• 32
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Le scarpe Shimano AM9 rappresentano l’ultima evoluzione in fatto di calzature specifiche per uso gravity compatibili con pedali a sgancio.
Ereditano caratteristiche costruttive dai modelli Shimano GR9 (specifiche per pedali flat e per usi gravity) e Shimano ME7 (specifiche per trail-enduro e compatibili con pedali a sgancio) e hanno una cura molto marcata per la protezione del piede e, in parte, della caviglia.
Ve le abbiamo presentate (insieme ad altre calzature off-road Shimano) in questo articolo, del quale vi riproponiamo il video:

e adesso passiamo al test vero e proprio, condotto perlopiù nella stagione fredda.

Shimano AM9

DETTAGLI TECNICI
– Materiali utilizzati: 8
Le Shimano Am9 sono realizzate con materiali sintetici il cui obiettivo è principalmente assicurare al piede un’elevata protezione contro gli impatti e un maggiore comfort per la pratica dell’off-road più impegnativo.
La tomaia è in similpelle senza cuciture con microforature di ventilazione, la suola è in nylon rinforzato con un livello di rigidità pari a 5 (cioè un valore medio nella gamma Shimano) e l’interno della scarpa prevede delle imbottiture sottili per migliorare il comfort.
La suola è in gomma ad alto grip, anche se il disegno predilige terreni asciutti.

Shimano AM9

Shimano AM9

– Sistema di chiusura: 9,5
Lo Speed Lacing permette una regolazione piuttosto precisa e anche abbastanza duratura nel corso dell’utilizzo della scarpa. Il velcro addizionale, agendo sul collo del piede, consente poi di stabilizzare la scarpa.
Ovviamente per regolare la chiusura della scarpa è necessario fermarsi, eventualità che capita di rado nell’uso enduro-Dh.
Fra le virtù dello Speed Lacing, però, c’è anche un ingombro praticamente inesistente che corrisponde a un rischio quasi nullo di rottura in caso di impatto con un corpo esterno.

Shimano AM9

Shimano AM9

Shimano AM9

– Regolazioni consentite: 9,5
La chiusura della scarpa può essere gestita in modo agevole e personalizzabile. Ed è l’unica regolazione consentita, ma questo, visto l’uso a cui è destinata questa scarpa, non viene percepito come una limitazione.

Shimano AM9

– Peso: 9,5
La singola scarpa in taglia 45 pesa 450 gr.
Ed è un peso anche migliore rispetto a quello di altri modelli analoghi di casa Shimano. E infatti abbiamo rilevato 455 gr per le Shimano ME7. Le Specialized 2FO ClipLite Lace (sempre in taglia 45) pesano 440 gr, mentre le Scott AR Boa Clip (in taglia 42) 510 gr.
– Prezzo: 9
Le Shimano AM9 costano 155,99€, ovvero un prezzo generalmente più basso rispetto ai modelli menzionati sopra.
Solo le Specialized hanno un costo inferiore.
Nel complesso, considerate le qualità costruttive (di cui leggerete più in basso), le prestazioni e la durata è un prezzo ragionevole.

Voto finale (da 1 a 10): 9,1

Shimano AM9

PRESTAZIONI
– Comfort della calzata: 10
Con la premessa che è una valutazione molto soggettiva, sin dal primo momento in cui si calzano, il piede si trova a suo agio.
Il comfort è una delle doti di spicco di queste calzature.
– Rigidità suola: 9,5
Quando si sta guidando, nulla da dire: le scarpe trasmettono input ben filtrati al biker senza affaticare.
Quando si pedala, invece, se siete abituati a scarpe piuttosto rigide ed efficaci nella pedalata, si avverte che la scarpa è un po’ “morbida”.
Ma questa morbidezza può impensierire solo se si sta spingendo davvero forte sui pedali.
Il voto molto alto, ovviamente, è in relazione alla categoria di scarpe a cui le Shimano AM9 appartengono.

Shimano AM9

– Grip suola: 8
Buono, ma non eccezionale.
Le Shimano AM9 possono vantare una superficie di contatto scarpa-pedale molto ampia e questo facilita la guida in tutte le situazioni in cui ci si trova a guidare-pedalare con i pedali non agganciati.
Il Pedal Channel, ossia il lungo solco ricavato sulla suola, facilita l’aggancio del pedale e allo stesso tempo la guida con i pedali non agganciati.
In generale la suola ha un disegno che predilige i terreni asciutti.

Shimano AM9

Shimano AM9

– Ventilazione: 8
Sono il lato che meno convince, ma in generale le scarpe da enduro-Dh, avendo come priorità protezione, comfort e stabilità del piede, devono mettere in secondo piano la ventilazione.
– Protezione dagli agenti atmosferici: 9,5
Davvero molto buona.
Va detto che, in caso di pioggia, prima che l’interno della scarpa si bagni, è necessaria un’esposizione all’acqua molto prolungata.
Non sono impermeabili, chiaro, ma resistono bene agli schizzi d’acqua e alla pioggia.

Shimano AM9

Shimano AM9

– Protezione dagli urti: 9,5
La punta della scarpa è la parte che più di tutte mostra attenzione verso questo dettaglio.
Il tallone presenta una protezione per la caviglia solo sul lato interno, per ridurre il rischio di contatto fra pedivella e caviglia.
L’equilibrio fra protezione, ventilazione, leggerezza e comfort che le Shimano AM9 hanno raggiunto è di ottimo livello ed è questa la dote che più si apprezza.

Shimano AM9

– Calzata (quale taglia scegliere?): 10
Il sottoscritto solitamente utilizza calzature numero 45 e anche per il test ha usato questa misura, con soddisfazione.
Va segnalata, infine, l’ampissimo range di misure a disposizione: dalla 36 alla 48.

Voto finale (da 1 a 10): 9,21

VOTO COMPLESSIVO (da 1 a 10): 9,15

Shimano AM9

In conclusione…
Il look è piuttosto sobrio e le Shimano AM9 fanno di tutto per passare quasi inosservate.
Il marchio giapponese conferma una forte preferenza per il colore grigio sulle sue calzature off-road, renderle più identificabili e, tutto sommato, originali.
Ma ovviamente, qui, de gustibus…
Le Shimano AM9 sono un paio di scarpe pensate per l’enduro e per chi nella Dh preferisce i pedali a sgancio rapido, sono meno versatili delle Shimano MT7, proprio perché hanno una vocazione nettamente più gravity.
Durante il nostro test è emersa anche un’altra dote: la qualità costruttiva.
Shimano continua a dimostrare che l’esperienza acquisita in quasi 30 anni di produzione di calzature specifiche per Mtb è una qualità che si percepisce al primo contatto fra scarpa e piede.
Provare per credere…

Qui tutti i nostri articoli sulle scarpe da Mtb

Per informazioni Bike.Shimano.com



Simone Lanciotti

Salve, mi chiamo Simone Lanciotti... e sono un appassionato di mountain bike come voi. Mi piace talmente tanto raccontare la mia passione per la Mtb che circa 20 anni fa ne ho fatto una professione. MtbCult.it è la stata la prima rivista che ho creato; poi eBikeCult.it e infine BiciDaStrada.it. La bicicletta in generale è stata ed è ancora per me una scuola di vita. Quindi, il viaggio continua e grazie per il contributo che date al nostro lavoro. Di seguito potete trovare tutti gli articoli firmati dal sottoscritto. Simone Lanciotti