scritto da mtbcult in Domande il 31 dic 2013

Come si calcola lo sviluppo metrico dei rapporti

Come si calcola lo sviluppo metrico dei rapporti
        
Stampa Pagina

Lotta
via e-mail

Ho una Scott Genius 27,5 che monta la tripla classica 22-32-42 e pacco pignoni 11-36. Quindi l’estremo per la salita è un 22-36, cioè 14 denti di differenza. Se montassi il Generale Lee di Leonardi 11/42 e davanti un “bel” 28? Così mi troverei sempre con una differenza di 14 denti? Cosa ne pensate? Grazie per l’attenzione.

Risposta della redazione
Per darti una risposta occorre fare dei calcoli corretti. Non considerare la differenza di dentature, ma esegui il calcolo dello sviluppo metrico tramite questa formula:

(M/P)xC= sviluppo metrico di un dato rapporto

M=numero di denti della corona
P= numero di denti del pignone
C= circonferenza della ruota (copertone compreso).

Nel tuo caso, considerando 220,5 cm come circonferenza di una ruota da 27,5”, avresti che il rapporto 22×36 ti dà uno sviluppo metrico di 1,34 metri, mentre quello 28×42 ti dà 1,47 metri.
Ovvero il 22×36 è più agile di un 28×42, anche se di poco.
Come puoi comprendere, il monocorona rappresenta un compromesso che funziona molto bene nella maggior parte dei casi e ti fa anche risparmiare peso, ma è pur sempre un compromesso.
Solo le trasmissioni 2×10 (cioè con 2 corone e 10 pignoni dietro) o 3×10 (3 corone e 10 pignoni dietro) ti danno la sicurezza di poter affrontare tutte le pendenze possibili, ma la domanda che ci si pone è: siamo certi che servano sempre rapporti così demoltiplicati (cioè così agili)?
Quanto mi costa, in termini di leggerezza, portarmi dietro ogni volta tre corone sapendo che, generalmente, dei 30 rapporti disponibili ne utilizzerò circa la metà?
A questa domanda il monocorona di Sram o i sistemi alternativi 1×10 forniscono una risposta valida per una fetta abbastanza ampia di utenti, ma la via di mezzo, assolutamente ancora valida, è una trasmissione 2×10 che infatti sta pian piano rubando la scena al 3×10 anche sugli allestimenti di serie delle Mtb più recenti.

Il Generale Lee di Leonardi Racing ha raggiunto una notorietà non indifferente: eccolo montato sulla bici di Jared Graves nell'ultima tappa dell'Enduro World Series in abbinamento a un cambio Shimano Xtr Shadow Plus.

Il Generale Lee di Leonardi Racing ha raggiunto una notorietà non indifferente: eccolo montato sulla bici di Jared Graves nell’ultima tappa dell’Enduro World Series in abbinamento a un cambio Shimano Xtr Shadow Plus.

A nostro avviso, quindi, prima di passare a un monocorona considera l’opzione 2×10 e, nel caso lo avessi già fatto, nell’adottare il monocorona ti consigliamo caldamente di scegliere un cambio Sram Type II o Shimano Shadow Plus per evitare che la catena fuoriesca dalla corona in discesa.
Infine, la formula per calcolare lo sviluppo metrico dei rapporti è molto importante per capire subito come un’eventuale modifica a corone e pignoni influisce sull’agilità dei rapporti.

        
Torna in alto