scritto da Daniele Concordia in Domande,Scegliere la Mtb il 23 Gen 2019

Specialized Epic vs Scott Spark RC: un bel duello!

Specialized Epic vs Scott Spark RC: un bel duello!
        
Stampa Pagina

Luciano
Via email
Ciao ragazzi, ho letto la comparativa tra Santa Cruz Blur e Specialized Epic, ma voglio proporvi un altro “duello”: Specialized Epic vs Scott Spark RC.
Quali sono le differenze tecniche e cosa cambia nella guida tra le due Mtb?
Ovviamente mi riferisco per entrambe ai modelli top di gamma, sui quali sono in dubbio da tempo…
Ringrazio in anticipo!

Specialized Epic vs Scott Spark RC

Specialized S-Works Epic 2019

Specialized Epic vs Scott Spark RC

Scott Spark RC 900 SL 2019



Risponde Daniele Concordia
Specialized Epic vs Scott Spark RC: lo scontro che proponi, caro Luciano, è molto interessante, soprattutto perché queste sono due delle full da Xc più celebri e presenti sui campi gara di Xc e marathon.
Entrambi i modelli sono in commercio ormai da tempo, ma nonostante ciò vanno ancora molto forte, inoltre le abbiamo provate entrambe, quindi possiamo valutarne le differenze.
Partiamo dalle geometrie, che sono simili su alcuni dettagli, diverse su altri.

Specialized Epic vs Scott Spark RC

Geometrie Specialized Epic 2019

Specialized Epic vs Scott Spark RC

Geometrie Scott Spark RC 900 2019

Gli angoli di sterzo sono rispettivamente di 69.5 gradi (Epic) e di 68,5 gradi (Spark RC) e questa è la prima differenza. Lo sterzo più aperto della Scott dovrebbe garantire prestazioni migliori sul veloce o comunque nei sentieri tecnici in generale. Allo stesso tempo, anche il rake della forcella è diverso, quello della Epic è di 42 mm, mentre quello della Spark è di 51 mm, quindi più avanzato.
Sotto questo punto di vista, Scott utilizza una filosofia più vecchio stampo, mentre Specialized è più al passo coi tempi.
I motivi? Li trovi in questo articolo.

Scott Spark RC 900 SL

Specialized Epic vs Scott Spark RC

Il piantone della Epic misura 74,75 gradi, quello della Spark RC è meno verticalizzato (73,8 gradi): anche in questo caso, la filosofia di Scott è più tradizionalista, ma si abbina bene alle restanti quote del telaio, infatti non si ha mai la necessità di avanzare sulla sella e in salita l’assetto è corretto.
Top tube e reach sono quasi identici, si parla di 59,7 cm di orizzontale per la Epic (reach 43,3 cm) contro i 60 cm della Spark (reach 42,95 cm).
Se vogliamo guardare il pelo nell’uovo, la Epic dovrebbe essere un filo più distesa sull’anteriore per via del reach maggiore, ma veramente di poco.
Lo stack, invece, è minore di un cm sulla Scott, che quindi risulta un filo più bassa.
Le geometrie, quindi, portano a pensare che la Spark sia più “schiacciasassi” della Epic, ma forse un po’ meno maneggevole nello stretto con curve in successione.

Specialized Epic vs Scott Spark RC

Un’immagina della Specialized Epic Pro Carbon 2018 che abbiamo testato qualche mese fa. Come caratteristiche e geometrie del telaio è quasi identica alla versione S-Works 2019. Cambiano i materiali, i colori e in parte l’allestimento.

Lo schema sospensivo e il reparto sospensioni sono completamente differenti.
In entrambi i casi troviamo un carro “pivotless”, quindi senza giunto sui foderi posteriori. Sulla Epic la sospensione lavora in modo orizzontale, sulla Spark in modo verticale, ma la vera differenza riguarda il tipo di ammortizzatore e la sua taratura.
Il sistema Brain della Epic è studiato per avere la massima praticità e per non avere pensieri una volta in sella: la valvola inerziale legge le asperità del terreno, aprendo e chiudendo l’ammortizzatore (e la forcella) di conseguenza, quindi il rider, una volta pre-impostato il Brain non deve far altro, deve solo guidare. Per contro, questo sistema risulta meno sensibile ai piccoli urti, più scorbutico nelle staccate e negli atterraggi. Potremmo paragonare la Specialized Epic ad una via di mezzo tra hardtail e full vera e propria.

Specialized Epic vs Scott Spark RC

L’ammortizzatore con sistema Brain lavora grazie ad una valvola inerziale che legge le asperità del terreno.

 

La Scott Spark, invece, ha un ammortizzatore Fox Dps a tre posizioni con sistema TwinLock: un comando integrato al manubrio agisce su forcella e ammortizzatore contemporaneamente, permettendo all’istante di settare la sospensione in tre modalità (Descent, Traction e Climb).

Scott Spark RC 900 SL, Specialized Epic vs Scott Spark RC

Il comando TwinLoc a tre posizioni di Scott lavora in sinergia con forcella e ammortizzatore

Con sospensione tutta aperta, il feeling è molto simile a quello che si ha con una trail bike, mentre da tutta chiusa la Mtb è rigidissima. La modalità intermedia è studiata per le salite sconnesse o per i sentieri pedalati in cui serve grip ma la sospensione deve essere più sostenuta. Questa modalità è molto amata da Nino Schurter. Guarda qui.
Capisci, quindi, che il feeling in sella è molto diverso, la Epic è più scattante ed esigente, la Spark è più assecondante e personalizzabile.

Scott Spark RC 900 SL, Specialized Epic vs Scott Spark RC

Il fattore peso? La Specialized S-Works Epic è più leggera della Scott Spark RC 900 SL. La prima scende sotto ai 10 kg già di serie, mentre la seconda arriva intorno ai 10,3 kg.
C’è da calcolare il fatto che la Spark monta delle ruote Syncros Silverton 1.0 (1750 grammi la coppia) al posto delle originarie Silverton SL, un cambiamento fatto in corso d’opera sul catalogo Scott, che fa salire il peso ma fa scendere di molto anche il prezzo.
La full top di gamma di casa Scott, infatti, adesso costa 7999€, mentre l’ammiraglia di Specialized costa 9269€.
Un’altra differenza riguarda il gruppo: la S-Works Epic monta un gruppo Sram XX1 Eagle, mentre la Spark RC 900 SL monta il nuovo Shimano XTR a 12 velocità, con guarnitura Race Face next SL. Parliamo in entrambi i casi di gruppi top di gamma.

Scott Spark RC 900 SL, Specialized Epic vs Scott Spark RC

Specialized Epic vs Scott Spark RC: arriviamo al dunque.
La Specy è automatica, reattiva, leggera, scattante, ma anche più esigente e meno personalizzabile.
La Scott è più “docile” e schiacciasassi, le sospensioni offrono un’ampia possibilità di personalizzazione, è leggermente più pesante, ma per contro è anche meno costosa.
In generale, i riders che non amano i comandi remoti, ma vogliono pedalare, guidare e basta, potrebbero prendere in considerazione la Specialized Epic, i più “smanettoni” ed esigenti, invece, potrebbero trovare con la Scott Spark RC il mezzo ideale.
Caro Luciano, ora tocca a te: non sarà facile, ma… Buona scelta!

Specialized Epic vs Scott Spark RC

La pulizia totale del manubrio dovuta all’assenza di comandi remoti è uno degli aspetti più amati dai possessori di Mtb Specialized.

Qui il test della Specialized Epic Pro Carbon 2018.

Qui il test della Scott Spark RC 900 Pro 2018.

Per altre informazioni Specialized.com o Scott-Sports.com



        
Torna in alto