Gomme da Xc e Marathon: Porro e Avondetto le scelgono così...

Daniele Concordia
|

I modelli di gomme da Xc e Marathon sono tantissimi e, a volte, scegliere il modello giusto può risultare difficile.
La scelta della gomma dipende da tantissimi fattori, che abbiamo menzionato anche in un articolo ad hoc.
Stavolta, però, vogliamo capire quali differenze ci sono (se ci sono) nella scelta delle gomme in base alla specialità praticata.

Gomme da Xc e Marathon



Per farlo abbiamo chiesto la collaborazione di due atleti di punta del Team Trek-Pirelli: Samuele Porro (campione italiano e vice campione europeo marathon in carica) e Simone Avondetto (specialista dell'Xc, nonché leader attuale di Coppa del Mondo U23 e vincitore della prova di Les Gets).

Samuele Porro
Simone Avondetto

Ovviamente, essendo atleti sponsorizzati da Pirelli, parleremo in particolar modo dei modelli di questa azienda, ma i consigli dati dai due top riders valgono anche se si parla di altri tipi di gomme.

Leggetevi l'intervista doppia che trovate qui sotto per saperne di più 👇🏻

- In base a quali criteri scegli le tue gomme da gara (peso, resistenza, scorrevolezza, grip...)?
- PORRO: Nelle marathon, in base all’altimetria di corsa va privilegiata talvolta la scorrevolezza o il peso, altre volte la resistenza ed il grip. Va da sé che una gara semplice, ma con molto dislivello richiederà una gomma leggera e scorrevole, mentre in una gara con tratti tecnici si predilige grip e resistenza.
- AVONDETTO: In primis scelgo il copertone in base a grip o scorrevolezza, analizzando le caratteristiche del tracciato. Poi scelgo se utilizzare la versione Lite (più leggera) o la versione ProWall, leggermente più pesante ma più resistente alla forature.

Gomme da Xc e Marathon

- Quanto influiscono le condizioni meteo nella scelta delle gomme da Xc e Marathon? Preferisci cambiare spesso modello/sezione o lavorare di più sulla pressione?
- P: Di solito preferisco lavorare di più sulle pressioni e sull’utilizzo dell’inserto (appunto, per diminuire le pressioni).
- A: Utilizzo nella maggior parte delle competizioni i Pirelli Scorpion XC RC, che hanno un battistrada scorrevole, ma anche una bella spalla che ti dà un buon grip e controllo in discesa. In caso di fango non eccessivo scelgo gli Scorpion XC M e in condizioni estreme gli Scorpion XC S.

Nella prova di Coppa di Les Gets (in cui ha vinto tra gli U23), Avondetto ha utilizzato delle Pirelli Scorpion XC M, che si comportano bene anche con il fango non abbondante. Quando ha corso lui, infatti, il meteo era migliore di quanto è stato poi durante la gara elite.

- A proposito di pressione, i pneumatici Pirelli, secondo te rendono di più a pressioni molto basse, medie o alte?
- P: Non credo ci siano pneumatici che rendano di più o di meno in base alla pressione, credo piuttosto che ogni rider abbia il proprio stile di guida, che può richiedere pressioni maggiori o minori. Ovvero, chi guida “pulito” può sgonfiare un po' di più rispetto a chi ha una guida più spericolata. Ovviamente, anche il peso dell’atleta ed il tipo di bici (HT o FS) influiscono sulla scelta.
- A: Preferisco dare un riferimento in numeri: io utilizzo all’incirca 1.1-1.2 bar all’anteriore e 1.2-1.3 bar al posteriore.

Gomme da Xc e Marathon
La pressione delle gomme è molto soggettiva e influenzata da diversi fattori. Ne abbiamo parlato QUI.

- Quanto e come cambia, la scelta della gomma, in base alla partecipazione di una Xc o di una Marathon?
- P: Cambia completamente, l’Xc moderno richiede materiali diversi rispetto alle Marathon. Fondamentalmente, nell’Xc servono sezioni più abbondanti e battistrada più aggressivi, nelle Marathon pneumatici più scorrevoli e carcasse più resistenti.
- A: Non credo cambi particolarmente, ma nelle marathon si dà maggior importanza alla scorrevolezza sacrificando magari un pochino le prestazioni in discesa, mentre nell’Xc si dà più importanza al grip.

Nelle marathon, anche gli atleti molti leggeri come Samuele Porro, a volte preferiscono gonfiare un po' di più le gomme, per far fronte agli imprevisti che sulle lunghe distanze e in condizioni di scarsa lucidità sono all'ordine del giorno.

- Quanto conta l'abilità di guida, nella scelta della gomma?
- P: Come dicevo prima, conta tanto! Più che abilità è proprio questione di stile di guida: a parità di velocità si può scegliere una linea pulita e sicura, o rischiare su quella più sporca.
- A: Più che abilità, credo sia giusto parlare di stile di guida: ognuno ha una gomma con la quale si trova meglio.

Gomme da Xc e Marathon
I percorsi da Xc, ormai presentano tratti al limite dell'enduro, che mettono alla frusta anche i materiali. Per contro, però, l'atleta conosce a menadito le traiettorie, quindi può prendersi qualche rischio in più nella scelta delle pressioni.

- Ha senso cambiare sezione in base alla larghezza del cerchio, o fa poca differenza?
- P: Utilizzo sempre la stessa sezione di cerchio (Enve M5 da 25 mm, ndr).
- A: Sicuramente bisogna accompagnare un cerchio della giusta larghezza in base alla sezione della gomma, altrimenti non si va a sfruttare le capacità della gomma al 100%.

I cerchi usati dal team Trek Pirelli sono degli Enve M5 con canale interno da 25 mm

- Nello specifico, qual è il modello Pirelli che preferisci e usi più spesso? E perché?
- P: Il mio preferito è Scorpion XC RC Lite da 2.4”, gonfiato a 1.2/1.3 all’anteriore e 1.4/1.5 al posteriore (Porro pesa meno di 60 kg, ndr).
- A: La mia gomma preferita della gamma è lo Scorpion XC RC da 2.4". E’ una gomma molto scorrevole ma con una buona spalla che ti da grip e sicurezza in discesa. Di solito utilizzo questi copertoni con pressioni di 1.1-1.2 all’anteriore e 1.2-1.3 al posteriore (Avondetto pesa 66 kg, ndr).

Gomme da Xc e Marathon
Il disegno delle Pirelli Scorpion XC RC

- Di solito usi le versioni più leggere (Lite) o normali? E perché?
- P: Mi trovo bene con la versione Lite, credo sia il giusto compromesso per il mio stile di guida e apprezzo molto il comportamento del pneumatico.
- A: Dipende molto dal tracciato, non c’è una versione che prediligo. Se il percorso non presenta tratti nei quali è facile forare scelgo i Lite, altrimenti preferisco avere un copertone leggermente più pesante ma non rischiare.

La carcassa ProWall (rinforzata sul fianco) è la scelta migliore sui percorsi molto accidentati

- Usi inserti o no? Se sì, quali e perché?
- P: Al posteriore quasi sempre, sull’anteriore talvolta. Dipende dai tracciati più o meno esigenti e dalla necessità che ho di sgonfiare il pneumatico.
- A: Non sempre, quando ce n’è bisogno utilizzo gli inserti Andreani Pac Evo Lite. Di solito li monto solamente al posteriore, sull’anteriore preferisco risparmiare un po' di peso.

Gomme da Xc e Marathon

- Quale modello di Pirelli consiglieresti ad un amatore che pratica Xc e/o Marathon ed ha bisogno di prestazioni un po' ovunque, senza dover cambiare le gomme prima di ogni gara?
- P: Per Xc consiglierei lo Scorpion XC M all’anteriore e H al posteriore, per Marathon XC RC all’anteriore e posteriore, per privilegiare la scorrevolezza.
- A: Sicuramente lo Scorpion XC RC è un’ottima gomma che va bene un po' ovunque, ma chi cerca un copertone universale potrebbe scegliere lo Scorpion XC M, che anche in caso di fango si comporta in modo ottimo. Se si ha un cerchio adeguato, non sarebbe male scegliere una sezione da 2.4”.

Gomme da Xc e Marathon
Anche il Pirelli Scorpion XC H (qui il test) rappresenta un buon compromesso tra scorrevolezza e grip

Questo approfondimento sui ragionamenti e le sensazioni di Samuele Porro e Simone Avondetto sulle gomme da Xc e Marathon ci ha dato conferma di quanto la scelta di questo componente sia soggettiva e influenzata da diversi fattori.
Sicuramente, però, ascoltare i consigli di questi due atleti di punta potrebbe aiutarvi per capire alcune dinamiche e orientarvi in modo più sicuro quando sarà il momento di sostituire le gomme sulla vostra Mtb.

Qui tutti gli altri articoli e test che parlano di Pirelli.

Qui tutti i contenuti sulle gomme da Mtb.

Per altre informazioni sui modelli Pirelli visitate il sito Velo.Pirelli.com

Condividi con
Sull'autore
Daniele Concordia

Mi piacciono il cross country e le marathon, specialità per le quali ho un'esperienza decennale. Ho avuto un passato agonistico sin da giovanissimo, ho una laurea in scienze motorie e altri trascorsi professionali nell’ambito editoriale della bici.

Iscriviti alla nostra newsletter

... E rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie!
Logo MTBCult Dark
Newsletter Background Image MTBCult
arrow-leftarrow-right