scritto da Daniele Concordia in Domande,Scegliere la Mtb il 30 Ago 2018

Trek Slash 29 contro Cannondale Jekyll 29: quale scegliere?

Trek Slash 29 contro Cannondale Jekyll 29: quale scegliere?
        
Stampa Pagina

Stefano Petrucci
Arrivata via email
Ciao ragazzi, purtroppo qualche settimana fa mi è stata rubata la mia amata Specialized Enduro Expert Carbon. Al momento sto valutando di trovare una valida sostituta e la scelta alla fine dovrebbe essere fra la Trek Slash 9.7 29” del 2019 e la Cannondale Jekyll 3 29″, sempre del 2019. Premesso che esteticamente le metto alla pari, vorrei sapere qual è la vostra preferita, considerando che sono a conoscenza della sostanziale differenza tra la sospensione monocross della Cannondale rispetto a quella un po’ più evoluta di Trek.

Come componenti credo che la Cannondale si lasci preferire (reggisella, ruote, copertoni, sella). Sono abbastanza indeciso, ma allo stesso tempo mi scappa di pedalare!
Grazie in anticipo.

Trek Slash 29 contro Cannondale Jekyll 29

Risponde Daniele Concordia
Trek Slash 29 contro Cannondale Jekyll 29: una bella lotta!
Caro Stefano, stai parlando della Mtb che ha sdoganato in tutto e per tutto l’utilizzo delle 29” nell’enduro (la Trek Slash) e della new entry con le ruotone (la Cannondale Jekyll).

Trek Slash 29 contro Cannondale Jekyll 29

La Trek Slash 9.7 29″ del 2019

Trek Slash 29 contro Cannondale Jekyll 29

La Cannondale Jekyll 3 29″ del 2019

I marchi sono entrambi al top e ovviamente anche le aspettative.
Abbiamo provato a lungo la Slash 29 (qui il video test), mentre per quanto riguarda la Jekyll 29 ancora non ne abbiamo avuta la possibilità, visto che è uscita da pochissimo.
Possiamo però analizzare, sulla carta, le differenze per darti una mano nella scelta.

Trek Slash 29 contro Cannondale Jekyll 29

Le sospensioni
La differenza sostanziale, come hai già accennato, risiede nello schema sospensivo.
Quello della Trek è un quadrilatero con sistema ABP (non più full floater), ossia il pivot posteriore coincide con il perno ruota, e ammortizzatore da 150 mm con taratura specifica e dispositivo Thru Shaft (vi spieghiamo cos’è in questo articolo).

Trek Slash 29 contro Cannondale Jekyll 29

Il sistema ABP di Trek



Quello Cannondale è un semplice monocross, con ammortizzatore Gemini che si basa su due posizioni, grazie alle quali è possibile anche cambiare il travel (da 150 a 120 mm) e il comportamento durante le uscite.

Trek Slash 29 contro Cannondale Jekyll 29

Il link della sospensione Cannondale con ammortizzatore Gemini a doppia posizione

Per quanto riguarda l’escursione, sulla Trek troviamo una forcella da 160 mm, quella della Cannondale è da 150 mm.
Senza aver provato la nuova Cannondale Jekyll 29 è difficile dare un giudizio reale sulle differenze, ma visto che lo schema sospensivo è lo stesso della versione 27,5” che abbiamo già provato, qualche considerazione possiamo farla.
L’ammortizzatore della Trek, sia grazie al sistema Thru Shaft, sia grazie all’ABP, garantisce un bel sostegno nel pedalato e nei grossi impatti, ma anche un’ottima sensibilità sui sentieri scassati e soprattutto un feeling in frenata eccezionale.
Diciamo, quindi, che è una sospensione molto versatile e adatta sia ai top rider, sia ai meno smaliziati e in sella a questa bici è facile ritrovarsi a velocità molto elevate quasi senza accorgersene.

Trek Slash 29 contro Cannondale Jekyll 29

Ammortizzatore realizzato da RockShox su specifiche Trek con sistema Re:Aktiv Thru Shaft.

L’ammortizzatore della Cannondale è sempre molto sensibile alle piccole asperità e progressivo man mano che l’andatura sale e che il terreno si fa più tosto, ma pecca un po’ nelle variazioni di ritmo (specialmente laddove non si ha tempo di azionare il comando remoto del parzializzatore d’aria) e va un po’ in crisi nelle discese molto toste affrontate in velocità, soprattutto in frenata.
Quindi, sulla carta, i rider più esigenti e con manico potrebbero avvertire un comportamento meno efficace rispetto alla Slash 29, ma allo stesso tempo avvertire anche la grande solidità del carro della Cannondale.

Trek Slash 29 contro Cannondale Jekyll 29

Le geometrie
La Trek Slash 29 ha una geometria variabile tramite il sistema Mino Link, ma di serie esce settata sulla modalità High, ossia quella con angolo sella più in piedi.
Questo è di 74,1 gradi, mentre quello della Jekyll è di 75 gradi.
Lo sterzo della Trek è di 65,6 gradi, quello della Cannondale è di 65 gradi.

Trek Slash 29 contro Cannondale Jekyll 29

Le geometrie della Trek Slash 29″

Trek Slash 29 contro Cannondale Jekyll 29

Le geometrie della Cannondale Jekyll 29″

Guardando gli angoli, quindi, la Cannondale potrebbe essere più efficiente come posizione di pedalata, mentre per quanto riguarda lo sterzo si equivalgono: la differenza è di mezzo grado, ma la Trek compensa con un centimetro di escursione in più sulla forcella.
Parlando del top tube e del reach, la Jekyll è decisamente più lunga.
A parità di taglia, l’orizzontale è di 6 mm maggiore e la differenza sul reach è di un centimetro.
In compenso, la Slash ha un carro più corto (43,3 contro i 44,2 della Jekyll).
Tutto questo fa pensare ad una maggiore agilità e reattività della Trek Slash 29 nel guidato, mentre la Cannondale Jekyll 29 è pensata per offrire grande sicurezza sul veloce, ma anche ottime prestazioni in pedalata, grazie soprattutto al piantone più verticale.

Trek Slash 29 contro Cannondale Jekyll 29

Gli allestimenti
Un altro aspetto importante è l’allestimento.
La Trek Slash 9.7 29” e la Cannondale Jekyll 3 29” sono molto simili sotto questo punto di vista, quindi a nostro avviso non sarà questo a fare la differenza.
La Trek monta sospensioni RockShox, la Cannondale monta Fox, ma il livello qualitativo è molto vicino.
Entrambe montano un gruppo Sram a 12 velocità con cambio Gx Eagle misto a componenti Nx Eagle e Truvativ Stylo, ma anche sotto questo punto di vista, niente che possa fare la differenza in senso positivo o negativo.
Stesso discorso per i cerchi, che sono entrambi in alluminio con canale interno da 29 mm (Bontrager sulla Trek, Stan’s No Tubes sulla Cannondale.
I pesi?
La Slash 29 con pedali pesa 13,7 chili e, visto che l’allestimento è molto simile, quello della Jekyll non dovrebbe essere poi così diverso.
Stesso discorso per i prezzi: 4099€ per la Trek e 3999€ per la Cannondale.

Trek Slash 29 contro Cannondale Jekyll 29



Trek Slash 29 contro Cannondale Jekyll 29: tiriamo le somme.
Da quello che lasciano intendere i dettagli tecnici, la Jekyll 29 punta sulla facilità di guida, ma lo schema sospensivo più “elementare” potrebbe non accontentare i rider più smaliziati.
La Slash 29 ha una sospensione più raffinata, personalizzabile e complessa già di serie, le geometrie sono meno estreme, ma il fatto che sia più compatta è un vantaggio nello stretto.
Sul veloce potrebbe essere più esigente, ma la solidità del triangolo anteriore può aiutare chi sta in sella.
Caro Stefano, ora tocca a te, poi facci sapere com’è andata 😉

Per informazioni TrekBikes.com e Cannondale.com



        
Torna in alto