• 421
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Cosa sareste in grado di fare voi in 3 millisecondi?
La Giant Anthem Advanced Pro 29 con sospensioni Fox Live Valve, in un così breve spazio temporale, riesce a fare quello che voi fareste in molto più tempo.
Di cosa sto parlando?
Per scoprirlo guardate il video di questo “mostro” da Xc, che con poche modifiche…

1 – DETTAGLI TECNICI TELAIO

– Geometria: 9,5
Dopo averla provata su ogni tipo di terreno, anche fuori dal suo contesto.
Dopo aver affrontato uscite lunghe, brevi, ad andature sostenute e non, posso dirvi che…
Questa bici è davvero equilibrata e mai fuoriluogo.
Un telaio progettato con geometrie moderne, ma mai estreme.
Quote che rendono questa bici godibile in ogni contesto.
Ma scendiamo nel dettaglio e cominciamo ad elencare qualche numero.
Partiamo dagli angoli, ovvero quello dello sterzo (69°) e quello del piantone sella (73,5).

Giant Anthem Advanced Pro 

Giant Anthem Advanced Pro

Angolo di sterzo non esageratamente aperto, ma perfetto per una guida agile dove serve, ma anche aggressivo e stabile quando vogliamo azzardare in qualche passaggio tecnico,
magari ad alta velocità.
Tubo piantone non particolarmente verticale, lo si avverte nelle salite più ripide dove ci si sente leggermente arretrati, ma spostando la sella leggermente più avanti ho
mitigato la situazione, ottenendo un’ottima centralità in fase di pedalata.
Top tube da 610 mm che unito ad un Reach di 437 mm (taglia M) confermano che la Giant Anthem Advanced Pro 29 è una bici da “aggredire” nella guida, più le darete fiducia, più lei vi ripagherà.
Per finire con le quote principali parliamo di carro, 438 mm, non lasciatevi spaventare dalla misura leggermente abbondante, è davvero agile nello stretto e la sospensione lavora in maniera eccellente, ma ne parliamo più avanti.

Giant Anthem Advanced Pro

– Assetto in sella: 10
Salire in sella e sentirsi a casa è davvero una sensazione rara e in parte “magica”.
In pedalata, portando la sella quel pizzico in avanti ho ottenuto una posizione davvero ben centrata.
Non a caso, anche nelle salite più ripide e tecniche, si riesce a mantenere un controllo ottimo.
Quando la pendenza diventa negativa il discordo non cambia, top tube e reach abbondanti permettono di avere una guida centrale, senza bisogno di eccessivi fuorisella.
Attacco corto e manubrio largo aumentano la sensazione di sicurezza, rendendo la posizione in sella molto “racing”

– Cura costruttiva: 9
Le rifiniture e l’attenzione rivolta ai dettagli è di altissimo livello.
Partiamo dalle protezioni, dettaglio che spesso viene tralasciato sulle bici da Xc.
Il batticatena è ben realizzato, funzionale e non disturba la linea del telaio.

Giant Anthem Advanced Pro

Al di sotto del movimento centrale e in parte del tubo obliquo, è presente una protezione in gomma, utile per proteggere il telaio dall’urto contro sassi e detriti.
Dettagli come l’expander per il bloccaggio del tubo sella, e la conseguente eliminazione del classico collarino, rendono la linea più filante.
Linea che in questa versione viene impreziosita da una  appariscente verniciatura con brillantini.
Unico appunto?
Nella zona dell’ammortizzatore e nel carro ci sono troppe guaine e fili in vista, anche per via del sistema Fox Live Valve presente su questo modello, gli esteti potrebbero storcere il naso.

Giant Anthem Advanced Pro

– Tuning sospensioni: 10
Solitamente in questa sezione vi elenchiamo le caratteristiche dell’ammortizzatore, ma questa volta per via della presenza del sistema Live Valve di Fox (qui l’articolo di presentazione), preferiamo parlarvi di sospensioni in generale.
I 90 mm posteriori e i 100 mm anteriori vengono gestiti elettronicamente da una centralina che ne comanda il comportamento, bloccare o sbloccare le sospensioni non sarà più una vostra preoccupazione.
Ma scendiamo nel dettaglio….
Nel mio caso, dopo aver fatto il Sag alle sospensioni (pressione di 180 psi al posteriore e 90 psi all’anteriore per un peso di 72 Kg) ho impostato il sistema Live Valve sul livello 3 di 5 (1= più sensibile, 5=più fermo).
In questo modo le sospensioni riescono a lavorare in maniera parallela e fluida, nonostante la presenza del sistema Fox Live Valve, avvertire la soglia di sblocco è praticamente impossibile.
I soli 90mm di escursione posteriore sembrano essere infiniti e riescono a infondere sicurezza anche nei tratti più impervi.
Lo schema sospensivo Maestro rende questa full da Xc una piccola trail bike, donandole grip anche dove di solito scarseggia.

Giant Anthem Advanced Pro

Giant Anthem Advanced Pro

– Posizionamento ammortizzatore: 8
L’ ammortizzatore di questa Giant Anthem Advanced Pro 29 è installato in posizione verticale all’interno del triangolo principale.
Posizionamento e ammortizzatore dai volumi ingombranti impediscono di montare un secondo portaborraccia, dettaglio da non sottovalutare per chi percorre lunghe distanze.
Nell’utilizzo non ho riscontrato nessun tipo di interferenza con registri o guaine, durante la pedalata.

– Peso telaio e/o bici: 9,5
La Giant Anthem Adavnced Pro 29, con allestimento al top, gomme tubeless, senza pedali e con la presenza del sistema Fox Live Valve (aggravio di peso di 150 grammi) arriva a pesare 10,3 Kg.
Davvero niente male, se pensiamo alla presenza di un sistema aggiuntivo utilizzato da pochissime altre aziende concorrenti.

Giant Anthem Advanced Pro

Prezzo telaio e/o bici:9
8999,00 € sono tanti, è vero, ma pensando alla tecnologia presente su questo modello e confrontandola con quella della concorrenza, direi che il prezzo richiesto per portarsi a casa questo gioiellino è ragionevole.
Giant ha sempre offerto un ottimo rapporto qualità prezzo su tutti i suoi prodotti.

– Garanzia sul telaio: 10
Garanzia a vita per quanto riguarda il telaio.

Voto finale (da 1 a 10): 9,4

2 – COMPORTAMETO IN SALITA: 9,5
Dubbi sull’impostazione racing della Giant Anthem Advanced Pro 29 non ne ho.
Geometrie equilibrate e componentistica al top mi lasciano subito intuire che questa bici in salita mi darà tante soddisfazioni.
Quello che invece mi incuriosisce di più è provare l’efficienza del sistema Fox Live Valve, soprattutto nei tratti più sconnessi e ripidi.
Funzionerà? Sarà in grado di copiare il terreno senza perdere reattività?
Comincio con il dire che ho preferito lasciare alla bici un po’ più di sensibilità, impostando la centralina Fox sul livello 3, quindi ferma nei rilanci ma pronta a digerire anche le più piccole asperità

Giant Anthem Advanced Pro

Nelle salite con fondo scorrevole, alzandomi sui pedali noto un po’ di “bobbing”, ma non avendo messo un impostazione troppo “granitica è normale e non mi infastidisce, anzi mi aiuta a rendere la bici davvero comoda sulle lunghe distanze.
Non appena il fondo diventa accidentato rimango sorpreso, la fluidità con la quale il sistema Fox Live Valve apre e chiude le sospensioni è sorprendente.
Pronta ad ogni rilancio e mai brusca, anche nei tratti rocciosi, la Giant Anthem si dimostra un arrampicatrice eccellente.
Nei tratti più ripidi l’anteriore rimane preciso e ben governabile, merito di un’ottima posizione in sella.
Per concludere il segmento salita, posso dire che se amate le lunghe salite, anche con fondi tanto sconnessi la Giant Anthem Advanced Pro vi farà girare con il sorriso.

3 – COMPORTAMENTO IN DISCESA: 10
Ripidi? Discese lunghe e scassate? Tratti tecnici da affrontare ad alta velocità?
In discesa la Giant Anthem Advanced Pro mi ha letteralmente sorpreso.
I 90mm di escursione posteriore sembrano non finire mai, tanto da sembrare una mini, ma neanche troppo mini, trail bike.
Telaio rigido, sospensioni con un controllo elettronico davvero efficiente e geometrie ben studiate la rendono precisa e adatta ad ogni tipo di sentiero.
Ma entriamo più nello specifico…

Giant Anthem Advanced Pro

Quando il fondo è compatto e il sentiero non troppo pendente, insomma dove dobbiamo farla scorrere, la Giant si sente a casa.
Le sospensioni a controllo elettronico aiutano a creare quel giusto mix tra reattività e sensibilità, e la bici sembra volare sul sentiero.
Quando invece la situazione si fa seria, magari su sentieri ripidi e scassati, la posizione molto centrale del rider e un’elevata facilità di guida mi hanno fatto sentire sempre a mio agio.
Il carro, non troppo corto, la rende anche molto stabile sul veloce, dove non si hanno mai reazioni brusche del posteriore.
Detto questo, mi viene da pensare ad una cosa: e se ci fosse stato un telescopico?

4 – COMPORTAMENTO SUL PEDALATO: 9,5
Qui nel misto, il Fox Live Valve, libera la mente da ogni pensiero.
Dover pensare a chiudere e aprire le sospensioni, quando magari si è annebbiati dalla fatica, non sempre risulta facile.
La bici, anche grazie a questo sistema di gestione delle sospensioni, risulta sempre reattiva ad ogni rilancio, ma pronta ad aprire le sospensioni dove serve.
Insomma, il vostro unico pensiero sarà quello di pedalare e condurre la bici tra una curva e l’altra.
Infine, la posizione in sella davvero ben studiata permette un’ottima conduzione. 

VOTO COMPLESSIVO ( DA 1 A 10 ): 9,5

In conclusione…
La Giant Anthem Advanced Pro, con sistema Fox Live Valve è una bici fuori dal coro.
È vero, la gestione elettronica delle sospensioni all’inizio spaventa, io stesso ero scettico, ma poi…
Poi non appena ho fatto le prime pedalate ho capito di essere su una bici davvero ben progettata, capace di andare oltre i confini dell’Xc.
Pensate ad una bici perfetta per le lunghe distanze ma con la quale divertirvi su percorsi tecnici?
Volete essere liberi di guidare senza pensare ad altro?
A questo punto, fossi in voi, comincerei a dare un occhiata ai listini Giant.

Ecco cos’è il sistema Live Valve:

Fox Live Valve: il controllo elettronico (e automatico) delle sospensioni

Qui tutti gli altri articoli su Giant.

Qui tutti gli altri articoli sulle full da Xc.

Per altre informazioni Giant-Bicycles.com