scritto da Daniele Concordia in Componenti,Domande il 25 Giu 2019

Upgrade per la Mtb da Xc: «Powermeter o cerchi in carbonio?»

Upgrade per la Mtb da Xc: «Powermeter o cerchi in carbonio?»
        
Stampa Pagina

Luca
Via email
Ciao ragazzi, vorrei chiedervi un consiglio: corro nell’Xc e nelle Granfondo e fino ad oggi mi sono allenato con la frequenza cardiaca. Stavo pensando di prendere un misuratore di potenza, ma allo stesso tempo vorrei cambiare anche le ruote della Mtb, passando dalle Noxon Nitro con cerchi in alluminio alle Tsunami Carbon Project in carbonio.
Al momento non posso acquistare entrambe le cose, secondo voi a cosa dovrei dare priorità? Powermeter o cerchi in carbonio?

Powermeter o cerchi in carbonio




Risponde Daniele Concordia
Ciao Luca, partiamo con la premessa che entrambi gli upgrade sarebbero interessanti e utili ai fini agonistici, ma visto che devi sceglierne uno, proviamo ad aiutarti.
Se il tuo obiettivo sono le competizioni ed i risultati, sicuramente il powermeter può darti una grossa mano: osservando i dati di potenza ci si allena con maggior precisione, senza bruciare energie inutili e monitorando meglio tutti i parametri.
Questo strumento, però, necessita di parecchia esperienza per l’utilizzo corretto o comunque il supporto di un preparatore atletico esperto, altrimenti il suo utilizzo potrebbe diventare insignificante, se non controproducente.

Powermeter o cerchi in carbonio, misuratore di potenza, quarq

Se invece pensi di saperti allenare bene anche senza powermeter e non hai dubbi riguardo la tua preparazione atletica, allora potresti optare anche per un paio di ruote in carbonio.
I benefici della ruota in carbonio riguardano il peso (di solito inferiore), ma soprattutto il comportamento dinamico, perché questo materiale permette di ottenere una struttura più reattiva ma allo stesso tempo non troppo rigida e più resistente rispetto alla lega.
Della differenza tra cerchi in carbonio e in alluminio ne avevamo parlato in questo articolo.

Powermeter o cerchi in carbonio, tsunami carbon project

Le ruote Tsunami Carbon Project con cerchio in fibra

Detto questo, bisogna valutare anche la situazione caso per caso: ad esempio, le ruote che stai utilizzando in questo momento (Noxon Nitro) sono comunque di buona qualità, nonostante siano in alluminio. Se non hanno problemi e se non sono eccessivamente consumate, potresti anche continuare ad usarle un altro po’, scegliendo per ora il misuratore di potenza.
Se invece pensi che sia arrivato il momento di sostituirle perché poco sicure o troppo consumate, allora fallo subito e aspetta ancora un po’ per acquistare il powermeter.

noxon nitro alluminio

Ma arriviamo al punto clou: powermeter o ruote in carbonio, cosa apporta maggiori benefici nelle prestazioni?
Il powermeter cambia completamente il modo di allenarsi, ti fa salire ad un livello superiore e in qualche modo crea “assuefazione”: una volta provato è difficile tornare ai vecchi metodi. Sicuramente, però, allenandosi correttamente i benefici sono tangibili, quasi immediati e costanti con il passare del tempo.
Le ruote in carbonio, se sufficientemente leggere, offrono un aiuto in salita e anche in discesa, perché più efficienti nei cambi di direzione, ma se non ne consegue un contemporaneo miglioramento a livello atletico, la situazione ad un certo punto si stabilizza.

Powermeter, garmin, potenza, calibrazione

Per concludere, quindi, se l’obiettivo sono le prestazioni nude e crude, per ora scegli il powermeter, poi quando ne avrai la possibilità monta anche un paio di ruote in carbonio.
Se invece il tuo obiettivo riguarda il piacere di guida, più che i risultati agonistici, allora scegli le ruote carbon e continua ad allenarti con il cardiofrequenzimetro.

Qui i consigli per allenarsi con il misuratore di potenza.

Qui tutti gli articoli che parlano di cerchi da Xc e Marathon.



        
Torna in alto