29: 5490€ (immagine non ancora disponibile)

Specialized Camber Comp Carbon 29
Specialized Camber Comp Carbon 29: 3990€
Specialized Camber 29 M5
Specialized Camber 29 M5: 2490€

Per informazioni Specialized.com

Redazione MtbCult

Ecco tutti gli articoli realizzati dallo staff di MtbCult. Resoconti, video, comunicati ufficiali e tutto ciò che può attirare la vostra attenzione. La redazione di MtbCult.it